Anterne (Col d') da Plain Joux

tipo itinerario: pendii ampi
difficoltà: MS   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Sud-Ovest
quota partenza (m): 1350
quota vetta/quota massima (m): 2257
dislivello totale (m): 907

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: ACdC
ultima revisione: 08/01/19

località partenza: Plain Joux (Passy , 74 )

accesso:
Parcheggio impianti di Plain Joux.

note tecniche:
Gita che offre grandi soddisfazioni paesaggistiche, in una zona poco frequentata e a carattere dolomitico. Panorama mozzafiato sul Massiccio del Monte Bianco e in particolare sulla sua parete Nord. Itinerario semplice con molto sviluppo e poco dislivello. Dal punto di vista sciistico offre invece poche soddisfazioni perchè, a parte la discesa dei primi 300 metri sotto il Colle, il resto dell'itinerario è un lungo traverso, che obbliga spesso anche a spingere nei tratti più pianeggianti o di leggera salita. Prestare attenzione unicamente al tratto sotto la bastionata dei Rochers des Fiz, perchè in caso di rialzo termico e neve non consolidata i colatoi possono presentare rischi da non sottovalutare.

descrizione itinerario:
Si risalgono le piste fino a quota 1.600, poi si segue la pista da fondo fino a superare lo skilift Arc en Ciel. Di li si segue un largo sentiero, che attraversa diversi nuclei di chalet montani, tenendosi sempre in piano. Dopo gli chalet Ayères des Rocs la strada, sempre semplice, inizia a salire, addentrandosi in mezza costa nella valle. Di qui in poi il percorso passa al di sotto della bastionata de Rochers des Fiz, da cui partono diversi colatoi. In caso di pendii carichi di neve non consolidata questo tratto può essere pericoloso. Sempre proseguendo a mezza costa sotta la bastionata e la Pointe d'Anterne ci si avvicina al Rifugio de Moede Anterne, che si lascia sulla destra per iniziare la salita al Colle, che si raggiunge con un ultimo pendio, breve, ma leggermente ripido.

Dal Colle, volendo, si può proseguire la gita in direzione della cima della Tete de Moede, a quota 2.459. Basta seguire, sci ai piedi, la facile cresta. Dalla vetta si può raggiungere il Colle tornando sui propri passi, oppure godere di una bella discesa della pala ovest, ma in tal caso potrebbe essere necessario rimettere le pelli per un breve tratto per riguadagnare il Colle.