Cortechiuso (Cimone di) da Fundighebi

tipo itinerario: attraversa pendii ripidi
difficoltà: BS   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord
quota partenza (m): 1256
quota vetta/quota massima (m): 2183
dislivello totale (m): 950

copertura rete mobile
tim : 0% di copertura

contributors: Larix66
ultima revisione: 06/01/19

località partenza: Fundighebi (Malesco , VB )

punti appoggio: Bivacco sempre aperto all'alpe Scaredi

cartografia: Parco nazionale Val Grande. Comunità montane: alto Verbano, Cannobina, Ossola, Valgrande, Vigezzo 1:30.000 ed. Zanetti

bibliografia: Bonavia - Previdoli, Scialpinismo in Valdossola, ed. Grossi

accesso:
Da Malesco, attraversato il paese in direzione di Finero, tenere la destra al bivio e prendere la strada per la Valle Loana che si percorre fino alla fine con ampie possibilità di parcheggio.

note tecniche:
In caso di innevamento lungo la strada della Valle Loana è possibile partire sci ai piedi da Malesco; in questo caso il dislivello totale sale a circa 1450 m.
In ogni caso l'itinerario necessita di neve stabile per i diversi tratti esposti al pericolo di valanghe.

descrizione itinerario:
Da Fundighebi si percorre tutto il fondovalle in direzione Sud, tenendosi sul lato destro (sinistra idrografica); ci si alza quindi transitando per la località "Fornaci" e seguendo la mulattiera per Scaredi. Con buon innevamento è possibile sfruttare alcuni canali come percorso alternativo alla mulattiera. Prima di giungere all'Alpe Cortenuovo, localizzare il percorso tra canali e salti che permette di dirigersi verso la Bocchetta di Cortechiuso, visibile in alto a sinistra tra i Denti di Cortechiuso e l'evidente sagoma piramidale del Cimone. In caso di scarso innevamento o di dubbi circa questo tratto del percorso, è possibile proseguire lungo la mulattiera fino a Scaredi da cui la direzione appare evidente. Giunti nei pressi della Bocchetta di Cortechiuso, alzarsi in direzione delle roccette alla base della fascia rocciosa discontinua che taglia in diagonale il versante Nord del Cimone; superata a sinistra la suddetta fascia si prosegue sul ripido pendio senza percorso obbligato fino alla vetta, con gli sci o a piedi secondo le condizioni della neve.