San Chiaffredo di Roi da Dronero

difficoltà: MC / MC+ / S1   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud
quota partenza (m): 619
quota vetta/quota massima (m): 1288
dislivello salita totale (m): 850
lunghezza (km): 23

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: GIORGIOBI
ultima revisione: 09/12/18

località partenza: Dronero (Dronero , CN )

cartografia: Fraternali 1:25000 n.12 Bassa Val Varaita, Bassa Val Maira

accesso:
Itinerario che si presta a numerose varianti e che consente di scoprire decine di borgate intorno a Roccabruna. Data l'expo solare e la bassa quota effettuabile anche in pieno inverno in assenza di neve sul percorso.

descrizione itinerario:
Da Dronero si imbocca la provinciale che risale la val Maira e dopo poche centinaia di metri si svolta a destra verso Roccabruna. Si segue la carrozzabile principale in direzione Sant'Anna fino a quota 1050 m circa dove si deve abbandonare la principale seguendo verso sx le indicazioni per borgata Norat che in breve si raggiunge.
Dalla borgata si piega a dx tra le case superando una breve ripida rampa asfaltata. Dopo pochi metri si prende a sx un'antica mulattiera che raggiunge con un saliscendi scorrevole borgata Grangia. Si rimane alti alle spalle della borgata raggiungendo un tratturo erboso (pilone) immettendosi in salita su una sterrata ghiaiosa. La si segue fino ad incontrare nuovamente l'asfalto, si prosegue a sx in discesa fino al bivio successivo dove si ricomincia a salire fino a borgata Castelleretto. Da qui ci si inerpica per un ripido tornante e proseguendo ora su sterrata (ignorare due bivi a sx)si passa nei pressi di borgata Negozi e si arriva sul piazzale davanti alla chiesetta ed al ristorante di Sant'Anna. Da qui si continua verso nord attraversando il largo piazzale con parcheggi e seguendo le indicazioni per il colle della Ciabra. Al primo bivio si evita il ramo che sale deciso in favore verso sx di quello che in falsopiano porta ad un secondo bivio (quota 1288 m) vicino a delle case. Da qui si prende in decisa discesa verso sx e con un lungo traverso e alcuni saliscendi si raggiunge la bella Cappella di San Chiaffredo di Roi.
Da qui due possibili discese:

1) dietro la Cappella si imbocca il sentiero segnalato che scende deciso verso Cartignano. Si ignora una diramazione verso dx e si continua a scendere raggiungendo borgata Biancera. A questo punto una strada asfaltata scende a Cartignano ma è possibile seguire una vecchia mulattiera che permette di evitarne una buona parte. Verso il fondovalle un ultimo breve single track deposita presso la bella chiesetta di San Bernardo da cui in breve si raggiunge Cartignano e attraverso la strada di fondovalle si ritorna al punto di partenza.

2) dalla Cappella si segue verso dx il sentiero del Percorso Occitano (tacche gialle) che con splendido percorso (qualche breve strappo in salita) porta alla bellissima ed isolata borgata di Mostiola. Da qui si prosegue sul P.O. fino a raggiungere in breve una sterrata che va seguita per un breve tratto a destra in salita per subito dopo proseguire lungo l'evidente sentiero che stacca a sx (qui ancora P.O.).
In breve si raggiunge un altro bivio, si ignora la principale a destra (P.O. - indicazioni Pagliero che comunque potrebbe essere una valida variante di ritorno con un po più di asfalto nel finale) per seguire la traccia verso sinistra (nessuna indicazione) che deposita su strada sterrata appena sopra borgata Molineri. Si scende un breve tratto di sterrato, si entra nella borgata e si individua la traccia che, uscendo da Molineri, scende alla borgata Podio (qui nell'ultimo tratto si allarga a divenire largo tratturo).
Si attraversa Podio (954 m) e si punta alla bella chiesa di San Mauro dove, appena dietro scorre il nostro sentiero che in breve tocca la strada asfaltata che sale a Podio. Pochissimi metri di bitume e subito a sinistra si imbocca l'ultimo veloce single track che deposita nel centro a San Damiano Macra. Da qui si rientra a Dronero per la strada di fondovalle.