Sa Costa e S'Aidu - Pedra Longa Atlantide

difficoltà: 6a+ / 6a+ obbl
esposizione arrampicata: Sud
quota base arrampicata (m): 100
sviluppo arrampicata (m): 400
dislivello avvicinamento (m): 50

copertura rete mobile
wind : 80% di copertura
tim : 60% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: Puzzole
ultima revisione: 26/10/18

località partenza: Pedra Longa (Baunei , OG )

punti appoggio: Ristorante Pedra Longa

bibliografia: https://www.planetmountain.com/rock/vie/itinerari/scheda.php?lang=ita&id_itinerario=2147&id_tipologia=38

accesso:
Dal parcheggio risalire brevemente sulla strada asfaltata fino ad imboccare la traccia evidente di Selvaggio Blu, seguire il sentiero in salita sotto alla nostra parete. Dopo 5 minuti il sentiero prosegue in piano e quindi comincia a scendere. Non scendere ma seguire un sentiero verso sud che inizia da un leccio (bivio non molto evidente).
Seguire il sentiero che a tornanti si avvicina progressivamente al lato sinistro della parete. Quando quasi la tocca lo si lascia in un tornante e in 10 metri si raggiunge l’attacco, nome scritto alla base (15 minuti dalla auto)

note tecniche:
Consigli utili: in estate attaccare la via non prima delle 13 e considerare almeno 1,30 h di doppie. Copertura cellulare ottima. Riparata dal maestrale. Gli arrampicatori al di sopra delle difficoltà possono scalare i primi tiri anche con scarpe da avvicinamento e mettere le scarpette dal quinto tiro in poi. Pur essendo una via sportiva chiodata ravvicinata è necessaria un minimo di preparazione alpinistica che consenta di non andare fuori via su tratti non disgaggiati, conoscenza minima delle manovre di soccorso e delle corde doppie.

Portare due corde da 60m, 15 rinvii se non si saltano soste, casco, acqua, pila frontale, viveri

descrizione itinerario:
L1: seguire un diedrino poi bel muretto di buona roccia. Si finisce per facili gradoni alla S1, 45m (5a)
L2: per facili gradini e paretine con un ultimo passaggio più impegnativo, S2 25m (4c)
L3: traversare con attenzione il catino (se ci sono cordate sotto) e salire una bella e lunga placca, S3, 50m (5b)
L4: per facili gradoni, quindi per fessure e un leggero traverso a destra, S4, 35m (5a)
L5: ora la parete si raddrizza. Per parete lavorata, diedrino da fare in spaccata e placca di bella roccia, S5, 30m (5c+)
L6: a sinistra ristabilirsi su una placca con difficile passaggio, quindi su una cengia. Per parete articolata alla S6, 45m (5c+)
L7: in diagonale a destra per bella rocca, S7 facoltativa, 30m, (5a)
L8: in verticale e poi con difficile traversino finale a destra, S8, 20m (6a)
L9: a destra quindi su una bella parete di roccia grigia che rasenta un diedro, S9 su cengia, 40m (6a)
L10: a destra montando su un ginepro e salendo una parete decisamente verticale. Un breve tratto di roccia non molto sana precede la S10, 25m (6a+)
L11: a destra in un diedro e poi un secondo, molto bello. Uscire sulla placca a sinistra eventualmente aiutandosi con i rami di un albero, S11, 25m (6a+)
L12: per una bella e lunga placca a gocce in cima, S12, 30m (6a)

DISCESA
Possibile discesa a piedi ma impegnativa e lunga per le creste di Punta Su Mulone e Cuccuru Mannu (1,30 ore sino alla strada sterrata, poi ulteriore 0,30 ore al paese di Baunei … ma la macchina è a Pedra Longa!)