Grevo (Corno di) Cresta Nord-Est

difficoltà: PD+   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord
quota partenza (m): 1590
quota vetta (m): 2867
dislivello complessivo (m): 1300

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: basca
ultima revisione: 15/10/18

località partenza: Malga Lincino (Saviore dell'Adamello , BS )

punti appoggio: Rifugio Lissone

accesso:
Seguire la Val Camonica direzione Ponte di Legno fino a Cedegolo (BS) fino all rotonda con indicazioni Andrista/Fresine seguire per Firsene; arrivati
a Frisene dopo circa 15 km prendere il bivio per Valle superato il quale si arriva tramite stretta e ripida stradina asfaltata (5km) a Malga Lincino in valle Adamè. Parcheggiare al tornante sotto la malga.

descrizione itinerario:
Prendere il sentiero n.15 per rifugio Cai Lissone (2002mt) che si sviluppa lungo le cosiddette "scale di Adamè" (1h.)
Dietro il Rifugio Lissone si seguono tracce di sentiero verso la Cima Lesena poi quando il sentiero si perde si traversa direttamente alla lunga cresta appoggiata che scende dalla cima del Corno di Grevo, opposta a quella dove sale la ferrata si incontranno 2 paletti da cui partono degli ometti; all'ultimo ometto non salire sulla cresta (brutta pietraia da attraversare) ma traversare sotto puntando verso 2 linee erbose; rimanere poi sulla costa a sx della cresta fino a quando con una cengia si sale sulla cresta con inclinazione a quel punto ideale.
Stando completamente in cresta si superano diversi passaggi su placche e saltini con difficoltà dal II al III su roccia bellissima.
Più in alto si supera un tratto di blocchi rotti che porta in cresta e da qui con percorso esposto ma mai difficile (max II) si raggiunge la cima.
Discesa: si scende sul lato opposto con breve e facile arrampicata fino a raggiungere la cresta della ferrata, si scende verso la ferrata, sulla destra si vede la fune di
discesa ancorata ad un grosso masso che scende rapidamente lungo roccette abbastanza insidiose ed instabili per circa 50mt.
Terminato il cavo,a sinistra,si superano in discesa 2mt di roccia non attrezzata e si prende a sinistra per un ripido canalino di roccette passando sotto un posto di sentinella (I guerra mondiale) con vista verso il lago di Malga Bissina da qui seguire il sentiero che scende verso ds (tralasciando sentieri minori verso dx) ed in circa 20' si giunge al bivio (segnalato con evidenti segni di vernice) che a sinistra porta al rifugio Val di Fumo mentre a destra per il Forcellino Rosso (2621mt Imponenti resti militari dei baraccamenti)
Uperata la forcella la discesa verso il rifugio per primi 200mt è faticosa ed impegnativa a causa della presenza di una ripida traccia lungo un canale molto franoso mentre poi su facile sentiero riporta al bivio segnalato su pietra ed incontrato alla salita e successivamente al rifugio Cai Lissone (1.30h dal Forcellino).