San Pio (Pizzo) da Dangri

difficoltà: EE/F   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 660
quota vetta/quota massima (m): 2304
dislivello salita totale (m): 1650

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: titty79
ultima revisione: 11/10/18

cartografia: kompass 92 Valchiavenna-Val Bregaglia

accesso:
Gravedona-Peglio-Livio
A Livio, presso il comune, si trova la macchinetta per il pagamento del pedaggio della strada fino a Dangri (1 euro/gg).
La strada per Dangri e' ben tenuta, percorrerla pero' con attenzione, alcuni tratti stretti e senza protezioni - piccolo parcheggio.

descrizione itinerario:
Da Dangri seguire le indicazioni per il Rif. Como (rif. privato, senza invernale), percorrendo la Via Crucis su ampia mulattiera ciottolata fino alla localita' Baggio 930m.
Da quest'ultima si prosegue su sentiero a mezzacosta, con qualche discesa, fino a passare il torrente su di un ponte.
Il percorso riprende in salita passando per Borgo 1069m, dopo di che continua con poca pendenza in un bel bosco di faggi, che si inoltra nella val Darengo fino a raggiungere il bivio per il Rif Pianezza, presso un ponticello.
Qui proseguiamo ancora in direzione W, seguendo sempre indicazioni per Rif Como, entrando ora in un bosco un po' rovinato e con alberi caduti.
Raggiunto un alpeggio ora il percorso si fa in ambiente un po' piu' aperto, e si prosegue su sentiero ripido raggingendo il Rifugio ed il bel lago Darengo.
Si continua ora in direzione NNE (dx), seguendo le indicazioni per AV del Lario e bivacco Petazzi Ledu', la cima e' ora ben visibile sulla dx.
Poco dopo le paline,il percorso si perde un po' in un tratto ripido e pietroso, poi si continua a mezzacosta passando sotto di una paretina rocciosa.
Qui si abbandonano i segni bianco rossi dell'AV, si supera alla base la paretina e si percorre la pietraia in direzione dell'intaglio a V all'inizio della cresta, ben visibile, che si raggiunge per un canalino erboso ripido.
Dall'intaglio si prende la cresta W, suprando immediatamente un caminetto misto erba-roccette (I°), poi la cresta spiana e tra cengette e roccette si raggiunge la panoramica punta.
Per la discesa, eventualmente, appena sotto la punta, evitando la cresta, si puo' prendere una traccia che porta verso sx e passare per pendii erbosi, ricongiungendosi comunque alla sottostante pietraia (percorso EE).