Montalto (Pizzo) da Cheggio per i Laghi Pianei e la Cresta Nord

difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1497
quota vetta/quota massima (m): 2705
dislivello salita totale (m): 1208

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: gianmario55
ultima revisione: 30/09/18

località partenza: Cheggio, Diga Lago dei Cavalli (Antrona Schieranco , VB )

cartografia: I.G.C. 1:50000 n.11 Domodossola e Val Formazza

bibliografia: Guida C.A.I.-T.C.I.

accesso:
Dalla S.S. del Sempione uscire a Villadossola e seguire le indicazioni per Antronapiana. Raggiunta questa località proseguire in direzione di Cheggio su strada tortuosa e con alcune strettoie. Continuare fino all'ampio parcheggio nei pressi della diga.

note tecniche:
L'itinerario proposto rappresenta il percorso più facile e comodo per raggiungere la cima di questa panoramica montagna.

descrizione itinerario:
Dal parcheggio imboccare il sentiero (indicazioni Bocchetta dei Pianei, Passo della Preja) che sale subito decisamente.
Raggiunto un tratto dove il sentiero spiana si incontra una bivio.
Seguire il ramo di destra che dopo alcune svolte sale decisamente ripido raggiungendo i ruderi dell'Alpe Bisi, m.1800 circa.
Dopo un tratto pressoché pianeggiante la traccia raggiunge dopo una modestissima discesa un impluvio e, dopo avere attraversato il ruscello, tocca l'Alpe Teste inferiore, m. 1839. La traccia, sempre ben segnalata, sale ora per ripidi prati senza toccare l'Alpe Teste superiore, sbucando quindi su un ripiano erboso dove si trovano i ruderi dell'Alpe Pasquale, m. 2179.
Seguire sempre la traccia che sale per praterie in direzione Nord Est fino a quando si incontrano le paline che indicano, verso sinistra, il percorso per la Bocchetta dei Pianei ed il Passo della Preja. Da questo punto la traccia è ancora presente ma priva di segnaletica.
Seguendo i numerosi ometti si giunge in breve nei pressi dei Laghetti dei Pianei, m. 2323 circa. Da questo punto, numerosi e ben posizionati ometti ed una traccia ben visibile anche se leggermente discontinua conducono ad un modesto intaglio della parte più bassa della cresta Nord del Pizzo Montalto, a quota 2500 circa. Volgere ora a destra e seguire la traccia e gli ometti che permettono di risalire la cresta.
Il percorso non presenta particolari difficoltà ed il terreno è solido, anche se in alcuni punti la traccia presenta una moderata esposizione lato Bognanco. Raggiunta una sorta di anticima la traccia sale con moderata pendenza fino all'ometto di vetta con segnale trigonometrico (piuttosto malconcio) e libro di vetta.
Discesa per lo stesso percorso.

Dai Laghetti dei Pianei, in alternativa, si può seguire un ampio canale detritico che arriva sempre sulla cresta, ma a monte delle prime cuspidi rocciose. Questa variante è però verosimilmente più comoda quando il canale è ancora innevato, non essendo altro che un immondo ma poco ripido ghiaione.