Emilius (Giro del mont), da Grand Brissogne per il colle dei tre Cappuccini (2 giorni)

difficoltà: EE/F   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 906
quota vetta/quota massima (m): 3557
dislivello salita totale (m): 3060

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: brusa
ultima revisione: 23/09/18

località partenza: Grand Brissogne (Brissogne , AO )

punti appoggio: rifugio Arbolle, bivacco Menabreaz

accesso:
Trattandosi di un giro ad anello, conviene lasciare l'auto nei comodi parcheggi di Grand Brissogne ed iniziare la gita percorrendo a piedi un breve tratto asfaltato.

note tecniche:
Ad inizio stagione, i ramponi possono essere utili per il superamento del colle dei tre Cappuccini.
Data la cattiva qualità della roccia nel lato est del colle, è più semplice fare il giro in senso orario.
Alla data attuale (2018), il sentiero n 11 che collega Gran Brissogne e Arpisson è in pessime condizioni di percorrenza e l'attraversamento di un canale è molto difficoltoso a causa del crollo del sentiero.

descrizione itinerario:
Con questo itinerario si possono concatenare i due itinerari classici che salgono all' Emilius dal vallone delle Laures e da Arbolle.
Mi limito, quindi, a dare alcune indicazioni per raccordare il rifugio Arbolle con Grand Brissogne.
Dal rifugio si scende con il sentiero n 14 fino a Comboé attraverso un canale ripido (corda fissa ad agevolare).
Si scende ora utilizzando la poderale ed il sentiero fino a Ponteille (1706 m).
Qui parte sulla dx il sentiero per Matsaouchy. Giuniti al torrente, il sentiero sale un 200 m per aggirare una balza rocciosa ed iniziare nuovamente a scendere.
Quando si esce dal bosco, si incontrano le baite e la stalla della frazione alta di Matsaouchy. Il sentiero riprende lungo il bordo est del sottostante prato prima di infilarsi nuovamente nel bosco. Ci si ricongiunge con il sentiero n 1 per Ayettes. Prima si segue un ruscello poi, dopo una baita diroccata, una vecchia mulatiera scende il ripidissimo dosso erboso e panoramico. Si arriva ora ad una poderale e si lambiscono un paio di case. Si scende un centinaio di metri di dislivello e si inizia a salire nuovamente prendendo sempre i bivi a dx della strada. Giunti nei pressi di un'altro villaggio anch'esso chiamato Ayettes, si segue la strada asfaltata fino a ritornare al punto di partenza.

Novità! I preferiti

Aggiungete con un clic sul cuoricino bianco l'itinerario ai vostri preferiti. Li ritroverete tutti nella vostra pagina personale