Bouchier (Eperon de) da Bouchier

difficoltà: AD   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Est
quota partenza (m): 1490
quota vetta (m): 1750
dislivello complessivo (m): 250

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura
altri : 0% di copertura

contributors: abo righini silviotos
ultima revisione: 03/09/18

località partenza: Bouchier (Saint-Martin-de-Queyrières , 05 )

bibliografia: Oisans Nouveau Oisans Sauvage

accesso:
Arrivando dall'Italia salire a Monginevro, scendere a Briançon e proseguire direzione Gap. Arrivati a Prelles prendere il bivio sulla dx (direzione Puy St. Vincent, Pelvoux, Les Vigneaux) e dopo circa 2.5 km prendere la strada sterrata sulla dx (direzione Pas de Lup). Proseguire per ca 3 Km lungo la strada sterrata (fattibile con ogni mezzo) fino al paesino di Bouchier (non entrare nel paese ma seguire la strada sulla sx che ci passa sotto e lo aggira). Parcheggiare in uno spiazzo prima di un tornante, da cui l'Eperon Bouchier è ben visibile sopra il paese.
Reperire un sentiero che parte a sx di due pali della luce e seguirlo (direzione Pas de Lup). In breve si raggiunge un pianoro con un grosso masso rossastro e una cassetta delle api, reperire quindi sulla dx una traccia che attraversa il ripido pendio di detriti (bolli rossi ed ometti) e che in breve porta all'attacco della via (2 bolli rossi, 10 min dall'auto).

note tecniche:
Via di media montagna ottima per insegnare ed imparare l'uso di protezioni veloci. Percorso tutto molto segnalato da bolli e frecce rosse. Attrezzata a chiodi e fix, soste da collegare e indicate con una R di vernice rossa.
Necessari: corda da 30m, 6-8 rinvii, nut e friend medio-grossi.

descrizione itinerario:
Si parte in un diedro fessurato (4c) che porta ad una cengia (sosta facoltativa) a cui segue una placca che conduce sul filo dello sperone (4c, se non si sosta a metà sono 35m). Traversare a sx per delle facili cenge e giungere alla base di un camino, che si sale obliquando verso sx (4b). Traversare quindi a dx per placche (4c) e raggiungere la base di un diedro. Salire il diedro fino ad una sella (4a) da cui parte una bella fessura in diagonale verso dx (4c). Segue qualche metro facile prima di una serie di placche lisce (3c) che vanno seguite fino ad una grossa cengia. Traversare quindi a sx e scendere qualche metro ad un'altra cengia (II) da cui parte un diedro leggermente strapiombante in uscita (V), che termina sulla grossa placconata sommitale.

Discesa: seguire la traccia segnata da bolli rossi verso W, che in 20min riporta all'auto.

Novità! I preferiti

Aggiungete con un clic sul cuoricino bianco l'itinerario ai vostri preferiti. Li ritroverete tutti nella vostra pagina personale