Cala Agulia e Conca da Campo Moro, traversata a Tizzano

difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota vetta/quota massima (m): 512
dislivello salita totale (m): 700

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: sensacugnisiun
ultima revisione: 30/08/18

punti appoggio: nessuno

accesso:
da Propriano a Campo Moro per la d121

note tecniche:
Interessante escursione su ottimi sentieri, il percorso che segue il litorale consente di toccare le varie cale della zona, limpide e poco frequentate visto che gran parte dei turisti arriva via mare. Percorso facile ma lungo specialmente non avendo un auto sull'arrivo, oltre 15km di sviluppo per la tarversata. Splendide e meritevoli la Arana, Cala Agulia e Cala Longa.

descrizione itinerario:
Da Campo Moro non esistono indicazioni sulla partenza dei sentieri, se ne troveranno invece durante il percorso. Per l'imbocco occorre seguire la litoranea, uscire dal piccolo borgo e presso una curva a sinistra che va verso l'interno parte una mulattiera sbarrata da un cancello. Oltrepassato il capo si può scegliere se seguire il percorso costiero o quello più interno che sale la punta di Manna Mulina per scendere verso il mare nel vallone successivo. Seguendo il costiero si oltrepassa la punta di Scalonu e la cala di Cuniseddu per giungere alla splendida e selvaggia cala Agulia. Da qui il sentiero si addentra nella macchia tagliando un capo e sbuca sulla mezzaluna di Cala Arana. Proseguendo si entra nella Cala Conca, forse la più estetica, limpida, poco profonda e ricca di pesci. Il faro di Senetosa e l'Isuledda portano verso gli ultimi km verso la frazione Tromba di Tizzano. Da Campo Moro il sentiero è anche raggiungibile per la frazione Capanella (meglio usare navigatore o gps) ma la prima mezzora è invasa da vegetazione invadente e spinosa, oltre che attraversare un paio di divieti, sconsigliabile dunque.