Anica Kuk Nostalgija

difficoltà: 6b / 5c obbl
esposizione arrampicata: Ovest
quota base arrampicata (m): 350
sviluppo arrampicata (m): 300
dislivello avvicinamento (m): 100

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: maigol
ultima revisione: 19/08/18

località partenza: Starigrad (Starigrad , Općina Starigrad )

punti appoggio: Parco di Paklenica

bibliografia: Paklenica climbing guide, Boris Cujic

accesso:
Dall'ingresso del parco, seguire il sentiero a fondo valle per circa 15 minuti, oltre i settori della falesia del parco, fino a incontrare un cartello per Anica Kuk, poi per sentiero ben segnalato con bolli rossi fino alla base della parete, seguendo cartello per la via Klin, fino alla base della evidente rampa ascendente verso destra (30-40 minuti dal parcheggio).

note tecniche:
Utili friends per integrare i passaggi facili. I passi più difficili sono ben protetti a spit. Soste su due anelli da collegare. Necessarie corde da 60m

descrizione itinerario:
Itinerario storico, riattrezzato a spit, che segue una via molto logica attraverso fessure e diedrini, a destra della più classica via Klin. Possibile calarsi sulla via (soste attrezzate con anelli), ma consigliabile scendere per sentiero come per le altre via di Anica Kuk. Le difficoltà dopo la rampa sono continue sul 6a/b, con alcuni passi di forza piuttosto atletici. Linea molto elegante su ottima roccia, arrampicata di soddisfazione. Prima parte sulla rampa in comune con la via Klin.

L1: (IV, 55m) lungo tiro in comune con altre vie, lungo la facile rampa ascendente verso destra. Qualche spit, ma necessario integrare con friend e cordini su alberelli. Possibilità di varianti attorno al 6a. Sosta su grosso anellone + spit.
L2: (IV, 30m) salire fin sotto alla caratteristica prua della parete, sotto un tetto nerastro.
L3: (6a, 50m) aggirare un blocco a dx, poi salire dritti su per un logico diedro nero (la via Klin devia invece verso sx) ben spittato, fino a uscire su comoda cengia a destra.
L4: (6a+, 40m) salire su un diedro fessurato un po' strapiombante, con passi fisici (6a+), poi più facile fino dentro una nicchia.
L5: (6a+, 50m) uscire dalla nicchia e infilarsi dentro una sorta di buco, poi per fessure, quindi un ampio arco verso destra, più facile, porta sotto un ulteriore diedro fessurato con difficile passo di uscita su cengia, da percorrere verso sx per alcuni metri fino a reperire la sosta.
L6: (6a, 45m) salire un primo muretto atletico di circa 10m, poi più facile fin sotto un diedro nero
L7: (6b, 40m) salire il diedro fessurato nero, leggermente strapiombante, con alcuni passi di dulfer violenti, poi più facile
L8: (5a, 40m) dalla sosta spostarsi un po' a sx (oppure dritti sulla sosta), e immettersi in un logico colatoio che si segue fino ad un alberello, poi uscire in cima leggeremente verso dx.

Discesa: possibile calarsi sulla via (soste attrezzate con anelli), ma consigliabile scendere per sentiero (lungo ma ben segnalato): salire verso sx (faccia a monte) fino in cima ad Anica Kuk, poi scendere sul lato opposto per pietraia (bollini tondi rossi) fino ad un colle, da qui a sx giù verso la valle del parco, ben segnalato (un'ora circa).

Novità! I preferiti

Aggiungete con un clic sul cuoricino bianco l'itinerario ai vostri preferiti. Li ritroverete tutti nella vostra pagina personale