Scala (Monte) Spigolo Sud

difficoltà: 5a / 4 obbl
esposizione arrampicata: Sud-Ovest
quota base arrampicata (m): 1670
sviluppo arrampicata (m): 1715
dislivello avvicinamento (m): 350

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: Gigi1983
ultima revisione: 13/08/18

località partenza: Rifugio Lagoni (Corniglio , PR )

punti appoggio: Rifugio Lagoni

bibliografia: ArrampicaParma

accesso:
Dal parcheggio del Rifugio Lagoni, si prende il sentiero 711 che affianca il lago sulla destra; circa 150metri dopo un ponticello in legno, si vede un bivio e si tiene la destra (indicazioni), quindi, appena prima della riva del Lago Scuro, si prende il sentiero sulla sinistra per il Passo di Fugicchia (segnalato). Arrivati al Passo, si svolta sulla destra in terreno semipianeggiante ( traccia e ometti) in direzione del Gendarme dello Scala, di fronte al quale attacca la via. Salire fino alla selletta tra il gendarme e la parete dello Scala, sulla dx si nota chiaramente una sosta attrezzata con catena e la targhetta metallica con il nome della via.

note tecniche:
La via è semplice e breve, la piu facile del settore, ma il panorama e l'ambiente sono di assoluta bellezza e la roccia (arenaria-macigno), se asciutta, ha un ottimo grip proponendo un'arrampicata divertente. Ideale per un primo approccio alle vie lunghe o, più semplicemente, per passare una bella giornata e rinfrancare lo spirito divertendosi.

E' possibile arrivare al passo di fugicchia anche dalle capanne di Badignana (il sentiero parte 200 metri circa prima del parcheggio dei Lagoni)

descrizione itinerario:
1° Tiro (20 metri circa, 5spit, difficoltà 4b con un passaggio di 4c+): si segue una evidente linea fino ad arrivare ad un leggero strapiombo da aggirare sulla sx, poi facile arrampicata fino agli ultimi 2 metri prima della sosta, in cui vi è un passaggio su placca liscia da superare in aderenza, passando alla dx dello spit. Si arriva quindi in sosta su un largo ed ampio terrazzino erboso ( due soste con catena, una vecchia e arrugginita, l'altra nuova)

2° tiro (30 metri circa, 7 spit, difficoltà III-IV con un passaggio di 5a): dalla sosta, si cammina 3 metri a destra sulla cengia, fino a intravvedere la serie di spit del secondo tiro. Partenza su ottime prese, fino a una fessura nella quale vi è il passo più difficile della via. Si tratta di un passo atletico, con un incastro , superato il quale l'arrampicata ritorna facile e piacevolissima all'interno di un diedro. Superato il diedro la via prosegue girando leggermente a destra su grandi massi e roccette (fare attenzione a non tirare roba smossa o marcia), quindi si arriva alla sosta (ve ne sono due vicine), con spettacolare vista sull'alta valparma, lago scuro, piana di badignana e crinale tosco emiliano.

Novità! I preferiti

Aggiungete con un clic sul cuoricino bianco l'itinerario ai vostri preferiti. Li ritroverete tutti nella vostra pagina personale