Fontananegra (Forcella) da Cianzopè, giro della Tofana di Rozes

sentiero tipo,n°,segnavia: sentieri nr 442-403-404-412
difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1730
quota vetta/quota massima (m): 2580
dislivello salita totale (m): 1150

copertura rete mobile
no operato : 100% di copertura

contributors: lancillotto
ultima revisione: 31/07/18

località partenza: Cianzopè (Cortina d'Ampezzo , BL )

punti appoggio: rif. Dibona- rif. Giussani

cartografia: Carta Tabacco nr 03 Cortina - Dolomiti Ampezzane

accesso:
Da Cortina d'Ampezzo seguire le indicazioni per Passo Falzarego. In corrispondenza della strada per il rif. 5 Torri, si trova un comodo parcheggio (loc. Cianzopè quota 1730) .

note tecniche:
In tutta la zona ci sono baracche di guerra e resti di trincee.

descrizione itinerario:
Dal parcheggio si ritorna indietro di un centinaio di metri per salire lungo il sentiero 442 che porta in breve al rif. Dibona. Il rifugio è raggiungibile anche in auto per strada alla fine sterrata, ma ben percorribile. Dal rifugio si sale per stradetta verso il Valon de Tofana imboccando il sentiero 403 che si dirige al rif. Giussani a Forcella Fontananegra da cui parte la via normale per la Tofana di Rozes, molto frequentata. Dal rifugio si cala verso la Val Travenanzes per buon sentiero, in qualche punto franato dopo i recenti nubifragi. Si lascia il bivio per la breve ferrata (Scala de Meneghel) e si arriva nel fondo della lunga Val Travenanzes nei pressi dell'omonima malga (circa mt 1950). Ora si risale la testata della valle fino a Forcella Col dei Bos mt 2331 punto di incontro di vari sentieri e volendo si può salire senza difficoltà all'omonimo colle mt 2559 dove si trovano ancora resti di baracche militari e filo spinato (panorama molto vasto). Per la discesa si può calare direttamente con il sentiero 402 (poi stradetta comoda, varie ripide scorciatoie) fino alla strada e con circa 1 km si raggiunge il punto di partenza. Alternativamente si può percorrere il bel sentiero 404 che resta alla base della Tofana e con vari saliscendi arriva a incrociare il sent. 414 che scende direttamente al parcheggio.

altre annotazioni:
Tutta la zona è stata teatro di combattimenti di cui si trovano ancora tracce