Mottarone da Armeno, anello con discesa su Agrano

difficoltà: MC / BC / S1   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Ovest
quota partenza (m): 500
quota vetta/quota massima (m): 1492
dislivello salita totale (m): 1250
lunghezza (km): 30

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: alfonsom
ultima revisione: 26/06/18

località partenza: Parcheggio Cimitero di Armeno (Armeno , NO )

cartografia: Carta Escursionistica n.17 Mottarone, Cai Est Monterosa ediz. Geo4map

note tecniche:
Il Mottarone, vera montagna tra i laghi, offre un panorama spettacolare che non si può solo descrivere, bisogna vederlo. Visto da lontano sembra quasi un enorme panettone pelato che, dall’alto dei suoi 1.492 metri, si rispecchia tra le acque di ben sette laghi.
La sua posizione geografica lo rende naturalmente meta di escursionisti e turisti fin dal 1800 per ammirare lo spettacolo che la sua vetta regala nelle giornate limpide: il panorama sul Lago Maggiore, le sue isole, il Monte Rosa, le montagne ossolane fino ai quattromila del Vallese è spettacolare.
Da Armeno, si sale su strade e carrarecce tra morbide colline, pinete, pascoli e boschi di castagno, faggio e betulla fino alla punta del Mottarone. La discesa con vista iniziale sul Lago d’Orta avverrà prevalentemente su un bellissimo single track con tratti tecnici e tratti flow.

descrizione itinerario:
Dal parcheggio del cimitero di Armeno si entra in paese e si pedala su strada asfaltata dentro al bosco e si guadagna quota con una serie di tornanti fino alla fraz. Coiromonte; prima delle case a sinistra la strada prosegue in salita per poi diventare sterrata con alcune rampe ripide alternate a tratti più facilmente pedalabili; si passa nei pressi del Monte del Falò e si prosegue sulla sterrata che in seguito entra in una bella faggeta di nuovo con rampette ripide.
Dopo uno slargo con area pic nic e fontana la strada termina sulla Provinciale che arriva da Armeno; si percorrono alcuni km su asfalto e dopo il bivio per Stresa si giunge al piazzale sotto al Mottarone; al bivio procediamo a destra passando sotto i piloni della seggiovia e del parco divertimenti fino ad un successivo bivio dove (inversione ad U) reperiamo una stradina lastricata ripida e stretta che in breve porta in cima. Scendiamo a fianco della pista da sci (tracce di sentiero sui prati) e dopo i parcheggi e i bar imbocchiamo l'asfalto direzione Est (verso Stresa/Armeno).
Subito dopo la curva, sulla destra prendiamo una sterrata che passa sotto le antenne e che diventa sentiero pietroso ben presto; al primo bivio andiamo a destra e percorriamo un bel single track a tratti tecnico con vista sul lago d'Orta fino a giungere ad una baita diroccata; subito dopo il guado del ruscello prendiamo a destra in discesa (attenzione c'è anche un sentiero che sale dritto).
Inizia un bellissimo single trail prevalentemente veloce e filante con alcuni tratti un pò più tecnici, rocciosi e qualche curva stretta che dopo una lunga discesa sbuca su una sterrata; andiamo a sin. in discesa e dopo pochi metri subito a destra in discesa affrontiamo un guado sul torrente Pesconetto; il sentiero prosegue in leggera salita fino a sbucare su un'altra sterrata dove in salita andiamo verso destra.
Si pedala per circa 100 mt. di dislivello D+ fino a incrociare un sentiero sulla sin.; lo prendiamo saliamo ancora un pochetto poi inizia una bellissima discesa veloce e filante nel bosco che percorriamo fino ad una radura con un bivio in mezzo agli alberi; andiamo a destra leggermente in salita per poi ridiscendere sempre su sentiero veloce e filante fino ad un quadrivio; tralasciamo la salita ripida di fronte e prendiamo la sterrata in discesa a sin e al successivo vicino bivio andiamo a destra in leggera salita dove al termine ha inizio un single trail divertente che dopo un pò sbuca su una strada asfaltata. Andiamo a destra qualche metro, poi subito a sin ancora sentiero in discesa con tratti tecnici fino alla cascata sopra al mulino di Pescone e in breve a Pescone, da dove su asfalto in leggera salita torniamo ad Armeno