Roncalla (Monte) e Groppo delle Ali

difficoltà: AD
esposizione prevalente: Varie
quota massima (m): 1680

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: lo65
ultima revisione: 24/06/18

località partenza: Rocca d'Aveto (Rocca d'Aveto , GE )

punti appoggio: Rif.Astass (incustodito), Biv.Sacchi (incustodito), Rif.Prato Cipolla

accesso:
Da Santo Stefano d'Aveto risalire verso il Passo del Tomarlo fino ad intercettare la carrozzabile asfaltata che in breve conduce a Rocca d'Aveto, dove si parcheggia nell'ampio piazzale alla partenza dell'impianto di risalita

note tecniche:
Anello che consente di percorrere le ferrate Ferrari e Mazzocchi;i tratti di collegamento sono contraddistinti da una segnaletica puntuale FIE e CAI e corredati da paline indicatrici ai vari bivi;i due brevi percorsi attrezzati(più difficile la Mazzocchi,specie se si affronta la breve variante centrale impegnativa),sono percorribili con la dovuta cautela e il necessario equipaggiamento anche da "ferratisti" alle prime armi

descrizione itinerario:
Dal parcheggio di Rocca d'Aveto si ripercorre in discesa la strada di accesso per qualche centinaio di metri fino a raggiungere sulla propria destra il civ.40;superato questo si noterà sotto il muro di cinta a valle un sentierino con vari segnavia,fra cui il triangolo giallo vuoto;seguiamo inizialmente questo segnavia con un percorso prevalentemente in falsopiano; dopo circa un'ora lasciamo il triangolo giallo(che risale a destra) e continuiamo diritti verso il P.sso Crociglia/Valle Tribolata;in breve troviamo sulla destra il cartello che segnala l'inizio del percorso attrezzato Ferrari;si seguono in ripida salita i bolli gialli fino a trovare il primo cavo;la ferrata termina con un salto di pochi metri in cui si può optare per una variante più impegnativa a destra ed una più semplice a sinistra;giunti al culmine del percorso attrezzato si segue una traccia evidente che porta a perdere quota scendendo a destra;si supera un primo bivio proseguendo diritti;al secondo crocevia si svolta a sinistra verso il Rif.Astass che si raggiunge in breve;dal rifugio ci si dirige al P.sso Roncalla;qui giunti si comincia a scendere a sinistra verso Lago Nero/Fontana Gelata;giunti a quest'ultima;si ricomincia a salire a destra verso il Biv.Sacchi che si raggiunge in 20 min.;subito dietro il Bivacco inizia la Ferrata Mazzocchi che presenta a metà percorso sia una via di fuga, sia(poco piu' avanti)una breve variante più impegnativa; giunti al culmine della ferrata,ci si dirige inizialmente,seguendo i segnavia bianco/ro

altre annotazioni:
ssi,verso la vetta del M.Bue(ben visibile da lontano è nei pressi della vetta il rifugio/ stazione d'arrivo degli impianti di risalita)fino ad intercettare l'evidente tracciato di una pista da sci;si segue quest'ultima in ripida discesa, giungendo in breve al prato Cipolla e quindi scendendo ulteriormente per sentiero si riguadagna in poco più di mezz'ora il parcheggio di Rocca d'Aveto.
Indicativamente l'intero percorso può essere coperto,con qualche piccola sosta e cercando di guadagnare tempo(senza correre)nei tratti di collegamento,in sei ore.