Grigna Settentrionale o Grignone da Colle di Balisio, anello per la Bocchetta del Nevaio

difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Est
quota partenza (m): 840
quota vetta/quota massima (m): 2410
dislivello salita totale (m): 1570

copertura rete mobile
vodafone : 60% di copertura
tim : 60% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: Andrea81
ultima revisione: 19/06/18

località partenza: Colle di Balisio (Ballabio , LC )

punti appoggio: Bivacco Riva Girani 1830 m, Rifugio Brioschi in cima

accesso:
Da Lecco si seguono le indicazioni per la Valsassina, raggiunto Ballabio si prosegue ancora sulla strada provinciale 62 per una manciata di km, fino alla frazione di Colle di Balisio, proprio all'inizio (dopo il distributore Tamoil) si stacca una sterrata, Via Grassi Lunghi, sulla sinistra (strada poco evidente), che va seguita per alcuni km parcheggiando nel grosso spiazzo nei pressi di una chiesetta intitolata al Sacro Cuore. Nonostante i numerosi posti auto, considerare che il luogo è molto frequentato quindi arrivando tardi si può trovare il posteggio pieno.
Partendo direttamente da Colle di Balisio si allunga di pochi km il percorso.

note tecniche:
Dislivello di quasi 1600 m ma con sviluppo piuttosto contenuto (15 km totali) per cui il percorso è sempre in buona pendenza.
Da evitare nei periodi più caldi, consigliato in tarda primavera o autunno.
L'anello (parziale) è percorribile anche nel senso opposto, ma è da considerare che la salita dal Bivacco Riva Girani alla Bocchetta del Nevaio, la cosiddetta via invernale, è un sentiero ripidissimo e molto faticoso, mentre il percorso dalla Bocchetta della Bassa offre un sentiero decisamente migliore.
In presenza di neve piccozza e ramponi al seguito.

descrizione itinerario:
Da Colle di Balisio o dalla chiesetta del Sacro Cuore (fontana) si segue la sterrata che a sinistra si inerpica lungo il corso di un ruscello (indicazioni per Piazza Spinola e Pialeral). Si toccano alcune cascine e sempre seguendo il tracciato della sterrata, che via via si restringe diventano una mulattiera, si arriva ad un bivio: si continua ora a destra nel fresco bosco di faggi inerpicandosi più ripidamente, seguendo il cartello indicante Piarelal e Rifugio Brioschi. A 1300 m si esce dal bosco e si raggiunge la zona dell'Alpe Cova, con tanto di laghetto e una fontana. Si prosegue ora in salita su una sterrata-cementata sino al Rifugio Antonietta al Pialeral. A questo punto la Grigna Settentrionale con la sua mole appare ben evidente di fronte a noi.
Si sale lungo il costone erboso e dopo aver superato una rada fascia boscosa si supera un prato con area pic nic e fontana (l'ultima) per iniziare la lunga salita su sentiero tra prati e roccette. A 1500 m si incontra un bivio (non segnalato) si continua sulla traccia a sinistra che piega progressivamente portandosi al centro del pendio del Grignone. Si entra in una piccola valletta e si sale a sinistra sotto una paretina rocciosa raggiungendo una sella dalla quale con un traverso ci si sposta verso sud attraversando alcuni canaloni. Dopodichè la salita riprende ad ampie svolte sul pendio arrivando alla Bocchetta della Bassa 2117 m.
Da qui non resta che percorrere il sentiero verso destra, che si mantiene qualche metro sotto il crinale, su percorso ripido ma non problematico (si supera qualche fascia di roccette) sino al Rifugio Brioschi posto proprio sotto la croce di vetta.
Per la discesa, volendo compiere un anello parziale, si prosegue seguendo la cresta in direzione nord, superando un fabbricato in cemento per poi scendere più repentinamente la cresta che diventa rocciosa. Si tratta del percorso invernale di salita, che è tutto attrezzato con dei fittoni e un cavo. In condizioni di terreno asciutto ovviamente questi risultano superflui, ma è comunque bene porre attenzione perchè in alcuni passaggi c'è un po' di esposizione.
Raggiunta la Bocchetta del Nevaio 2300 m, il sentiero prosegue in forte discesa a destra, percorrendo un ripidissimo pendio di erba e detriti (attenzione a non far rotolare pietrame), e molto velocemente si arriva al bivacco Riva Girani 1830 m, dal quale poco sotto ci si collega con il percorso di salita.

Novità! I preferiti

Aggiungete con un clic sul cuoricino bianco l'itinerario ai vostri preferiti. Li ritroverete tutti nella vostra pagina personale

Itinerari nei dintorni (Anche altre attività)

Grigna Settentrionale o Grignone da Colle di Balisio, anello per la Bocchetta del Nevaio - (0 km)
San Calimero (Cappella) da Pasturo - (2.4 km)
Nava (Piani di) da Pasturo - (2.6 km)
Grigna Settentrionale per la Val Cugnoletta e la via del Nevaio - (3 km)
Grigna Meridionale o Grignetta da Pian Fontana, anello Canalone Porta - Cresta Senigaglia - (3.1 km)
Tre Signori (Pizzo) Via del Caminetto - (3.1 km)
Grigna Settentrionale o Grignone da Baiedo, traversata per il Pizzo della Pieve (via del Cornell bus) - (3.2 km)
Grigna Meridionale o Grignetta da Piani Resinelli, sentieri Direttissima e Val Scarettone - (3.5 km)
Zuccone dei Campelli dai Piani di Bobbio, anello - (3.6 km)
Resinelli (Piani) da Ballabio - (3.9 km)
Grigna Meridionale o Grignetta da Piani Resinelli, sentieri Direttissima e Cecilia - (4 km)
Grigna Meridionale o Grignetta da Pian dei Resinelli, anello Direttissima-Cecilia, Bocchetta dei Venti - (4 km)
Grigna Settentrionale e Grigna Meridionale da Piani Resinelli, Traversata Alta - (4 km)
Grigna Meridionale o Grignetta da Piani Resinelli per la Cresta Sinigaglia - (4 km)
Rosalba (Rifugio) da Piani Resinelli, anello per Direttissima, sentiero Giorgio, sentiero delle Foppe - (4 km)
Grigna Meridionale o Grignetta da Piani Resinelli per la Cresta Cermenati - (4 km)
Campelli (Dente di) da Moggio per il Canalone dei Camosci - (4.1 km)
Campelli (Dente di) da Moggio per il crestone Sud - (4.1 km)
Zuccone dei Campelli da Culmine San Pietro - (4.1 km)
Pesciola (Bocchetta di) da Moggio - (4.1 km)
Zucco Pesciola Canalone della Madonna - (4.1 km)
Zucco Orscellera Cresta Sud - (4.1 km)
Cornetta (la) da Moggio - (4.1 km)
Sodadura da Moggio - (4.4 km)
Coltignone (Monte) giro del Parco Valentino - (4.7 km)