Mea (Bec di) La roccia dei padri

difficoltà: 7a+ / 6a+ obbl
esposizione arrampicata: Nord-Ovest

copertura rete mobile
tim : 60% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: caio65
ultima revisione: 18/06/18

altre annotazioni:
Chiamata così all’ atto dell’ apertura per ribadire che i padri del “ Nuovo Mattino” era al Bec di Mea che avevano iniziato a gettare il seme del movimento di cui presto la valle dell’ Orco venne ad esserne eletta simbolo.
La via in questione si trova nell’estremo settore sinistro del becco ed era stata salita da Bonfanti Grassi e Morittu.
All’ atto della richiodatura a fix oltre alla linea originale, nelle prime due lunghezze di cui la prima se vogliamo risulta essere un po forzata, è stata fatta una variante di attacco di due tiri che deposita direttamente sotto il diedro strapiombante di 7a + .
Gli stili sono completamente diversi a seconda che si segua una linea o l’altra.
Muretti a grattons per l’originale fessura e diedro per la variante. Secondo lo stile della via originale ( il diedro di 7a+ ) lo avevamo spittato abbiamo proseguito chiodando con tasselli inox il tutto.
L’ultimo tiro non segue la linea originale resa impraticabile dalla vegetazione ma trova l’uscita con una linea più diretta in un bel diedro aperto che termina con una difficile ribaltamento in una strettoia.

Attrezzatura realizzata salendo dal basso da Elio Bonfanti , Antonio Migheli, Claudio Pajola il 10/6/2018
Dopo precedente pulitura effettuata da Elio Bonfanti, Met Giudice, Claudio Pajola
L1 6a+
L2 6c ( singolo )
L3 7a+
L4 6c ( due singoli difficili )
L5 5c ( sosta su betulla )

Variante di destra
L1 6b+
L2 6c

Materiale : Tutto in posto 12 rinvii corde da 60 m
Lunghezza : 150 m sviluppo
Discesa : in doppia ( per reperire la prima doppia risalire qualche metro scendere facilmente sulla placca a destra e sul muretto reperire la prima calata ) Sequenza S5 > S3 > S2 > terra