Sanico (Parete di) Melissa Slimoncella

difficoltà: D+   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Est
quota partenza (m): 350
quota vetta (m): 550
dislivello complessivo (m): 200

copertura rete mobile
vodafone : 80% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: Garaca
ultima revisione: 04/06/18

località partenza: Sanico (Toscolano-Maderno , BS )

accesso:
Percorrendo la Gardesana occidentale prima di Toscolano Maderno, svoltare a sinistra verso Maclino, poi seguire le indicazioni per Sanico. Raggiunto Sanico, proseguire un paio di km lungo una strada molto stretta fino a una sbarra ( a DX), dove conviene lasciare l’auto.
Continuare lungo la strada asfaltata fino a una proprietà privata, salire il sentiero a sinistra (segni arancioni) e poco dopo, scendere a destra per ripida traccia fino a un sentiero più grande. Seguendo i vari ometti e segni arancione si traversa fino alla base della parete.
La via è la prima che si incontra, nome alla base. Partenza in comune con Let's Dance.

note tecniche:
Bella via dal carattere alpinistico.
Niente chiodi e neanche spit in via, solo cordoni in clessidre e su spuntoni . Anche le soste sempre solo con cordoni.
Calcale molto bello.
Ottima per imparare l'uso di nuts e friends.

descrizione itinerario:
L1: salire a sinistra e puntare a un diedro un po’ vegetale. Salire un pilastrino e poi un muretto verticale bella fessura (VI-), poi più facile alla sosta. Clessidre con cordone (40 m, V, VI-, IV+)
L2: salire a sx per facile crestina ,superare un facile camino fino a una placca che si sale a sx, per uscire dritti alla sosta.(30 m, III, V, V+)
L3: salire a dx per fino a doppiare uno spigolo; salire dritti per fessure e belle rigole, poi traverso delicato a sx. salire fino alla sosta su albero con cordoni e maillon (35 m, II, IV+, VI-). Sosta scomoda 2 m più sotto.
L4: salire il muretto a sx della sosta, traversare a sx fino a una bella lama che si segue fedelmente. Sosta scomoda su grande spuntone (25 m, V, IV+).
L5: Ignorare gli spits a sx (via moderna) ma traversare a destra sfruttando una fessura e un paio di buoni buchi.
Salire a dx per un bel diedro/camino, (qualche blocco mobile). seguire una bella lama, e sostare comodamente su pianta (35 m, VI-, V-, IV).
L6: salire adesso per le facili placche a rigole e sostare su spit e anello al primo terrazzo comodo (25 m, III, 1 spit della via moderna).
DISCESA
Dall’ultima sosta su anello una prima doppia da 25 metri a sx (faccia a monte); poi altre tre calate dritte da 25 + 25 + 30 m depositano nel bosco.
Da qui seguendo i bolli (qualche corda fissa) si torna all’attacco.