Ramaceto (Monte) da Pian dei Ratti

sentiero tipo,n°,segnavia: quadrato vuoto rosso
difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud
quota partenza (m): 65
quota vetta/quota massima (m): 1345
dislivello salita totale (m): 1350

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: Ten Ten titty79
ultima revisione: 12/12/18

località partenza: Pian dei Ratti (Orero , GE )

accesso:
Si puo' lasciare l'auto nel parcheggio poco prima o in quello poco dopo il bivio per Soglio, oppure direttamente a Soglio.

descrizione itinerario:
Dopo aver parcheggiato l'auto in uno dei due parcheggi in prossimita' del bivio per Soglio, appena imboccata la strada che appunto sale a Soglio, inizia la mulattiera (quadro rosso vuoto).
Si raggiunge un primo gruppetto di case, sbucando sulla strada asfaltata, e si recupera la mulattiera salendo una ripida e breve rampa cementata a fianco della casa a sx.
Si incrocia ancora la strada asfaltata e con un ultimo taglio su mulattiera si raggiunge in breve Soglio.
Poco dopo il piccolo spiazzo del posteggio, proseguendo su strada asfaltata, si sale a sx una scaletta che porta dietro una casa e da qui inizia la bella mulattiera che passa tra gli ulivi.
Si raggiunge in breve un bivio con su di un sasso 3 frecce con riquadro rosso; si prosegue in su, salendo vari terrazzini sempre tra gli ulivi, il percorso non e' sempre segnato dai quadrati ma la traccia di sentiero e' bene o male sempre evidente.
Dopo un ultimo tratto su strada asfaltata si raggiungono le prime case di Costa Soglio, le si supera sul lato sx riprendendo la mulattiera fino a sbucare in un piccolo spiazzo sterrato a monte di una casa.Si segue brevemente la strada sterrata e a sx, dove c'e' un altro piccolo spiazzo, prendere il sentierino che nuovamente passa sul lato sx del secondo gruppo di case di Costa Soglio.
Il sentiero passa tra ruderi di case e vegetazione molto invasiva, si sviluppa a mezzacosta nel bosco fino a raggiungere una piccola radura dove si ha a vista la meta.
Si ritorna nel bosco fino a che il sentiero raggiunge un piccolo spiazzo dove si incrocia una sterrata che sale dal lato opposto.
Da qui, volendo, si puo' salire il Monte Bello che si trova alle spalle, seguendo la breve e ripida traccia (Cima di scarso interesse, interamente immersa nel bosco).
Dallo spiazzo si prosegue verso il Passo del Dente, ora su percorso piu' agevole e piacevole, costeggiando le pendici del monte Mignano.
Una volta raggiunto il passo, a ritroso, si puo' salire in circa 10 min il monte Mignano, per facile ed ampia cresta.
Dalla cima si ha una notevole vista sul Ramaceto e Monte Dente.
Tornati al Passo del Dente, si continua a seguire il sentiero che taglia ora le pendici del Monte Dente, qualche breve tratto in discesa, attraverso una bellissima faggeta fino a raggiungere un bivio.
Si sale ora per traccia ripida sempre tra faggi fino a sbucare sui ripidi pendii.
Raggiunta la cresta, con breve deviazione a dx, si raggiunge la vetta del Monte Dente (piccola croce).
A ritroso si recupera la cresta ed ora la si tiene fedelmente, sempre con buon sentiero e segni, fino a raggiungere la prima vetta del Ramaceto (cappellina e madonnina).
Per raggiungere la vetta principale, occorre percorrere la bella cresta,, boscosa sul lato sx e panoramica sul lato dx.
Qui il percorso si sviluppa in una bellissima faggeta, con tratti molto panoramici, con qualche sali-scendi, fino a raggiungere la palina in legno indicante ''monte ramaceto''.
Alle spalle della palina, tra roccette e faggi, nel punto piu' alto della cresta, e' posto l'ometto di vetta.