Castiglione (Cresta di) dal versante Sud

sentiero tipo,n°,segnavia: Quadrato Giallo,Quadrato Giallo pieno.Tre punti Gialli,Linea punto
difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud
quota partenza (m): 820
quota vetta/quota massima (m): 994
dislivello salita totale (m): 1000

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: LuCiastrek
ultima revisione: 20/05/18

località partenza: Cappella dell'Assunta (Bosio , AL )

punti appoggio: B.B. a Capanne Superiori

cartografia: Parco Naturale Capanne Marcarolo

accesso:
Uscita autostrada a Masone seguire per Ovada arrivati al semaforo di Campo Ligure entrare in paese, quindi poi svoltare a dx per Capanne Marcarolo, al successivo incrocio stesse indicazioni poi si salgono 6/7 chilometri di strada stretta fino ad un altro incrocio dove si svolta nuovamente a dx per Piani di Praglia, dopo un paio di chilometri si giunge alla Cappella dell'Assunta, posteggio bordo strada.

note tecniche:
La Cresta di Castiglione è una bella cima, panoramica su tre versanti, la sua dorsale affilata sale dal rio delle Martelle da una quota di circa 500 metri e termina al Passo della Dagliola, rimane in parte oscurata a nord dal Monte Tobbio più alto di cento metri, ma non per questo è una cima da non considerare.
Questa gita permette di realizzare una bella camminata tra a/r di circa 22/23 chilometri in uno stupendo ambiente appenninico, interessante un tratto di sentiero che segue ad una quota poco più alta il torrente Gorzente, è un bel sentiero (lasciato in eredità a noi da uomini migliori, e che le nostre istituzioni non sanno conservare, questo vale anche per altri sentieri fatti sui nostri monti) costruito con muretti che lo mantengono in piano e che contorna le anse del torrente in un ambiente selvaggio, bello è anche il tratto aperto di recente dopo i lavori ultimati, dove si passa su una passerella sopra il lago Bruno.
Se guardiamo i dislivelli su cartina sono di poche centinaia di metri mentre invece OpenStreetMap che legge anche le piccole variazioni di quota dei sentieri da un dislivello complessivo di circa 1000 metri; gli ultimi 150 metri, del versante sud, tutti indicati da ometti fatti per l'occasione, si sale tra roccette a filo d'erba e volendo si possono anche salire due roccioni con paretine alte circa 6/8 metri con difficoltà F+, comunque evitabili. Dalla cima poi si può scendere al Passo della Dagliola e poi seguire il segnavia quadrato pieno giallo che porta a Cascina Carrosina, e da lì ritornare a Capanne Superiori.

descrizione itinerario:
Dalla Cappella dell'Assunta seguire verso Capanne Sup. un breve tratto di strada asfaltata, poi si trovano altre indicazioni e si prosegue su sterrata, si supera Case Menta e su bel sentiero si raggiunge la diga del ex lago Badana;
altre indicazioni fanno proseguire in discesa verso il lago Bruno, superato un ponte si sale un breve tratto dove un bivio con paline indica di proseguire a dx si costeggia il bel lago Bruno poi si passa su una passerella aerea molto bella sopra l'acqua dello stesso e si giunge alla diga. Invece di superare la diga si prosegue verso un cancello (indicazioni Ponte Nespolo, segnavia linea punto) a fianco dello stesso c'è un passaggio, si scende e dopo breve si gira a sx si attraversa una uscita colmo acqua del lago e si prende un bel sentiero che cammina a fianco del Gorzente, si prosegue fino a quando non si incontra una palina segnaletica che indica di proseguire per il Monte Tobbio;
si attraversa il torrente poi si supera Cascina Preadoga e si prosegue sempre in un ambiente selvaggio con più ruscelli, e dopo un lungo tratto si giunge a Cascina Carrosina da dove si può vedere la meta da raggiungere.
Dopo la cascina si giunge ad un bivio nel bosco, si sale al centro delle due stradine dove c'è una palina, e si prosegue nel bosco senza segnavia e sentiero, ma intuitivo come percorso aiutati anche da ometti, si esce poi allo scoperto e seguendo sempre gli ometti o proseguendo dritti si sale tra roccette affioranti scegliendo la via più congeniale, come scritto nelle note si possono fare anche passaggi di arrampicata, oppure evitarli lateralmente fino ad arrivare alla croce di vetta.
Per il ritorno seguire la stessa via oppure scendere al Passo della Dagliola, seguire il segnavia quadrato pieno poi raggiunta Cascina Preadoga invece si fare il sentiero dell'andata proseguire con il segnavia quadrato pieno che permette di vedere dall'alto il Gorzente e la via fatta al mattino dalla sponda opposta, si raggiunge in seguito la diga del lago Bruno dove una volta attraversata si riprende il sentiero che ritorna alla Cappella dell'Assunta.