Lugo (Parete di) Equilibrio mentale

difficoltà: 4 / 4 obbl / A3
esposizione arrampicata: Est
quota base arrampicata (m): 400
sviluppo arrampicata (m): 120
dislivello avvicinamento (m): 100

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: ignoto
ultima revisione: 08/05/18

località partenza: Lugo di Grezzana (Stallavena-lugo , VR )

vedi anche: http://www.sassbaloss.com/pagine/uscite/valpantena/valpantena.htm

accesso:
Dal casello di Verona Est seguire le indicazioni per la Valpantena e raggiungere il comune di Grezzana. Continuare lungo la strada principale oltrepassando la piccola frazione di Lugo; svoltare a sinistra in via Giroli e lasciare l'auto nel piccolo parcheggio di fronte alla fontana (pochi posti auto). Da qui è ben visibile il tetto orizzontale che caratterizza la parte alta della via.
Proseguire attraversando il prato (proprietà privata) ed entrare nel recinto (cancelletto da richiudere accuratamente) dove si trovano delle pecore. Imboccare l'esile traccia verso sinistra (ometti) che conduce al termine della recinzione; nei pressi del torrente è possibile scavalcarla facilmente. Continuare nel bosco seguendo un sentiero poco marcato ma evidente (diversi ometti) che conduce nei pressi della cascata che corre a destra del tetto (viso a monte). Raggiunta la pozza basale attraversarla verso sinistra e risalire il conoide terroso che conduce alla base della parete. Qui un'esile cengia consente di spostarsi a destra (viso a monte) per circa 15 metri e raggiungere l'attacco (scritta).15minuti dall'auto.

note tecniche:
MATERIALE: minimo 15 rinvii, 1cordino aperto da 6/8mm per clessidre, alcuni Friends misure piccole per la partenza della terza lunghezza. Per ogni componente della cordata: 2 staffe, 2fifi, 1cliff tipo Taloon BD, 1cliff tipo Grappling Hook BD o 1cliff classico.

PROTEZIONI: Fix da 10mm, golfari da 8mm, chiodi a pressione, chiodi normali, clessidre, un head lasciato in loco.

TEMPO DI SALITA: 4/5 ore

NOTE: L’itinerario punta al superamento del grande tetto di 8 metri affacciato sull’abitato di Lugo, in Valpantena. Aperto dal basso da M.Stefani nel dicembre 2017 con largo uso di cliff, è poi stato integrato con ulteriori fix artigianali per rendere più sicura e divertente la progressione. Rimangono comunque obbligatori diversi passi su ganci tra una protezione fissa e l’altra, anche consecutivi e talvolta su fori scavati: risulta quindi necessaria una minima esperienza nel posizionamento dei cliff, oltre ad una padronanza delle staffe su tratti orizzontali.Tutte le soste sono state attrezzate con Fix e Golfari da 10mm, predisposte per la calata.Via dedicata al Berto Marampon, grande artificialista e magica persona.

descrizione itinerario:
1° tiro:
salire la placca strapiombante e dopo pochi metri effettuare un leggero spostamento a destra. Continuare poi in verticale sino alla sosta (golfaro+fix) posta su di una comoda cengia. 15 Mt., A2, A3, 7 fix, passi su cliff

2° tiro:
spostarsi a sinistra e rimontare in libera la placca(IV). Raggiunto il primo fix continuare superando una sequenza di strapiombini. Raggiunta un'esile cengia spostarsi a sinistra in direzione di un diedrino che conduce alla grande terrazza di metà parete. Sfruttare la sosta di sinistra (clessidre+cordone+libro di via). La sosta più a destra (2 fix+maglie rapide) è per la discesa.
40 Mt., IV, A2, A3, IV, A1, IV-, 5 fix, 1 copperhead, 2 chiodi, 1 chiodo a pressione.

3° tiro:
lunghezza chiave della salita. Salire la placca strapiombante e infine traversare a sinistra guadagnando la sosta (fix+clessidra+cordone) alla base del tetto. 30 Mt., A3, 9 fix, 1 chiodo, 1 clessidra da cordonare con kevlar aperto.Molti passi su cliff.Utile un friend piccolo per la partenza.

4° tiro:
superare il tetto e i successivi muretti. Uno spostamento a sinistra consente di guadagnare facilmente la sommità. Prestare molta attenzione agli attriti delle corde. Sostare (pianta+cordone) nei pressi della strada.
35 Mt., A2, IV, A2, III, 8 golfari, 4 fix, 1 chiodo, 1 chiodo a pressione, 1 clessidra con cordone, 1 pianta con cordone.

DISCESA:
La discesa avviene in corda doppia sfruttando delle soste fuori via.
Dal termine della via traversare verso sinistra (viso a monte) per circa 25 Mt. seguendo una traccia fino ad identificare un albero con bollo blu. Da qui effettuare una calata di 20 Mt. Raggiunta una terrazza spostarsi a sinistra (viso a monte) fino ad un grosso golfaro. Compiere ora una seconda calata di 25 Mt che consente di raggiungere il grande terrazzo a metà parete. Attraversarlo verso destra (viso a monte - ometti), oltrepassare la S2 e raggiungere la sosta di calata (fix) descritta nel secondo tiro. Da qui, con una calata di 45 Mt. si raggiunge nuovamente la base della parete.
Rientrare alla macchina percorrendo a ritroso il sentiero d'avvicinamento.20/30 minuti all'auto