Crepacuore (Monte) da Campocatino

tipo itinerario: su dorsale
difficoltà: MR   [scala difficoltà]
esposizione: Varie
quota partenza (m): 1781
quota vetta/quota massima (m): 1997
dislivello totale (m): 400

copertura rete mobile
vodafone : 80% di copertura

contributors: pulici
ultima revisione: 18/02/18

località partenza: Guarcino (Campocatino , FR )

bibliografia: Lazio Sud - Zampetti - Le più belle escursioni it.12

accesso:
Casello Roma - Napoli di Anagni-Fiuggi, poi Fiuggi e Guarcino oppure SR da Subiaco e Piani di Arcinazzo direttamente a Guarcino

note tecniche:
Gita di scarso dislivello ma di medio sviluppo, 10 km circa a/r. Panorami sempre vastissimi. Valutare le condizioni nevose sul traverso lato N del Pozzotello e nella risalita all'omonimo valico, sempre lato N.

descrizione itinerario:
Il percorso ha inizio dalla stazione sciistica di Campocatino, raggiungibile dal (e solo dal) paese di Guarcino. Lasciata l’auto in fondo all’ultimo piazzale asfaltato si scende subito all’interno della grande conca naturale che ha evidentemente dato nome alla località; questa si taglia in maniera diretta in direzione Est seguendo i segnavia n° 602/Sentiero Frassati fino a risalire i primi pendii che portano alla scultura del “Cacciavento“ (due lastroni di vetro ad angolo retto). Da questo primo crinale il panorama in direzione dei vicini Monti Simbruini diventano subito ampio ed interessante: si contano (da destra a sinistra) le cime del Viglio, del Cotento, del Tarino, di Cima di Vallevona e del Monte Autore. Più vicino, in basso, la profonda valletta che discende al Pratiglio di Sant’Onofrio. Proseguendo verso Sud-Est sul largo crestone si scende leggermente oltre la sella che separa il Monte Vermicano (due impianti di risalita sulle sue pendici) dall'elegante Peschio delle Cornacchie (fronte roccioso sulla sx ad incombere sul bosco) per poi iniziare subito un traverso (paline) che conduce fino alla Sella del Pozzotello (bello il colpo d’occhio sui monti Crepacuore e Viglio). Da qui si volge a sx, senza proseguire per il vicino monte Pozzotello 1993m, per discendere (tratto ripido, 150m) nella bella conca dove si trova l'edificio denominato rifugio Pozzotello (malandato e del tutto impraticabile) e raggiungere il valico tra il Pozzotello (a dx) ed il Peschio delle Ciavole (a sx) che si raggiunge con un breve strappo (croce), 1 ora dalla partenza. Da lì si procede per cresta (salto roccioso praticabile attraverso un canalino nevoso, utili picca e ramponi) o con un aggiramento con modesta perdita di quota, fino al largo valico della Selvastrella (1858m). Da lì fino al Monte Crepacuore scavalcando due sommità, 2 ore dalla partenza. Ritorno per lo stesso itinerario oppure discendendo direttamente dal Crepacuore verso Sud fino alla valletta, da risalire bosco fino al predetto diruto edificio e poi faticosamente alla Sella del Pozzotello e rientro per il crestone percorso all'andata.

Novità! I preferiti

Aggiungete con un clic sul cuoricino bianco l'itinerario ai vostri preferiti. Li ritroverete tutti nella vostra pagina personale