Tasman Glacier Mount Cook National Park

tipo itinerario: ghiacciaio
difficoltà: OSA   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Varie
quota partenza (m): 1270
quota vetta/quota massima (m): 3754

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: philip
ultima revisione: 19/12/17

località partenza: Tasman Saddle Hut, q. 2300 m (undefined , undefined )

punti appoggio: Kelman Hut, Tasman Saddle Hut, Plateau Hut

cartografia: NZ TopoMap carta 1:50,000 fogli BX15 e BX16

vedi anche: http://www.avalcotravel.com/writable/file/NUOVA%20ZELANDA%20SCIALPINISMO%202014%20Club%20Avalco.pdf

accesso:
La Tasman Saddle Hut costituisce la base migliore per effettuare le gite scialpinistiche nell'alto Tasman Glacier. In alternativa, c'è la vicina Kelman Hut 2450 poco sopra la Tasman Saddle.
Fino al 2012 esisteva la De La Beche Hut, a quota 1600 m, alla base dell'omonimo sperone alla confluenza tra i ghiaccaiai Tasman e Rudolf. Utile per tutti gli obiettivi nel basso Tasman glacier. E' in progetto la ricostruzione.
Per le ascensioni dal Grand Plateau, sotto le grandi pareti del Mt Cook e del Mt Tasman c'è la Plateau Hut 2200 m.
Tutti questi rifugi si possono raggiungere con una lunga e faticosa marcia di almeno 2 giorni da Mt Cook Village. In alternativa sono disponbili gli elicotteri.
La Tasman Saddle Hut e la Kemlam Hut possono anche essere raggiunte in sci proveniendo dalla Murchison Hut, passando la Tasman Saddle.

note tecniche:
Tutti i rifugi dell'area hanno 10-20 posti in media, sono sempre aperti ma non custoditi. Occorre portarsi saccoletto, cbo e gas per cucinare.
Dispongono di telefono per emergenze e per chiamare gli elicotteri.
Il costo del pernottamento è mediamente di 35 NZ$ a notte, 20 NZ$ per i soci del Club Alpino neozelandese (NZAC). Non si può prenotare in anticipo. Il pagamento dei pernotti si può fare online sul sito del NZAC, oppure a Mt Cook Village o Fox Glacier Village presso gli uffici del DOC (Dept. of Conservation).

descrizione itinerario:
Itinerari suggeriti dalla Tasman Saddle Hut o dalla Kelman Hut:

HOCHSTETTER DOME West 2810 m e East 2827 m
Dal rifugio, attaccare direttamente i pendii sud della montagna, senza passare per la Lendenfeld Saddle che si lascia a sinistra. La vetta ovest si raggiunge sci ai piedi; quella est con ramponi negli ultimi 60 m.
Discesa brillante lungo il Tasman Glacier, generalmente fino a quota 1700 m circa.
DARWIN SHOULDER 2320 m
Bei pendii su pendenze ideali per lo sci, con linee che scendono fino a quota 1900 m circa sul ghiacciaio Tasman.
MOUNT AYLMER 2700m
Un itinerario diretto dal rifugio e piuttosto evidente. Gli ultimi 50 m sono ripidi ed esposti (piccozza e ramponi consigliati). Vista eccezionale sui ghiacciai Murchison, Tasman, e su tutto il massiccio, fino al mare.
GRAHAM SADDLE 2635 m e TRAVERSATA AL FRANZ JOSEF GLACIER
Si tratta di un percorso grandioso, ma lungo e decisamente impegnativo tecnicamente e fisicamente (soprattutto con zaini pesanti).
Dalla Tasman Saddle Hut scendere per il Tasman Glacier fino a quota 1200 m circa (gli ultimi 200 m probabilmente a piedi, su morena pietrosa ed evitando i molti crepacci). Entrare nel vallone del Rudolf Glacier, dove si calzano gli sci appena si ritrova la neve.
Arrivati a quota 1800 m circa, piegare decisamente a destra e risalire (ramponi e piccozza) per circa 300 m i ripidi pendi (40° e oltre) alla destra della seraccata. A quota 2100 m circa occorre spostarsi progressivamente a sinistra, tornando sul ghiacciaio a monte della seraccata, con passaggi tutti da inventarsi tra i crepacci. Da quota 2200 m si calzano gli sci e si raggiunge facilmente la Graham Saddle 2635 m.
Scendere sul lato opposto (i primi 40 m sono ripidi e possono essere ghiacciati) sul Chamberlin Snowfield, tenendo la sinistra senza perdere troppa quota, fino ad avvistare la Centennial Hut, posta a 2400 m sulla spalla nord che scende dal Mount Jervois.
Una alternativa forse possibile per la traversata è salire sulla sinistra del Rudolf Glacier e raggiungere il colle tra Mount Jervois e Aigrette. La discesa sul versante nord richiede una o più calate in corda doppia.
MOUNT ELIE DE BEAUMONT 3109 m.
Questa magnifica vetta si raggiunge dal Anna Glacier e quindi (normalmente) per il lato sinistro, passando nei pressi del Walter Col. Non sempre l’itinerario è fattibile, a causa dei numerosi crepacci e seracchi.
MOUNT ABEL 2688 m
un ripido canale (45° e oltre, rocce) sul versante ovest conduce quasi in vetta.
Linee di sci estremo sono forse possibili, con innevamento abbondante, sui canali del versante nord del Mount Annan e del Mount Darwin.
DARWIN GLACIER
Ascensioni impegmative possibili al Mount Darwin 2952 m (tratti di arrampicata) e al Mount Hamilton 3025 m (sci ripido). Raccomandabile il circuito Darwin Glacier - Bonney Glacier - Turnbull Glacier, con ritorno sul Tasman a quota 1500 m circa.
MINARETS (West 3031 m, East 3040 m)
dal Tasman Glacier a quota 1500m circa, si può salire a destra del La Beche Ridge, passare sotto la cima de La Beche e raggiungere il colle tra le due vette dei Minarets, da cui è possibile scendere sul ghiacciaio Franz Josef. Percorso difficile, ripido, con molti seracchi e crepacci. Date le incertezze e i tempi lunghi di percorrenza, non è da considerarsi come attraversamento sicuro sul versante Franz Josef.

GRAND PLATEAU
Il Grand Plateau è un vasto bacino glaciale sottostante le imponenti pareti est del Mount Cook e del Mount Tasman, alla quota media di 2200 m. In primavera, ci si può arrivare con i piccoli aerei o elicotteri che fanno servizio da Mont Cook Village, atterrando nei pressi della Plateau Hut 2200 m.
E’ una base eccezionale per grandi vie di misto e ghiaccio, di elevata difficoltà, ma con limitate possibilità per lo sci, se non ripido o estremo.
Il passaggio più naturale verso il Fox Glacier è il Pioneer Pass 2759 m , che si raggiunge, con percorso lungo e complesso attraverso molte zone crepacciate, dalla Plateau Hut per il Glacier Dome, il Freshfield Glacier e l’ Haast Glacier.