Barmacotse Spigolotto

difficoltà: 6b+ / 5c obbl / A0
esposizione arrampicata: Sud-Est
quota base arrampicata (m): 350
sviluppo arrampicata (m): 250
dislivello avvicinamento (m): 100

copertura rete mobile
wind : 100% di copertura
no operato : 25% di copertura

contributors: ETI michele motta
ultima revisione: 09/06/19

località partenza: Strada romana (Donnas , AO )

punti appoggio: Donnas

accesso:
Lasciare l'auto nel parcheggio della strada Romana all'uscita di Donnas.

Dal parcheggio seguire a piedi la pedonale che costeggia la statale sempre in direzione Forte di Bard/Aosta per duecento metri fino al bivio della vecchia strada per il Forte di Bard (quella che porta alla Bistecca). Dopo pochi metri su questa strada si trova una rampa cementata a destra, sulla verticale della parete. Al termine della rampa sale un sentiero a gradini con bolli blu tra le vigne abbandonate. I bolli blu portano diritti alla via GIF. Arrivati in vista dell'attacco di questa via, andare a destra per tracce di sentiero che costeggiano la base della parete e superano 2 muretti a secco. Si arriva a una enorme lama staccata dalla parete con due monotiri (settore Polpetta) fiancheggiata sulla destra da un muraglione a secco. Salire sulla destra il muraglione e tornare a sinistra, l'attacco si trova in corrispondenza dello spigolo immediatamente a destra della lama con i monotiri. Una variante più dura attacca qualche metro a destra, egualmente protetta a fix. (15 min).

note tecniche:
Bella via, molto aerea, su roccia lavorata a buchi; solo un tratto di L6 (3 spits) presenta roccia decisamente 'sabbiosa' (da superare comodamente in A0).
La chiodatura è eccellente su spit da 10, ravvicinata e rassicurante. Portarsi 18 rinvii.
Le soste non sono tutte attrezzate per la discesa, ma, in caso di bisogno, ci si può arrangiare con le vie adiacenti.
L'ideale è scendere a piedi: dall'uscita della via raggiungere una catena inox sulla cresta una ventina di metri più in alto, da lì si nota una paretina in alto con monotiri, e una paretina sulla destra caratterizzata da una specie di spigolo strapiombante sulla destra: il sentierino segnalato (ometti) dei settori d'arrampicata della frutta (ciliege, prugne, mele, ecc.) passa alla base di questa paretina. Raggiungere la sua base al meglio attraversando placche abbattute e un canalino.
Seguendo il sentierino (sulla destra) si incontra dopo una corda fissa i segni gialli del sentiero principale, da seguire verso destra per arrivare al settore dei Biellesi e quindi all'antica strada romana.

descrizione itinerario:
L1: salire lo spigolo spostandosi verso destra in placca. 5+-6a. 30 m
L2: dapprima in fessura (molto bella), poi in strapiombo ed infine in placca verso sinistra. 6b. 25 m
L3: seguire la placca fino alla sosta, nascosta sulla sinistra sotto uno strapiombo scuro. 5+. 25 m
L4: tornare sulla destra, superare lo strapiombo con buoni appigli e proseguire nel muro successivo molto aereo con passo atletico finale. 6b+. 25 m
L5: lunghezza breve su placca. 5. 15 m
L6: spostarsi a sinistra su roccia che si sfalda; per i primi 3 spits è possibile salire in A0, poi la roccia migliora, si supera un diedrino ed una bella placca lavorata. 6a+/A0. 25 m
L7: in verticale su placca lavorata e strapiombino ben manigliato finale. 5+. 20 m
L8: breve tratto tecnico su placca, poi traverso a sinistra sino in vetta. 6a. 30 m

altre annotazioni:
Aperta 01/09/2007 dalla Guida Alpina Andrea Plat e da Simona Morbelli.