Alpe Campo (Bivacco) da Otra

sentiero tipo,n°,segnavia: 271/a, 271
difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 872
quota vetta/quota massima (m): 1889
dislivello salita totale (m): 1017

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: franco1457
ultima revisione: 30/05/17

località partenza: Otra (Campertogno , VC )

punti appoggio: Alpe Campo

accesso:
Da Varallo proseguire sulla strada per Alagna fino ad arrivare a Campertogno. Al centro del paese, dove la strada si restringe (fra i due semafori) prendere una strada a sinistra che su un ponte attraversa il fiume. Svoltare a destra e prosegueire sempre diritto fino ad arrivare in breve in un ampio parcheggio dove partono i sentieri.

note tecniche:
La baita d'alpeggio del Campo è stata adibita dal CAI a Punto d'Appoggio nel 1975 per consentire all'escursionista di trascorrervi la notte e prepararsi la cena. E' dotata di letti e coperte per 11 persone e delle pentole occorrenti per procurarsi vivande calde. L'escursionista dovrà portare la legna per accendere il fuoco. L'acqua viene attinta dal vicino torrente.

descrizione itinerario:
Dal parcheggio salire sulla strada sterrata dove poco dopo si trova un bivio con i sentieri 271 e 271/a. Dalle relazioni del CAI il sentiero 271 è diventato disagevole in seguito all'alluvione del 1978 per cui serve la massima attenzione nei posti più esposti. Noi decidiamo di salire il 271/a, leggermente più lungo ma sicuro. Si sale sulla strada con ripidi tornanti fino ad un bivio dove si prende un sentiero a dx che raggiunge una cappella a quota 1113. Ritornati sulla strada si volge a destra e con un lungo traverso si congiunge con l'itinerario 271. Si sale in un fitto bosco di faggi e abeti, si tocca l'Alpe Cascine e quella diroccata della Giavinaccia m. 1146: Il sentiero ora si porta sulla sinistra orografica del torrente a mezzo di un ponte, raggiunge in piano l'Alpe Campello e subito dopo l'Oratorio dedicato alla Madonna della Neve.
La via sale gradualmente e accosta le alpi Rosè m. 1265, Banchelle m. 1365 e Canvaccia m. 1544. Dopo Canvaccia il percorso prende quota, supera il tratto scavato nella roccia, si porta su terreno di magri pascoli, passa dalla "fontana dei preti" e lascia in basso a sinistra l'Alpe Casere di sopra m. 1706. Si sale ancora e si sbuca sul pianoro dell'Alpe Campo m. 1889.

Novità! I preferiti

Aggiungete con un clic sul cuoricino bianco l'itinerario ai vostri preferiti. Li ritroverete tutti nella vostra pagina personale