Santa Lucia (Uia di) Via normale con variante Ratti - arrampicata - Entracque, Piemonte

Santa Lucia (Uia di) Via normale con variante Ratti

difficoltà: 6a+ / 5b obbl
esposizione arrampicata: Nord-Est
quota base arrampicata (m): 1350
sviluppo arrampicata (m): 50
dislivello avvicinamento (m): 300

copertura rete mobile
tim : 20% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: andreaparodi baley93
ultima revisione: 30/06/20

località partenza: Entracque (Entracque , CN )

accesso:
Da Entracque si segue la strada per Trinità e si lascia l’auto presso un colletto (1081 m), cartello direzione tetti violino.
Si prende una carrareccia che sale ad una piccola costruzione in cemento, poi si imbocca a sinistra il sentiero dell’acquedotto, che taglia nella faggeta, orizzontale. Giunti al secondo tombino, si sale il ripido pendio coperto di faggi, fino sotto la parete nord dell’Uia(lapidi). (20 Min)
Si taglia a sinistra sotto le balze rocciose, poi occorre inerpicarsi per un ertissimo pendio canale, fino sotto una parete. Traversando a destra, si arriva al comodo colletto che separa l’arditissima Uia di Santa Lucia dal Caire dell'Uia. Ancora a destra si guadagna una cengetta con nuovo fix inox di sosta(30 min circa dall’auto).

note tecniche:
È un’elegantissima guglia calcarea che sovrasta la frazione Santa Lucia di Entracque. Ritenuta pericolosissima per alcuni incidenti mortali avvenuti negli anni Quaranta e Cinquanta del secolo scorso, in realtà, seguendo la logica variante Ratti, offre una bella e difficile scalata, su roccia abbastanza buona. La via è in gran parte attrezzata con vecchi chiodi, non sempre affidabili. Portare 5-6 chiodi, alcuni nut, friend fino al 3 BD.

descrizione itinerario:
1) Si attacca un evidente diedro,leggermente strapiombante,che si rimonta per intero(V, V+, VI, alcuni vecchi chiodi e un nut). Uscendone a destra, per gradini si guadagna una cengia. 25 m (sosta due fix inox)

2) Si traversa a destra per cinque metri, si sale (IV+) ad una bella fessura che si rimonta (V). Spostandosi a destra (V+) si raggiunge una placca con due chiodi, che si supera(VI+), poi per rocce gradinate (IV) si guadagna la vetta. 25 m (2 fix inox di sosta).

Discesa: sulla sinistra ci sono 2 fix inox da 10 + moschettone; una doppia di 40 metri nel vuoto riporta al colletto tra Uia e Caire.

altre annotazioni:
G. Ellena, A. Quaranta, E. Soria (1 ottobre 1933) la via originale che sale un primo tiro più a destra. Primo tiro di questa variante, aperto da Vittorio Ratt , ottobre 1939.