Bucie (Bric) Cresta Nord

difficoltà: PD-   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Ovest
quota partenza (m): 1750
quota vetta (m): 2998
dislivello complessivo (m): 1250

copertura rete mobile
wind : 60% di copertura
vodafone : 73% di copertura
tim : 40% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: marcotezza LuCiastrek
ultima revisione: 27/08/19

località partenza: Bout du Col (Prali , TO )

punti appoggio: Rif. Lago Verde

cartografia: IGC Monviso n°6

accesso:
Da Pinerolo risalire la val Chisone fino a Perosa Argentina, all'uscita paese svoltare a sx per Ghigo di Prali dove una volta giunti si prosegue oltre fino a Prali, si supera la partenza seggiovie 13 laghi, si continua ancora per un tratto sempre in via Malzat fino ad un bivio (non ci sono indicazioni), si continua dritti e quando termina l'asfalto (é presente un cartello segnaletico) continuare sulla sterrata di dx fino a Bout du Col.

note tecniche:
Il Bric Bucie e' la cima piu' alta nello spartiacque tra le valli Germanasca e Pellice. E' conosciuta per le vie sulle sue creste ("via accademica") e per gli itinerari di roccia di Bessone e Michelin.
Lungo la via ci sono delle brevi perdite di quota ma sommate tra a/r sono altri 150 metri circa da aggiungere.

descrizione itinerario:
Da Bout du Col (1750) raggiungere per comoda mulattiera poi in seguito sentiero il Rif. Lago Verde (2583 m) in circa 2.30h.
A bordo lago é presente una palina che indica la direzione da seguire, continuare su bel sentiero per il colle di Valpréveyre si sale a tornanti fino alla palina del colle dove si può scegliere tra due opzioni.
La prima é quella di proseguire sul sentiero che scendendo perde un poco di quota fino a quando si nota una evidente traccia a sx che contorna lo scivolo roccioso della punta Fournas e che conduce all'ampio canale che scende dal colle Passetta; si imbocca la traccia che sarà di aiuto nell'ascesa al colle.
L' altra opzione é quella che dal colle Valpréveyre si può seguire a sx la cresta che conduce alla punta Fournas (difficoltà PD- per la punta) arrivati alla sua anticima si scende ad un piccolo colletto, si perdono una decina di metri di quota e ci si trova sul canale del colle Passetta si gira a sx ed in breve si é al colle.
Attaccare la cresta N/E verso la cima ormai vicina, seguendo delle tacche bianche di vernice, su rocce rotte e terrazzini erbosi(stelle alpine) fino a giungere sotto la parete dell'anticima, la si aggira a dx in un corridoio pieno di massi per poi uscire sotto la parete nord della cima in un punto un poco esposto.
Seguendo le tacche bianche che girano leggermente a sx si percorre un tratto di parete e si ritorna sul filo di cresta a pochi metri dalla cima, ometto e libro di vetta.