Sugiton (Calanque de) Socle de la Candelle - Settore Temp - La Civa

difficoltà: 6a / 5c obbl
esposizione arrampicata: Sud-Ovest
quota base arrampicata (m): 70
sviluppo arrampicata (m): 170

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: Brusch Red Fab
ultima revisione: 06/05/19

località partenza: Luminy (Marseille , 13 )

bibliografia: Escalade Plaisir Alpes du Sud, Provence - Ed. Olizane; Calanques Escalade - Ed. VTOPO

accesso:
Parcheggiare di fronte alla facoltà di Architettura a Luminy, quindi seguire la strada sterrata che conduce al Col de Sugiton. Proseguire verso SE - traccia verde - in orizzontale. Dopo aver superato la grande ansa sottostante la falesia du Virage, con i suoi grandi tetti, non seguire i segnavia che portano a salire verso sinistra, ma proseguire dritti in leggera discesa (traccia rossa scolorita), superando una barriera metallica e proseguendo oltre la stessa. Dopo aver superato sulla sinistra il Couloir du Candelon, una volta arrivati all'altezza della parete, abbandonare la traccia rossa (che prosegue dritta) e prendere l'evidente sentiero verso sx che in obbliquo conduce ai piedi della parete stessa. Un grosso tronco spezzato ai piedi della parete fa da riferimento per l'attacco delle vie.

note tecniche:
Sostenuta e continua nelle difficoltà 5c/6a.
Divenuta una classica della parete insieme alla vicina Le Tempe, presenta in diversi passaggi una roccia abbastanza patinata.
Se si decide di proseguire sino in cima su Le Temple, utili friend medi per la lunghezza di L6. Ultimi tre tiri d'uscita (L6, L7 e soprattutto L8) con roccia piuttosto friabile.

descrizione itinerario:
La Civa è la terza via circa 20m a dx del tronco spezzato e parte in una larga goulotte/erosione. Alla sua sinistra parte Mahavisnu (6b, nome alla base). Alla sua destra si trova la via Temple (5c+) che parte in un caratteristico diedro fessurato.
L1 - 6a: erosione con fessura e poi placca, atletico
L2 - 6a: placca a gocce d'acqua e poi muretto atletico da cui uscire verso sx per la sosta (si incrocia Mahavishnu 6b che prosegue verso dx in un diedro).
L3 - 5c: 2m a sinistra (delicato) quindi bella fessura sulla verticale
L4 - 4c: un po' tortuoso, 15m verso sx in placca quindi risalita sino alla sosta (in comune con Mahavishnu) in una leggera conca della roccia
L5 - 5c: a sx in diedro fessura (4c) e poi breve placca (5c) verso dx per la sosta su cengia
Da qui possibilità di calata in doppia (35m, 25m e 45m) o si può proseguire sugli ultimi 3 tiri di Le Temple (5c+, 5c, 5a).
L6 - 5c+: risalire la fessura e poi proseguire a sinistra
L7 - 5c: un passaggio verticale al di sotto della sosta
L8 - 5a: proseguire dritti sino all'uscita (roccia friabile)

Una volta usciti in cima allo Socle occorre ridiscendere a piedi (doppie vietate per rischio caduta pietre). Per scendere a piedi: dalla fine della via Le Temple, si risale a dx (faccia a monte) un piccolo e facile crinale, al termine del quale si trova un sentiero che si percorre dirigendosi a sinistra. Si risale poi decisamente a destra sino a raggiungere quasi la base della Candelle raggiungendo l'evidente sentiero che, percorso verso sinistra, porta al Couloir du Candelon. Scendere il Couloir du Candelon (tratti decisamente sdrucciolevoli e brevi disarrampicate) che riporta al sentiero di avvicinamento, a circa 5 minuti dall'attacco della via.

altre annotazioni:
Via aperta nel 1964 da Maxime André, Jean-Max Bourgeois, François Guillot, André Tête.