Mezzodì (Beccas del) da Gorrè per l'Alpe di Rittana

tipo itinerario: su dorsale
difficoltà: MR   [scala difficoltà]
esposizione: Est
quota partenza (m): 1090
quota vetta/quota massima (m): 1931
dislivello totale (m): 930

copertura rete mobile
vodafone : 80% di copertura
tim : 90% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: Andrea81
ultima revisione: 16/02/10

località partenza: Gorrè (Rittana , CN )

cartografia: IGC 1:50000 n.7 Valli Maira Grana e Stura

accesso:
Da Borgo San Dalmazzo si prosegue in Valle Stura fino a Gaiola, quindi si devia a destra per Rittana e Roccasparavera; raggiunta Rittana si continua nella valle a sinistra per alcuni km fino all'abitato di Gorrè, qualche possibilità di parcheggio nella strada prima del paese. Se fosse sgombra di neve, è possibile proseguire all'area picnic di Chiot Rosa.

descrizione itinerario:
Dall'abitato di Gorrè si può o seguire la strada (inizialmente asfaltata) che va verso il Chiot Rosa, e poi raggiunge la frazione Paraloup. Oppure è possibile dal tornante sotto Gorrè (presenti cartelli indicatori) seguire il sentiero (inizialmente è una carrareccia nel bosco) che in piano si inoltra nel bosco, quindi raggiunta una radura si prosegue a destra per prati ricollegandosi alla strada proveniente da Chiot Rosa.
Raggiunto Paraloup 1275 m, si svolta verso destra (presa dell'acquedotto) seguendo la stradina, ancora nel bosco, raggiungendo una bella radura con una baita, sotto le pendici est dell'Alpe.
Si prosegue ora verso destra, salendo in diagonale il pendio per poi raggiungere la grossa croce del Colle dell'Arpiola posta sulla sella alla base della dorsale di salita dell'Alpe. Da questa si risale rapidamente la dorsale, breve tratto più ripido, fino all'ampio dosso che caratterizza la cima 1796 m (piccola croce in legno).
Sempre su dorsale si scende per il panoramico pendio al colle Rochason 1752 m, si continua salendo superando un modesto rilievo, raggiungendo una sella poco prima dell'inizio del crestone vero e proprio che porta al Beccas (già visibile la croce).
Qui conviene, anzichè seguire la cresta (che comunque nel primo tratto obbliga ad un aggiramento sul lato Valle Stura), percorrere il sentiero che conduce al Colle dell'Ortiga (se individuabile) che in piano o leggera salita si addentra bel fitto bosco di abeti sul lato Valle Stura. Si prosegue per alcune centinaia di metri fino in corrispondenza di un piccolo promontorio panoramico sulla sinistra: qui a destra il pendio boscoso si dirada, e senza percorso obbligato lo si risale fino a raggiungere la dorsale proprio nei pressi della croce, appollaiata sullo sperone roccioso che caratterizza la cima (attenzione all'esposizione sul versante Valle Grana) 1931 m.
Per la discesa, a meno di avere predisposto una seconda auto a Demonte e quindi traversare al Colle dell'Ortiga, si rientra per il percorso di salita fino all'Alpe di Rittana (risalita di 40 m); quindi si scende per la dorsale fino alla grossa croce nei pressi di Rocca Stella, e qui si può optare per un piacevole anello (che tra l'altro abbrevia il percorso evitando di ripassare da Paraloup). Dalla croce si segue un sentiero (nascosto dalla neve ma intuibile) che scende una dorsale boscosa esposta a est, si incontrano dei cartelli indicatori ad un successivo bivio ma si prosegue dritti su un dosso boscoso, per poi quasi subito riprendere la dolce discesa tra alberi via via più radi fino a raggiungere le baite di Chiot Rosa. Da qui in breve all'area picnic e infine si rientra a Gorrè percorrendo la strada (asfaltata).