Calabre (Punta) Via Normale da Thumel per il Rifugio Benevolo

difficoltà: F   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord
quota partenza (m): 1870
quota vetta (m): 3445
dislivello complessivo (m): 1600

copertura rete mobile
vodafone : 45% di copertura
tim : 20% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: gianmario55
ultima revisione: 18/02/10

località partenza: Thumel (Rhêmes-Notre-Dame , AO )

punti appoggio: Rifugio Benevolo 2285 m

cartografia: I.G.C. 1:25000 n° 102

bibliografia: Guida C.A.I. - T.C.I. Alpi Graie Centrali

accesso:
Autostrada Torino-Aosta uscita Aosta Ovest, oppure SS26 del Piccolo San Bernardo fino a Villeneuve. Si continua a sinistra per Introd, oltre Plan d'Introd si continua a destra per la Val di Rhemes, percorrendo interamente la vallata sino al termine della strada, nei grossi piazzali di Thumel.

note tecniche:
Percorso tecnicamente facile, con pendenze piuttosto dolci. Tenere presente però, che gli ultimi 400 m di salita si svolgono su ghiacciaio, con alcune zone crepacciate..
Vista la lunghezza del percorso (circa 26 km a/r) adatta a escursionisti allenati oppure è preferibile pernottare al Rifugio Benevolo o al Refuge des Fonds.

descrizione itinerario:
Da Thumel 1848 m si prosegue sul sentiero n.13 che subito a fianco di un alpeggio si alza di quota fino a raggiungere una chiesetta, che precede un lungo tratto in falsopiano per facili prati, restando sempre sulla sinistra idrografica della Dora di Rhemes . Si prosegue toccando l'alpeggio Barmaverain 2099 m e si continua in falsopiano raggiungendo il Ponte Romano intercettando la strada sterrata per il rifugio.Qui seguendo il sentiero che sale il dosso sovrastante si arriva al Rifugio Benevolo 2285 m (circa 1h30' dalla partenza). Scendendo al ponticello sotto il rifugio, in pochi minuti si perviene al Refuge des Fonds 2326 m, altra possibilità di pernottamento.
Si continua a sinistra dei rifugi, attraversando il torrente, seguendo il sentiero 13d, fino al bivio con il sentiero 13 c che condurrà ad un colletto poco distante dal Truc Tzanteleina 2640 m.
Continuare su vaga traccia (ometti e frecce gialle) sempre in direzione sud, percorrendo prima la morena e poi la conca sotto la Granta Parei, lasciando a sinistra il Lago Tzanteleina. Da qui a circa 2800 m si mette piede sul ghiacciaio, dove occorre trovare il punto di accesso trra una fascia crepacciata (generalmente si lasciano i crepacci a sinistra compiendo un semicerchio) raggiungendo un ripiano a 3050 m.
Continuare compiendo un arco di cerchio in senso antiorario, fino raggiungere il pianoro glaciale superiore, chiamato Ghiacciaio di Soches. Con percorso da destra a sinistra procedere in direzione della depressione tra la Punta Quart Dessus e la Punta Calabre. Risalire al meglio il pendio che si fa più ripido fino a sbucare sulla dorsale sommitale, a poche decine di metri dalla vetta.