Sbarua (Rocca) Sperone Cinquetti - Via Cinquetti - Burdino

difficoltà: 5b / 4 obbl
esposizione arrampicata: Varie
quota base arrampicata (m): 1100
sviluppo arrampicata (m): 200
dislivello avvicinamento (m): 100

copertura rete mobile
wind : 50% di copertura
vodafone : 80% di copertura
tim : 78% di copertura
no operato : 0% di copertura
3 : 70% di copertura

contributors: spiderobby alf gian62 monviso71 fech
ultima revisione: 24/12/18

località partenza: Dairino (San Pietro Val Lemina , TO )

punti appoggio: Rifugio Melano

bibliografia: Rocca_Sbarua.htm - nuova guida in cd

accesso:
dal rifugio Melano seguire il sentiero che porta sotto i settori d'arrampicata, prendere il bivio per il settore Cinquetti: è la prima via del settore.

note tecniche:
Dopo il crollo di settembre 2019, che ha interessato L6, non esiste più “il passaggio della quercia” ne tantomeno il passaggio più a destra (evidenziati in rosso sul disegno).

In data 04-10-2019 è stata ripristinato il tiro.
La nuova linea si trova leggermente più a sinistra (qualche metro). Prima si affronta un diedro, si traversa qualche metro a destra e poi si sale verticalmente per placche solcate da qualche fessura fino ad arrivare in sosta.

descrizione itinerario:
1° tiro:
salire la placca, superare una spaccatura, e proseguire lungo il limite sinistro della struttura sino a raggiungere un comodo ripiano dove si sosta.

2° tiro:
spostarsi a destra e salire il canale camino. Poi ancora un po' a destra per risalire infine dritti fino alla sosta (quella di destra). A sinistra è presente un'altra sosta (Supercinquetti).

3° tiro:
salire le facili rocce verso destra e rimontare le successive facili placche. Portarsi poi in direzione della sosta, posta alla base di un diedro fessurato verticale.

4° tiro:
salire l'atletico diedro e proseguire in obliquo verso destra. La sosta si trova su un comodo terrazzino sotto la verticale del limite destro del tetto ad arco.

5° tiro:
salire a destra della sosta superando dapprima delle placche e poi sfruttando il diedro. Traversare verso destra portandosi al limite destro del tetto. Qui si trova una sosta che conviene superare poichè scomoda. Proseguire sino ad uscire su di un comodo terrazzino dove si può sostare più comodamente.

6° tiro:
Salire sulla cengia sopra la sosta, proseguire verticalmente in un facile diedro aperto. traversare qualche metro a destra e salire per placche fino alla sosta sotto al tetto e prima del traverso.

7° tiro:
traversare verso destra sino al termine della cengetta. Qui sostare nei pressi del grande albero.

8° tiro:
salire in verticale lungo il diedro sfruttando delle lame. Può risultare utile utilizzare la catena sull'albero invece che quella alla fine del diedro, ma non si vedrà più il compagno.

Discesa:
A piedi da S8 con catene per arrivare nel
canale o dalla sommità del torrione se si
scala l’ultimo tiro.

altre annotazioni:
In data 12-07-2017 la Via è stata completamente richiodata con materiale Kinobi in acciaio Inox.
Il Materiale è stato messo a disposizione dalla Sezione CAI di Pinerolo.