Desertes (Passo di) da Chateau Beaulard, giro della Punta Clotesse

tipo itinerario: attraversa pendii ripidi
difficoltà: BS   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Varie
quota partenza (m): 1338
quota vetta/quota massima (m): 2606
dislivello totale (m): 1500

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: giorgiobi
ultima revisione: 14/03/20

località partenza: Chateau Beulard (Oulx , TO )

cartografia: Fraternali Editore 1:25000 n.2 Alta Valle di Susa

bibliografia: dalle marittime al vallese - Dal Monviso al colle del Moncenisio it.40

note tecniche:
Splendido itinerario di ampio respiro in ambiente di alta montagna, pur non raggiungendo una cima risulta vario e sorprendente. Richiede neve assolutamente sicura.

descrizione itinerario:
Dalla strada a monte di Chateau Beaulard si attraversa il rio Supire e si si alza alla sua sinistra tra prati intervallati da boschi. In pratica si segue all'incirca la salita normale per la Madonna del Cotolivier rimanendo però sempre un po più a destra sbucando così prima sull'ampio pianoro di Prà Grand e quindi al colletto Purachet (palina m 2053). Da qui senza spellare si segue la sterrata che scende lievemente verso Fenils e che passa sotto la Croce di San Giuseppe. Dove diventa sentiero occorre fare attenzione a non rimanere troppo alti e a raggiungere in lieve discesa la conca sottostante il passo di Desertes. Si sale al passo per il pendio est, ripido e regolare, un ultimo pendio più ripido (ramponi utili) permette di raggiungere il passo stesso.
Da qui si comincia a scendere sul versante francese l'ampio - ed inizialmente poco inclinato - vallone avendo cura di tenersi molto alti a destra sotto il pendio SO della punta Clotesse attraversando così un piccolo altipiano con qualche tratto che obbliga a spingere un po. Continuando a tagliare i pendii occidentali della punta Clotesse e della punta Gros Vallon si raggiungono pendii più ripidi che con buona neve regalano una sciata fantastica tra dorsali e canalini.
Raggiunto il ravin des Lauses si rimettono le pelli per salire il regolare vallone che verso nord est porta al passo dell'Orso (o della Grand Hoche m. 2481 - bivacco). Da qui si sale ancora a destra per un ripido pendio (ramponi) per raggiungere il passaggio sciistico di quota 2606.
Dalla quota 2606 un primo tratto di discesa più ripido permette di raggiungere il largo pendio canale detto "Canala della Grand Hoche" che si percorre in discesa fino in fondo dove compaiono i primi arbusti e ripiani.
A questo punto occorre piegare a destra e verso quota 1650 attraversare il rio Supire e, continuando a scendere sempre verso destra, raggiungere le tracce di salita poco distante dal punto di partenza.