Garitta Nuova (Testa di) da Pian Munè

tipo itinerario: pendii ampi
difficoltà: MR   [scala difficoltà]
esposizione: Nord-Est
quota partenza (m): 1530
quota vetta/quota massima (m): 2385
dislivello totale (m): 855

copertura rete mobile
wind : 40% di copertura
vodafone : 73% di copertura
tim : 26% di copertura
no operato : 0% di copertura
3 : 20% di copertura

contributors: Andrea81 mario-mont
ultima revisione: 14/02/18

località partenza: Pian Munè (Paesana , CN )

punti appoggio: Baita Pian Croesio 1898 m

cartografia: IGC 1:50000 n.6 Monviso

accesso:
Percorrere la Val Po fino a Paesana. Al termine dell'abitato svoltare a sinistra, tornando verso Saluzzo per poche centinaia di metri, quindi svoltare a destra per Pian Munè (cartello).Percorrere la lunga strada fino al piazzale della seggiovia.

note tecniche:
Bella salita su facili pendii. Il panorama è spettacolare sul Monviso e tutti i suoi satelliti.
La stazione sciistica è normalmente aperta solo nei fine settimana, a parte periodi particolari

descrizione itinerario:
Dal piazzale degli impianti di Pian Munè vi sono due possibilità:

1) Si prosegue lungo una stradina che si mantiene sul versante nord-est, lontano dalle piste, salendo dolcemente nel bosco. Dopo una serie di tornanti si accede alla conca superiore della Meire di Pian Croesio, da dove sulla destra si possono notare le piste. Raggiunto il pianoro dove vi è l'arrivo della seggiovia, si continua quasi in piano andando a raggiungere l'ampio pendio-dorsale che si vede di fronte sulla sinistra. Lo si segue interamente con percorso dolce salvo un paio di strappi, fino a che questo si congiunge con il crestone a monte dell'ultimo skilift. Qui si piega decisamente a sinistra e si raggiunge la vetta puntando al grosso ripetitore con la croce nelle vicinanze. Poco oltre è presente il grosso ometto di pietre della cima.

2) Giunti in vista delle Meire Pian Croesio, si punta a questo gruppo di baite e quindi si sale nel valloncello davanti, piuttosto ripido, tenendo se possibile il lato sinistro. Dopo un tratto molto ripido, si perviene al pendio superiore, leggermente più dolce., da cui si raggiunge la dorsale proveniente dagli impianti, congiungendosi con il sentiero che parte da questi.
E' sicuramente un itinerario molto più faticoso, ma più veloce e permette di evitare completamente la zona dello sci di pista.

Novità! I preferiti

Aggiungete con un clic sul cuoricino bianco l'itinerario ai vostri preferiti. Li ritroverete tutti nella vostra pagina personale