Hohture da Ganterwald

tipo itinerario: pendii ampi
difficoltà: MR   [scala difficoltà]
esposizione: Varie
quota partenza (m): 1724
quota vetta/quota massima (m): 2409
dislivello totale (m): 685

copertura rete mobile
vodafone : 60% di copertura
no operato : 0% di copertura
altri : 60% di copertura

contributors: ste_6962
ultima revisione: 16/09/07

località partenza: Rothwald (Rothwald , Brig )

cartografia: CNS foglio 1289 - Brig - scala 1:25000

bibliografia: Tracce bianche di. E. Ferrari e A. Paleari. Monte Rosa Edizioni

accesso:
Da Gravellona Toce dove termina l’autostrada A26, si prosegue lungo la superstrada del Sempione E62 fino al suo termine a Varzo. Si prosegue lungo la SS n. 33 toccando i centri di Trasquera e poi Iselle, località dove è posto il confine di Stato. Passato il confine si prosegue in territorio elvetico e si risale seguendo la la statale n. 9 che dopo le Gole di Gondo, supera in successione Gabi, Simplon Dorf, Eggen raggiungendo il Passo del Sempione. Si scende ora sul versante opposto per alcun km, raggiungendo dapprima Rothwald, dove si trova il bar Posta con un primo grande parcheggio (questo è un possibile punto di partenza, dove iniziano le piste con annessi impianti di risalita), superato questo parcheggio, si prosegue per un breve tratto, e dopo una curva si raggiunge l’Hotel Ganterwald, dove ci sono due grandi parcheggi ai due lati della strada. 80 km da Gravellona Toce.

note tecniche:
L’Hohture è una montagna di facile accesso, non presenta difficoltà particolari, e si può salire anche in condizioni di abbondante innevamento. Solo il pendio che consente di accedere alla cresta Nord-Ovest richiede neve sicura e assestata, per il resto non ci sono problemi. E’ un itinerario che gode di ampia frequentazione, sia da ciaspolatori che da scialpinisti, ha un dislivello contenuto e complessivamente è un itinerario breve che ben si presta anche ad uscite di gruppo. Normalmente fattibile da dicembre a marzo, può anche essere considerata come una piacevole uscita di allenamento in vista di escursioni più lunghe e impegnative. Nonostante sia chiusa dalla imponente mole del Wasenhorn (Cima di Terrarossa) la cima è un notevole belvedere sull’Oberland Bernese e buona parte del Gruppo dei Mischabel.

descrizione itinerario:
dal parcheggio dell’Hotel Ganterwald si segue l’ampio sentiero che dopo un breve tratto diventa stradina ed inizia a risalire il bosco iniziale verso sinistra, toccando i casolari più bassi di Rothwald. Si prosegue lungo la stradina per un breve tratto, poi si sale a destra per un sentiero che risale un secondo boschetto, con una serie di diagonali si rimonta un docile pendio nevoso e si raggiunge un pianoro dove si trovano le baite di Wasenalp 1959 m. Da qui si prosegue lungo una stradina in diagonale verso sinistra (da qui è ben visibile la nostra meta ed il restante percorso da fare) raggiungendo l’ampia spianata dove sono ubicate le baite di Wintrigmatte 2040 m. Si piega ora a destra, sopra le baite, prima direttamente e poi con un lungo diagonale a sinistra si raggiunge una specie di colle nei pressi di un grosso paravalanghe, da qui non rimane che seguire l’ampio crestone Nord-Ovest che scavalcate alcune elevazioni, con un breve saliscendi ed un ultimo pendio che si sale verso destra, piegando ulteriormente verso sinistra si raggiunge l’ampia vetta dell’Hohture, sormontata da un grande ometto di pietre. In discesa non rimane che seguire a ritroso lo stesso percorso di salita. Variante : In alternativa, è possibile raggiungere le baite di Wasenalp anche dal primo parcheggio nei pressi del Bar Posta, seguendo una stradina che costeggia gli impianti di risalita, supera la parte alta delle case di Rothwald e poi raggiunge su terreno quasi pianeggiante (stradina) Wasenalp, dove si riprende l’itinerario precedente che va seguito fino in cima.