Vermeille (Pointe de) da Larche

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: si riesce a raggiungere in auto la frazione di Malboisset
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
In discesa dal Bec d'Aigle ripelliamo per risalire il valloncello situato tra Le Germas e il Chateau Lombard che in alto permette di raggiungere il pendio finale che porta alla Pointe de Vermeille .Nell'ultimo tratto abbiamo addirittura tracciato in farina cosa che ultimamente capita di rado e la discesa non è stata per niente male con alternanza di farina,croste portanti e dalla cabane de Courrouit in giù sembrava di essere in pista.Giunti prima di imboccare il sentiero abbiamo ritenuto saggio calzare i ramponi per percorrere tutto il sentiero visto che la neve liscia e ghiacciata non aveva ancora mollato per niente.Meteo strepitoso.
risalendo verso la Pointe de Vermeille
arrivo in cima,alle spalle la Tete de Fer
tratto in farina
la Pointe de Vermeille
spettacolo
neve discreta
ricami
come in pista
sul fondo del Ravin de Courrouit
ramponi sul sentiero ghiacciato

[visualizza gita completa con 10 foto]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Nessun problema
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Pochi metri a piedi e si calzano gli sci (anche se ancora per pochi giorni ),poi dal sentiero nel bosco in su ancora un buon innevamento.Giornata in cui il colore predominante è stato il grigio, fortunatamente il rigelo notturno è stato discreto e la neve si è mantenuta portante.Abbiamo dapprima tentato di salire al Bec d' Aigle ma la parte finale alquanto ripida e la neve dura ci hanno fatto desistere così abbiamo ripiegato dapprima sul Pas du Vallon Bernard m.2644 e dopo una prima discesa siamo risaliti verso la Pointe de Vermeille.

[visualizza gita completa con 8 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: Il colle della Maddalena e libero al transito
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
Gita in ambiente grandioso di straordinaria bellezza. Farina 15-20cm dall'inizio alla fine. Dal passo di Terre Rouge traversato a dx alla base dello spuntone roccioso e per breve ma ripido pendio finale in vetta. Bocciato a priori un tentativo avente lo scopo di raggiungere il Bec de L'Aigle per cresta attraverso Les Germas, per impraticabilita' del terreno. Rimediato in parte al mancato progetto, con la salita del sottostante Chateau Lombard evidente elevazione in pieno centro vallone (2589m). Contemporaneamente i soci Paolo Rodolfo e Silvana si adoperavano al meglio assieme a un gruppo di skialp Francesi per giungere in vetta alla Tete de Fer per loro tutti un po' una novita', non per il qui sottoscritto che gia' l'aveva salita una volta nel lontano anno 2000. Pista interamente battuta per questa gran classica molto frequentata dell'Ubaye. Sereno al mattino con velature in aumento fino a totale copertura a pomeriggio avanzato. Vento sopportabile sui crinali. Persin caldo invece nella conca sottostante.

[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
Visto che il vallone di salita pareva intonso... abbiamo optato per questa meta anzichè per la classica tete de fer. In alto neve molto bella, leggera crosticina che però si sfonda subito, poi meglio tenersi sui pendii assolati dove si trova un bel firn. Nel bosco occorre fare attenzione, perchè la neve è veramente poca... Tantissima gente oggi sulla tete de fer. Nel complesso ne è venuta fuori una bella gita con una godibilissima discesa. Mi sa però che durerà ancora poco....

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
quota neve m :: 1700
Ottima alternativa alla frequentatissima Tet de Fer. Discesa in una farina un po' pesante e faticosa da sciare. Le solette sono a rischio già nel tratto di vallone che precede il boschetto finale dove il numero di pietre aumenta in modo esponenziale!! La mia valutazione negativa è influenzata dalla nebbia che ci ha avvolti in discesa sul primo pendio sotto la cima e per le numerose raschiate nella parte bassa.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: sentito assestamenti
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: ok a Larche
quota neve m :: 1600
saliti sotto un leggero nevischio fino all'anticima appena a destra della Vermeille in quanto il pendio diretto ci è sembrato troppo carico e così han fatto tutti i diversi gruppi che salivano. discesa su bella farina un po pesante perchè lavorata dal vento ed aiutati da un sole pallido ma provvidenziale. Il bosco sotto è migliorato rispetto alla settimana scorsa ma qualche pietra si tocca sempre.
Difficile quantificare la neve caduta in settimana, occorre prestare attenzione agli accumuli da vento, molti pendii sembrano carichi.
Un grazie a Piero instancabile nel battere traccia!!

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
quota neve m :: 1800
Neve abbondante ma non troppo, attenzione alle pietre, non c'è fondo. Nel bosco meglio scendere a piedi.
Gulliver si conferma uno straordinario mezzo di informazione:

dopo quasi due mesi di gite quasi in solitaria nei valloni di larche, gran folla in questo fine settimana.
Rallegra il fatto che una vecchia pubblicazione di G.Ghibaudo sia stata riscoperta e giustamente valutata.



[visualizza gita completa con 1 foto]

Ci sono anche stati ...

  • 27/01/07 - andrea bertea