Enchastraye (Monte) da Grange

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Itinerario molto bello, con un lungo sviluppo e con una discesa varia e remunerativa.
Dorsale finale molto panoramica.
Buon innevamento: il manto nevoso è una via di mezzo tra un’ottima crosta portante e una discreta primaverile.

la risalita del Vallone del Puriac
sullo sfondo la Rocca dei Tre Vescovi
il tratto di salita su terreno più sostenuto
la bella dorsale verso la cima
dorsale panoramica
dalla cima vista diretta sulla Rocca dei Tre Vescovi
parte alta della discesa
discesa tra belle pareti rocciose
discesa su neve divertente

[visualizza gita completa con 9 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Gli sci si tolgono per attraversare il fiume e a fianco alla chiusa.Per il resto neve continua.
Scendere entro le 12.Tolti gli sci a 100 metri dalla vetta,possibile scendere con gli sci dalla cima. Portare ramponi per raggiungere la cima dall'intaglio,placche ventate e dure.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Regolare sulla ss. 21 fino a grange
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Gita oggi ancora fattibile con soli 5-10 minuti di portage... Basta attraversare il torrente vicino alle grange... Con questa calura a brevissimo sarà fattibile solo salendo sul margine sinistro del torrente essendo ormai scomparsa la neve dal margine destro che porta verso l'enclausette... Oggi anche vento moderatamente forte in cresta prima della cima...dove noi siamo saliti dal colletto con ramponi e sci in spalle...discesa in parte alta su neve bella da 4 stelle... Da metà in giù nei tratti soleggiati.. 2 stelle... Paesaggio impagabile...
Oggi con Beppe... Bella giornata di sole e caldo... Visti altri tre in cima...


[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Nessun problema
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi era prevista la Tetè de Fer, ma il forte vento già ad Argentera e il nebbione proveniente dal Colle della Maddalena ci ha fatto propendere per questo itinerario, protetto dal vento sino ad oltre la gola. Leggero portage sino ad attraversare il rio e poi neve continua (solo un gava buta nei pressi del traliccio di rilevamento portata acqua). Salendo neve portante con buon grip che ci ha permesso di procedere agevolmente. Solo i pendii finali ammorbiditi ripidi ci hanno provato ma senza rampant. Dal Colletto in sù non più al riparo del vento abbiamo calzato i ramponi sino alla vetta. Bel panorama a 360° nonostante un fronte nuvoloso ampio proveniente dal versante francese. Vento forte. Scesi sci ai piedi sino sul versante francese sino allo stretto intaglio del sentiero estivo (bollini verdi su rocce) e poi belle curve su neve primaverile ammorbidita e divertente. Il pendio in comune con la Rocca Tre Vescovi è stato il tratto migliore dove abbiamo lasciato le nostre tracce su spazi ancora intonsi. Questa prima parte valeva anche 4 stelle. Poi ancora bella neve sino all'uscita della gola. Tratto finale su neve pesante e frenante che ha provato le nostre articolazioni. Ottima sosta rifocillatrice a Vinadio. Alle prossime

Oggi Con Davide. Parecchi ciaspolatori verso il Puriac
Skialper: 4 verso Enclausette, 2 davanti a noi e due dopo


[visualizza gita completa con 8 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
attrezzatura :: scialpinistica
Ambiente molto bello....da 5* ma il vento freddo ha reso la neve dura da cima a fondo ...quindi non una gran sciata.
Vento patagonico...incontrato un bel gruppo di francesi ma in punta solo noi !
Nell'expo sud molto ghiaccio.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
gita in condizioni strepitose. Infatti molta gente ma in discesa trovati ampi spazi intonsi su una spanna di farina ed in basso su velluto primaverile. Un solo breve tratto prima della gorgia dove occorre togliere gli sci, non tanto in salita ma in discesa. Per il resto, spettacolo! Utili i ramponi per il tratto finale a piedi.
Rifatta dopo 30 anni


[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Ok
attrezzatura :: scialpinistica
Si parte ed arriva ancora sci ai piedi alla strada; bella la lunga gorgia oggi ben transitabile in salita ed in discesa; rampant non indispensabili; dal deposito sci alla cima ramponi utili; gita di buon sviluppo, ambiente spettacolare, una mezza spannetta di fresca su tutto il percorso ha reso la sciata decisamente godibile su buona farina anche se già arata, non mancano comunque zone di vergine su un buon fondo portante, in basso primaverile meglio che in pista; bel sole e qualche sbuffo di vento sulla crestina finale ed in vetta;
Un' altra giornata ben spesa in compagnia del Dovio's Group.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
note su accesso stradale :: Strade pulite
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Gita in condizioni molto buone. Una nevicata nei giorni scorsi ha apportato un modesto spessore di neve fresca su fondo portante che non disturba la sciata anche dove molto arata. Anzi in diverse zone alle giuste esposizioni si può trovare farina leggera, anche intonsa, molto bella da sciare. Oggi un po' di vento alla partenza e altrettanto sulla cresta finale, affrontata senza i ramponi lasciati in auto che sarebbero stati utili. Non ho messo indicazioni sulla neve, ma la descrizione penso sia abbastanza chiara. Aggiungo traccia GPS.
Oggi cinque geki liguri partiti da Genova ad ore antelucane.


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
La nevicata di martedì ha concesso di percorrere tutto l'itinerario su neve compatta superficiale con crosta sottostante. Primo tratto fino alle gole in ombra con leggero venticello, poi sole fino alla vetta, raggiungibile con ramponi. Gruppo Dovio con 17 partecipanti. Discesa per la via di salita.

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Si sale e si scende integralmente sci ai piedi fatta eccezione per 3-4 metri in tutto dove serve un gava-buta. Nel primo tratto, appena sopra all’itinerario, sulla sx orografica, i prati sono già desolatamente pelati. In salita utili i coltelli nell’ultimo tratto prima della dorsale finale e tutto sommato anche per la dorsale che porta in cima. Discesa: dorsale su neve portante, parte medio-alta su neve trasformata (ovviamente scendendo sull’itinerario di discesa e non di salita e scegliendo le giuste esposizioni), gorgia su neve portante, infine lungo traverso nel vallone su neve trasformata (sx orografica) o portante (dx orografica). Meteo ampiamente soleggiato, che è poi andato via via velandosi una volta giunti dall’auto. Con Manu, PCusan e tre suo amici.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: Regolare fino grange argentera
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Poca neve alla partenza... Ma ancora utile per arrivare alla base del vallone... Poi neve man mano sempre più sufficiente... Nel tratto finale si arriva per cresta alla vetta sci in spalle... Circa 10 minuti... Discesa su ogni i genere di neve... Tipica di quest'annata... Che varia notevolmente da un'esposizione all'altra... In genere migliore in alto e nella parte finale... Mista a croste nella parte centrale... Tutto comunque sciabile senza problemi... Ci si diverte..
Grazie ai compagni di gita del CAI Cervasca... Orlando... Massimo... Mario... Diego e Marco...


[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: posteggio al tornante di Grange
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Bella giornata nonostante la gita sia terminata anzitempo: mi sono dovuto fermare nella gola...... per scollamento di entrambe le pelli.......vani i tentativi di ripellare.
Neve dura e portante, nei fazzoletti dove il vento ha ammucchiato qualche fiocco si riescono anche a pennellare delle belle curve.
L'innevamento è al minimo sindacale ( mai vista la gola con così poca neve: di solito è intasata da fondi di valanga )sia come quantità che come qualità della neve; bisogna però sottolineare che non ho preso pietre e si parte ed arriva con gli sci ai piedi ad un paio di minuti dalla macchina.
Ipotizzo ( da quello che si poteva intravedere dal basso )che l'innevamento e la sciabilita sia migliore in alto.
Attendiamo altre nevicate
Nessun altro nel vallone


[visualizza gita completa con 3 foto]
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: In auto a grange di Argentera
attrezzatura :: scialpinistica
Da grange di Argentera 5 min di sci a spalla fino a guadare il torrente (bello pieno) su un guado di pietre, poi neve continua fino in cima. Oggi niente rigelo pertanto abbiamo viaggiato su neve umida, nella strettoia anche se un pò svalangata si passa bene. A parte una leggera pioggia all'inizio e un pò di nebbia nella parte alta nessun problema a raggiungere la cima. Lasciati gli sci al collettino prima della cresta finale siccome la qualità della neve sulla cresta (crosta non portante) e al vento che si stava alzando non promettevano niente di bello.
Prima parte di discesa dal collettino fino all'imbocco del primo pendio su crosta non portante, poi migliora decisamente regalandoci sui pendii più sostenuti una sciata divertente, sopratutto su neve rossa. Appena le pendenze diminuiscono la poca scorrevolezza di questo tipo di neve si fa sentire.
Tutto sommato pensavamo peggio, anche perchè appena iniziata la discesa la nebbia si è dileguata.

[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Da Grange si portano gli sci per circa 20 min fino all'altezza della presa sul rio Puriac. Volendo già un po' prima si possono usare, tenendo la dx idrogafica ma poi occorre toglierli x guadare. Gorgia della barricata piena di neve, si può percorrerla agevolmente xchè tutta coperta. Nel pendio di fronte alla Tre Vescovi qualche barra di pietre occhieggia. Si arriva fino al colletto con gli sci poi a piedi con o senza ramponi, oggi.
Bella discesa con neve molto buona nella porzione più alta anche se a tratti la neve nuova presenta una leggera crosticina. Ottima dove non ha nevicato. Bellissima sul pendio della barricata fino al fondo. Forse le stelle potrebbero essere 4, io ho patito un po' la stanchezza da gita di ieri.
Bellissima gita con la gran comodità della gola coperta da neve! Come sempre paesaggio molto artico e incantevole. Nessuno in cima quando siamo arrivati e anche nel Puriac viste solo 2 persone. Vento gelido dal colle e l'assenza di sole ha aumentato il disagio termico. Grazie a Pietro N. che ha proposto la gita!


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
attrezzatura :: scialpinistica
Ottima scelta nata su ispirazione" francese".partiti per le nove,dopo guado fiume sci subito ai piedi, qualcheduno diretto al pe de jun, noi imbocchiamo ancora in ombra la meravigliosa gola del puriac, neve dura con grip ottimo. Soli nell ambiente enorme, arriviamo su sci ai piedi. In discesa neve già cotta ma ottima.stracotta e lenta sul finale ma è l'una e alla macchina fanno 18 gradi..
Stelline di feria ben spese. Bravo F per l'intuizione.


[visualizza gita completa]
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti intorno alle nove da Grange, neve continua praticamente da subito e ottimo rigelo. Itinerario bellissimo. Si arriva in cima comodamente sci ai piedi. Discesa poco dopo mezzogiorno, ottima sciata su neve morbida e mai sfondosa, solo un pò poco scorrevole nella parte finale, ma poco male. Tempo splendido. Con Jacki, un giorno liberato.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: Auto ad Argentera a Grange parcheggio pieno
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti da Argentera su buona traccia che passa la gorgia in basso con una discreta copertura nevosa. Saliti in vetta con i ramponi la cresta finale con l'impavida in gran forma... In discesa divagazione verso i Tre Vescovi ma fermati poco sotto la vetta vista una bella cornice (ci son passati in mille dalle tracce) ma a me non ispirava... Voglio mica perdermi il cenone di Bartolo... :). In discesa passati all'estrema destra del vallone con discesa a piedi per passare salto ghiacciato.
In compagnia di Vale e Fede (in ritardissimo...). Buon anno a TUTTI.


[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: no problem
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Gita di ripiego causa condizioni meteo non favorevoli , giornata nuvolosa, ventosa e scarso rigelo notturno. Portage fino a quota m.1900 poi innevamento continuo. Salita senza problemi grazie ad una buona traccia e neve morbida con arrivo in vetta sci ai piedi.Discesa poco divertente soprattutto nella parte alta dove la neve si presenta non portante mentre scendendo migliora anche se molto lenta.

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: buono
attrezzatura :: scialpinistica
Buone condizione manca un po di neve in basso ma non si tocca
Farina
Avec Mallos (il cane), Mad et Alex

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Ok
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Ancora una bella gita, ma in basso ormai la neve scarseggia.
2' giorno con la Geat Cai To.
Cielo azzurro.
Auto al 7' tornante, a sx cartello di legno che indica il vallone del Puriac (lunghissimo!).
Breve tratto di portage, ponticello, qualche buta e gava.
Neve dura, necessari i coltelli.
Forse desideroso di usurparmi il primato di casinista il nostro Alberto, a livello della strettoia, si e' inerpicato su un ripidissimo pendio ghiacciato a sx fino al ciglio di un salto di roccia, seguito dall' incauto, ma per fortuna atletico e capace Jon.
In qualche modo sono riusciti a togliersi dall'impiccio e a raggiungerci sulla retta via.
Alla sx imponente e severa la Rocca Tre Vescovi, frequentata.
Dai 2650m pendii belli ripidi.
Ultimi 100m qualcuno e' salito con gli sci ai piedi, qualcuno senza; chi, come la sottoscritta, con ramponi, chi anche con la picozza; traccia morbida ben scalinata
Tanti francesi provenienti dall'altro versante.
Discesa divertente con neve molle non sfondosa.
Nella parte inferiore abbiamo cercato di sfruttare al massimo le lingue di neve raccordate.
Guado del torrente con sci ai piedi non problematico.
Cancellata la Collalunga dell'ultimo giorno x meteo infausto.
Grazie a : Aymeric, Adriana, Enzo, Graziella, Giuliano, Roberto, Luca, Jon, Alberto e ai capigita Franco e Maurizio
Foto e commenti su: sottosezione geat



[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
si portano gli sci a mano per pochi minuti ma bisogna attraversare due volte il torrente ed è abbastanza problematico se non si trova subito il passaggio giusto. Il vallone è lungo ed incassato. Pendii svlangati sia sul lato dx che sx. In giornate sbagliate potrebbe essere un vallone molto pericoloso. Oggi il cielo era velato, la visibilità e la temperatura ottima per cui la neve non ha subito sbalzi eccessivi e si è mantenuta buona in salita, con ottimo grip, e morbida il giusto in discesa. Quando il vallone si apre invece che andare sui più dolci pendii tra la Tre Vescovi e l'Enchastraye abbiamo seguito due skialper che ci hanno condotti su per il pendio ripido diretto sotto la punta ( saliti assi e rampant sotto i piedi fino in cima). Qui anche il sole ci ha regalato per una mezz'oretta la sua presenza. Discesa sulla cresta di sx poi, invece che scendere dal canale ampio e ripido della salita dove il terreno era già lavorato, ci siamo portati tutto a dx sotto la parete di roccia della vetta, di lì alla ricerca dei passaggi ripidi in canali dove non era ancora passto nessuno. Neve morbida e liscia. Bellissimo. Oggi la Mia Randagia ha assaggiato un pò di ripido su pendii corti ma ben oltre i 40° ( migliora ad ogni uscita ;) IN DISCESA ! ) . Sciabilità ancora molto buona fino al fondo. Una decina di skialper in zona. Giro parenti in Granda al pomeriggio. Bella giornata spesa bene! Con Randagia

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: nulla di rilevante
attrezzatura :: scialpinistica
Dopo un mese di stop, si riparte con lo sci.Ricompattato il gruppo,Io , Oreste ,Piero e Dario si parte x la valle Stura....Idea ovviamente loro,è di fare Rocca dei Tre Vescovi,Enchastraye, e per finire T.Piè de Juin....ma haimè salendo con la nebbia , arrivati al colletto iniziamo a guardare alla nostra dx,ma monti + alti in giro non se ne vedono....conclusioni? siamo gia' quasi in punta all'Enchiastraye!!!!!comunque nulla di grave ,scendiamo un pochino ,e con un po di scaletta risaliamo al Piè de Juin e adesso non abbiamo altro da fare che goderci la discesa .Ricapitolando ,bellissima gita con neve super da cima a fondo ,speriamo che le temperature continuino così....

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: nulla
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Bella gita divertente saliti da Genova per una gita in mattinata con tempo incerto abbiamo trovato una neve molto ben sciabile e ben trasformata.
con Giugi


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ottimo accesso dalla strada per il Colle della Maddalena
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Neve primaverile ben trasformata su tutto il percorso. Ottime le condizioni dei canali pendio sommitali. Inutile ricordare che più si anticipa la discesa e migliori sono le condizioni del manto nevoso.
Con Mauro siamo partiti con meteo incerto che via via è andato migliorando in una bellissima giornata. Tranne due brevi tratti di gava e buta, buon innevamento a 5 min dalle Grange


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti sci ai piedi dopo il ponticello, quindi due passi con gli sci in spalla. Scarso rigelo notturno. buon innevamento su tutto il vallone, anche se a sud alle basse quote la neve inizia a scarseggiare. Bella discesa su neve trasformata nei pendii in pieno sud. Conviene scendere presto per trovar ancora il manto portante.

Con papà, marco, denis, christian, franco e elide.
Super pranzo alle grange.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: nessun problema
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
gita appagante per la bella vista dalla cima e per la neve divertente.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: snowboard
1 grado alla partenza ,portage fino ai 1950, 200 metri prima della strettoia ancora ben chiusa.cresta finale affilata ma percorribile in sci! Neve perfetta, liscia con un po' di farinella . Tutto molto bello!
Con Ale, molto soddisfatta dei ripidi pendii alti!4 Skialp in tutto,con 3 dei quali abbiamo condiviso la cresta finale e che saluto!


[visualizza gita completa con 3 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Rispetto alla scorsa settimana la neve è risalita nel Puriac sino a quota 1900, per cui occorrono circa 30' di portage. Di lì in su la gorgia è chiusa dalle consuete valanghe e senz'altro si manterrà tale ancora per un pò. Molta neve invece oltre i 2200, mai sfondosa, anche nelle conche più chiuse. Saliti direttamente per il canale, tratto di cresta finale lato ovest assai duro e liscio (per chi volesse scendere un tratto del pendio francese il divertimento è senz'altro assicurato). Venticello fresco in cima che ha garantito una buona tenuta sul pendio iniziale; canale un pò irregolare per rigolette ma comunque divertente, nuovamente più uniforme sotto.
In splendida compagnia di Fabrizia, Lucia, Alessio, Andrea e Diego in una giornata di luce e contrasti e, innegabilmente, col pensiero a chi triangolava sulla ovest di Viso (bravi ragazzi!)


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Partito per fare Tre Vescovi e Enchastraye, poi mi sono accodato ad altri 2 ski Alp, con cui siamo saliti la Tete de Pe de Jun e poi con traversi e via cresta siamo risaliti lungo il pendio opposto al canale di dicscesa classico, fino alla crestina finale e raggiungendo cosi' la punta. Scendendo poi il canale abbiamo cosi' fatto un bell'anello, che varia un po' la lunga salita dalla gorgia verso il Pouriac.
In salita ottimo rigelo ed abbiamo usato i coltelli su buona parte del percorso, in discesa abbiamo trovato nella parte alta neve cotta al punto giusto e nei pendii mediani appena scaldata dal sole....bellissima.
Buona situazione in giro con neve bene assestata,ci sono moltissime valanghe ed abbiamo notato le solite grandi fratture dalla gorgia.
un saluto ai due ski alp,Caio e Carlo, che mi hanno fatto fare questo bel giro.


[visualizza gita completa con 10 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Peccato per il meteo che ha sbagliato in pieno la previsione... Saliti dal colle del Puriac, discesa diretta dalla punta, anche perchè sembrava più bella la neve. Neve marcia anche se sempre sciabile, più che accettabile.
Il vallone è ancora bello pieno, ancora tanta neve.
Oggi complimenti a Sergio che ha salito anche la Rocca Tre Vescovi ma un plauso ai Mogi che hanno festeggiato San Marco sulla vetta mettendoci mezz'ora in meno dell'ultima volta (5 anni fa!). Bravi!!!


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: ottimo
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti alle 7,30 da Grange. Il meteo avrebbe dovuto essere bello, invece il cielo nuvoloso con elevata umidità hanno reso la neve marcetta ma comunque sciabile.
Saliti dal colle del Puriac tutto a dx, fino ad arrivare con gli sci in vetta.
Un saluto allo ski alper che dopo la Tre vescovi ha salito la vetta e non pago tentava anche le Lose...
A noi è bastata questa.
Ancora consigliabile per molto tempo se dopo il peggioramento le condizioni si metteranno al bello.


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
attrezzatura :: scialpinistica
Il vento ci sferza facendoci ricordare che l’inverno esiste ancora e i 18°C dell’Epifania sono una pura eccezione. Percorro la cresta con passi cadenzati, mentre in testa ripeto il verso del fratello Bob: Coming in from the cold… e a -20°C mi pare che mai frase fu più adatta per raggiungere la cima.
Discesa su una spannetta di fresca su fondo duro, gorgia ben piena ed ottimo innevamento fino all’auto.
In salita oltre la gorgia non seguite le nostre tracce che vagano per l’altopiano in direzione della Bassa di Colombart in quanto la nostra prima meta era un’altra…
Con Bonollo e Swiffer.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
partenza da Grange. Per 400-500 metri messi e tolti gli sci. Nella strettoia consigliati i rampant. Appena si esce al sole, la neve cede e fa parecchio caldo. Riuscia ad arrivare con gli sci sotto la cima che raggiungiamo a piedi senza mettere i ramponi. La discesa è molto bella nella parte alta, nella parte finale troviamo neve che varia dopo pochi metri (crosta non portante). In discesa passiamo sul lato destro della strettoia.
In compagnia di Carlo, Manuela e Federico. Conosciamo durante la salita diversi sci alpinisti di Borgo S.D. che salutiamo.


[visualizza gita completa]
attrezzatura :: snowboard
Partiti alla 7 da Grange,la neve inizia subito dopo l'attrversamento del torrente e con qualche breve gava e buta si arriva veloci alla gorgia,molto magra ma ancora ben percorribile con qualche cautela.Arrivati al bivio x i tre vescovi dopo un'attimo di titubanza abbiamo deciso di seguire la debole traccia esistente x questo itinerario.Lasciato gli attrezzi al colletto siamo saliti in cima x cresta(volendo si riesce a salire con gli sci in punta).Discesa superlativa su moquette almeno fino alla gorgia ma anche la parte inferiore non è male.Consigliata questa e anche la Tre Vescovi
Oggi con Ivo e Nella.Solo altri 2 skialp francesi in tutto il vallone.


[visualizza gita completa con 5 foto]
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
attrezzatura :: scialpinistica
Gita di ripiego,volevamo salire all'anticima ma le condizioni della neve non erano del tutto sicure,allora abbiamo optato per la più facile e classica Enchiastraie,mai visto la gorgia così magra di neve ma si passa bene,poi sopra tutta neve ventata e assenza di neve fresca,comunque tenendo il fondo percorso abbastanza sicuro,poi il dosso finale abbiamo mottato gli sci e messo i ramponi per neve dura...molto caldo e ambiente spettacolare.

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
attrezzatura :: scialpinistica
Enneigement suffisant , le ruisseau au départ est difficile à traverser,la trace dans le vallon est dure et le canyon est pratiquable nous l'avons éviter à la descente .
Nous nous sommes arretés sur la crête à cause du vent.
Aujourd'hui beaucoup de vent et visibilité réduite à partir de 12 h.1 mn de neige fraiche. avec stéfano

[visualizza gita completa con 2 foto]
attrezzatura :: scialpinistica
Mi è sfuggito un non di troppo, oggi la temperatura era decisamente gradevole, anche in vetta si stava bene ed il vento dei giorni era per fortuna solo un ricordo.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
5 minuti sci in spalla, poi neve durissima fino alla gorgia, attraversato il torrente si risale il pendio ripido con alcune inversioni, coltelli utili, quindi senza problemi fino al colletto che precede il crestone affilato, il pendio ripido che precede il colletto può creare qualche piccolo problema per la neve superficiale che tende a scivolare, alcuni lo superano sci in spalla, quindi facile arrivo in vetta. Discesa con tutti i tipi di neve, ventata dura fino al colletto, poi spostandosi sui pendii a sud ottima trasformata, noi siamo scesi dai valloni a sud più diretti trovando neve non perfettamente trasformata e zone con neve dura, fino alla gorgia neve di tutti i tipi in qualche zona in pioeno nord si trova ancora della farina divertente, superata la gorgia neve durissima, oggi malgrado la temperatura non fosse gradevole la neve non ha mollato e le lamine devono lavorare molto fino ai prati finali.
Con Francesca ed Enrico


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Una ora su neve durissima poi neve morbida et un po di farina, bizonia di togliare lo sci 3 volte
Molto vento in cima et freddo.una 10 di personna.
LB


[visualizza gita completa]
attrezzatura :: scialpinistica
Il portage è effettivamente di 5 minuti, ma i "gava e buta "per attraversare il torrente sono parecchi.In salita abbiamo costeggiato nella gorgia il torrente sulla sponda dx orografica e ci siamo alzati a metà sulla destra per eliminare qualche togli e metti. Gita in discrete condizioni, nel tratto ripido finale per fortuna 4 dita di neve nuova hanno coperto alcune placche giacciate permettendo così una salita tranquilla.Ci siamo fermati all'anticima perchè il vento in cresta era veramente forte. In discesa parte iniziale molto molto bella, poi tratto mediano su neve gessosa un pò ventata ma discretamente sciabile.Per la discesa nella gorgia meglio tenersi sulla dx idrografica in modo da ridurre a ad un paio di attraversamenti.Poi neve molto dura fino alla fine.
Ciao a tutti i Buzzi presenti :

Ciano,Mauro,Denis,Gigi,Sergio e Andrea.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
In alto neve primaverile cotta al punto giusto, parte mediana ancora polvere, in basso neve primaverile dura.
Ancora ottima sciata
Fa effetto percorrere questo itnerario a fine novembre in condizioni pressochè primaverili...incontrata pure una vivace marmotta!



[visualizza gita completa con 2 foto]
attrezzatura :: scialpinistica
Buone condizioni. Sci ai piedi fino in vetta. Ruscelli facilmente attraversabili. Neve a pochi metri dalla macchina. Dalla punta scendendo nei pendii di sinistra trovata neve trasformata e ancora farina.
In condizioni anche la Tre vescovi,solo due tracce.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Si portano gli sci solo per 50 metri poi solo qualche metti leva per attraversare qualche ruscello.
In discesa neve di diversa qualità da trasformata primaverile nel primo tratto, a chiazze di neve farinosa in alcune zona all'ombra nella parte centrale, brevi tratti di crosta non portante a neve dura primaverile nella parte bassa.
In compagnia di Davide, Fede e Simone.


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
oggi bellissimo intinerario....esclusivamente da fere con neve sicura!
la parte alta farina da 5 stelle, poi gli ultimi 400m.inizialmente leggera crosticina, poi piuttosto duretta ma ben sciabile....
grazie a CLABO che ha battuto pista
a chi ha proposto la gita....
un saluto alla numerosa compania,ed al gruppo di francesi
che son arrivati dall'incestraie
ciao a tutti..........


[visualizza gita completa con 9 foto]
attrezzatura :: scialpinistica
Bellissima gita,da fare solo con neve sicura,trovato tantissima farina,quasi 600 mt dsl,poi pista da sci fino alla macchina.si portano gli sci per 3 min.
Visto gruppo di francesi scendere la nord dell'Enchastraye e poi saliti da noi.
un saluto a tutti



[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: nessun problema. Parcheggio alle grange
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Rigelo buono, aria fresca e tempo sereno. Sci a spalle fino alla strettoia(quasi un'ora). Il superamento della strettoia ha fatto perdere un pò di tempo. Sarebbe comunque consigliabile, per ora e contrariamente a quanto abbiamo fatto noi, passare sul fondo. Noi abbiamo salito i pendii sulla spalla destra idrografica con togli e metti e traversi piuttosto precari. Abbiamo trovato poi la parte superiore(il canale che porta al colletto prima della cresta finale) con neve che aveva mollato (esposizione sud) e quindi sfondosa su tutto lo spessore. Per sicurezza ed anticipare la discesa solo uno di noi è arrivato in vetta. La discesa è stata comunque buona soprattutto dopo il primo pendio sotto la cima. Per questa stagione comunque non la consiglierei più.
Complimenti ad Attilio per la velocità e la vetta raggiunta. Oggi 6 geki: Attilio, Carlo D., Livio, Adele, Maria ed Antonio.


[visualizza gita completa con 1 foto]
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
attrezzatura :: scialpinistica
crosta non portante in basso, sembrava reggere e poi ogni passo una vasca da bagno!..nonostante le ciaspole. In alto molle e faticosa, tavola abbandonata per disperazione sotto al canale. Ambiente spaziale, grandissimo panorama e non una nuvola! In discesa marcetta fino alla strettoia poi sopravvivenza fino al parcheggio. Un saluto alla compagnia di Mondovì!
speriamo vengano tempi migliori
salut


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
come descritto da clagis ieri
scarso rigelo in basso,buon rigelo dai 2200-2300 m,nell'ultimo tratto a nord sotto la cima (50-100 m)crosta a tratti dura,a tratti morbida e un pochino farinosa
siamo sciesi un po' tardi(da mezzogiorno)sui tratti a nord ancora bella,il resto era molle,specie in basso attenzione al tratto sotto il pendio di neve instabile
2-3 gava e buta in basso
un saluto ai compagni di gita max,angelo,giordana


[visualizza gita completa con 10 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
attrezzatura :: scialpinistica
SALITA: partiti non presto (8.15) abbiamo trovato crosta portante nel vallone del Puriac (in ombra) fino all'uscita sulla Comba della Sagna(al sole).Nella Comba neve primaverile fino ai pendii sotto il Col de la Vigne dove iniziava neve molle e cedevole ma agevolmente percorribile (fino alla selletta sotto la punta). Solo il tratto terminale che scollina sul versante N ha neve leggermente dura coperta da un velo di farinosa.
Attenzione all'imbocco della strettoia dove grossi blocchi residuo di valanga scivolano sotto il calore del sole. Il torrente a Grange è carico: possibilità di bagnarsi i piedi attraversandolo; tre punti dove togliere e mettere gli sci: poco dopo il ponticello in legno, nei pressi di un'opera idraulica, al primo ruscello trasversale al vallone.
DISCESA: la neve cambia molto , a seconda di esposizione, pendenza e "colore": dalla primaverile alla "polenta" in pochi metri. In prevalenza neve bagnata e cedevole, piuttosto faticosa. Dalla strettoia in giù decisamente marcia. "Toglie e metti" nei punti già citati.
Con Mara, Stefy e Marco completi compagni di gita.


[visualizza gita completa con 16 foto]
quota neve m :: 2000
Lasciata l'auto al curvone 1780, camminiamo nel Vallone del Puriac fino a 2000 m dove la neve è continua. Superata la strettoia del vallone i terreni abbondantemente innevati sono una gioia per gli occhi. Molte le marmotte che escono dalle tane perforando la neve. Verso i 2500 la temperatura incomincia sensibilmente ad aumentare tant'è che nelle conche superiori sembra di essere in un forno, non c'è alito di vento. I pendii che da 2650 salgono ripidi alla cima sono in ottime condizioi e si lasciano salire senza problemi fino in cima. Lunga sosta sulla cima ad ammirare i vasti panorami e a descriverli ai nostri 2 amici venuti appositamente da Veneto e Friuli per conoscere, scialpinisticamente parlando, le montagne piemontesi.
Inizio discesa alle 12,30. I primi 400 m da sballo; da 2550 a 2300 si sfonda un po' sulle pendenze orientate ad est, poi firn e supertrasformata fino a 1920 dove si tolgono gli sci. 15' a piedi e si è all'auto dove si festeggia con prosecco e verduzzo.
In compagnia di Roerto da Vittorio Veneto, Eugenio da S.Vito al Tagliamento e dei più casalinghi Luisa ed Ezio ... ma l'avventura continua vv. Punta d'Almiane fatta oggi lun.17.


[visualizza gita completa con 7 foto]
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
quota neve m :: 1800
Prima gita dell'anno. Purtroppo di neve c'è n'è poca e di sassi ne affiorano parecchi. La salita è abbastanza divertente, sopratutto nella gorgia a un terzo del percorso dove è un continuo attraversamento del fiume. Noi ci siamo fermati poco sopra il colle del Puriac a 2500m visto che a sud di neve non sembrava essercene abbastanza. Discesa discreta nella parte alta con farina un pò pesante, da incubo nella parte bassa: le temperature erano alte (sui 5°) e la neve da farina si è trasformata in cemento a presa rapida e il tratto nella gorgia (purtroppo inevitabile non essendoci altri possibili passaggi) è da sci "estremo", il rischio di cadere nel fiume è altissimo (rischiato di brutto più di una volta) con la certezza di rovinarsi la soletta degli sci con le pietre nascoste da un velo di neve. Non la consiglio a nessuno, a meno di andare con le ciastre, in quel caso ci si diverte e non si rischia.
In compagnia del CAI di Tirana, composto da Roberto, alias Trumblin Kammerlander, Menaf, la Cinesina e il Cialtrone.


[visualizza gita completa con 5 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
quota neve m :: 1700
Gita di fine piuttosto che di inizio stagione. Neve primaverile su tutto il percorso. La strettoia verso i 2100m di quota, con le condizioni attuali, non può essere percorsa sul fondo. Bisogna superarla lungo il percorso del sentiero estivo, facilmente individuabile sulla destra orografica e relativamente sicuro a causa dello scarso innevamento. Pietre affioranti in alto, lungo il traverso che da sotto il Colle delle Vigne conduce alla cresta nord della Enciastraia (traverso esposto in pieno sud), ed in basso. In discesa, superata la forra, conviene continuare sulla destra orografica del vallone del Puriac sempre seguendo la traccia di sentiero e curvando con parsimonia per evitare conflitti tra sci e pietre. Comunque si arriva sci ai piedi praticamente alla macchina.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
Mancato totalmente il rigelo notturno, anche perchè c'è stata nebbia tutta la mattina. Neve molle, cedevole in parecchi punti, solo pochi tratti divertenti, per il resto siamo scesi.... Scarsa anche la visibilità. Il vallone comunque è ancora molto carico di neve, si parte e si arriva sci ai piedi alla macchina.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: visto cadere valanghe a pera
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
Buon rigelo notturno conca del Puriac intatta tanta neve, molte persone sulla Rocca dei3vescovi che è in ottime condizioni, ho preferito l'encestraye anche se le condizioni del pendio finale e della cresta non sono ideali: sentito assestamenti, fatto cadere un pezzo di cornice e piccole valanghe da cartone animato. Ottima discesa per i canali ad est.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 1600
La neve è abbondante su tutto il percorso, in alto un po' troppo lavorata e dura per via del vento che ha soffiato tutto il giorno, poi man mano che si scende diventa primaverile. Moltissima gente sul percorso. In ottime condizioni anche le Enclausetta e Pè de Jun.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 1700
Partiamo per fare la Cima delle Lose ma finiamo nel vallone del Puriac: uno va a fare la frequentatissima Enciastraia (ci saranno state sulle 100 persone), mentre io faccio un pezzo del percorso del Giro dei Tre Valloni (che era oggi) finendo sulla cima Pe Brun (2797 m, abbastanza sviluppo orizzontale). Neve sempre trasformata eccetto alcuni punti verso il Pe Brun dove era ventata. A proposito, sulla cresta vento notevole.
Giornata veramente bella.


[visualizza gita completa con 2 foto]
Le molte persone presenti si spargono sui vari itinerari e tutto sommato non si coglie troppo il sovraffollamento.
Conviene scegliere i pendii più esposti al sole e quindi il canalone sotto la vetta, per poi tenersi costantemente a sinistra per successioni di pendii e canalini.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1600
Oggi grandiosa gita sociale di 5 più che 40enni che hanno guadagnato la vetta per secondi. Mi allineo al commento tecnico di Pippi. Giornata magnifica e neve ben sciabile salvo qualche sacca di crosta prima della gorgia del Puriac.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
Giornata splendida soleggiata e fresca.Neve perfettamente trasformata da cima a fondo,si arriva in cima sci ai piedi.Molta gente nel vallone ma oggi c'era sole,neve e divertimento per tutti.Gita consigliata.

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 1600
ottimo meteo nonostante le previsioni ....buon innevamento,e si sale in cima con gli sci,la parte alta neve in trasformazione , comunque ben sciabile,sotto rocca 3 vescovi un bel pezzo di farina.

un saluto ai compagni di gita ed al gruppone del cai di mondovi,
ad Enzo che legge sempre le mie gite, ed oggi aveva perso un amico tra i vari panettoni del puriac.............
ciao a tutti..........


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1700
partito poco dopo le 8,sono arrivato in vetta in 3 ore e mezza
neve gelata al mattino,in discesa cominciava a mollare,vento forte in cima
utili i coltelli nel tratto finale
un saluto agli amici del cai mondovì e di borgo s. dalmazzo che hanno fatto la stessa cima


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente umida/pesante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo non portante
note su accesso stradale :: OK
quota neve m :: 1700
Bella gita di grande soddisfazione su una cima che sfiora i 3000 m con lungo spostamento iniziale lungo il vallone del Puriac e salita finale decisa su bei pendii; vai e vieni di nuvole e vento fastidioso a raffiche anche forti su tutto il percorso.
Poche decine di metri a piedi, un guado e si calzano gli sci. Seguito il fondo del vallone del Puriac fino sopra la caratteristica strettoia (a circa 2100 m). Poi saliti direttamente a destra senza passare sotto la Rocca dei Tre Vescovi. Pendii sostenuti con qualche cm di neve caduto nella notte (i coltelli possono essere utili nell'ultimo tratto). Lasciati gli sci appena raggiunta la cresta, poi a piedi fino in vetta. Forti raffiche di vento sulla cresta finale.
Trovata buona neve in discesa fino a circa 2200 - 2100 metri. Poi, dalla strettoia in giu, crosta non portante e, infine neve marcia (comunque meglio della crosta) e qui ci perdiamo una stellina.
Eravamo un bel gruppetto, piu' di venti; complimenti a tutti, proprio una bella salita.


[visualizza gita completa con 1 foto]
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
neve variabile ma sempre sciabile.
crosta più o meno dura, neve in via di trasformazione.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 1900
25 minuti sci a spalla poi buon innevamento, sulla crestina finale nessun problema; giornata stupenda

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
La neve del primo pendio di discesa non è ancora completamente trasformata ma si scia comunque molto bene. Conviene non cominciare la discesa troppo tardi perchè sul alcuni pendii la neve "molla" in fretta.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 1600
Noi siamo saliti dal Vallone di lauzanier (vedi campana). Una volta che si accetta il grande pianoro di un'ora, posso affermare che la discesa è stata superba. dalla vetta al pianoro 10cm di farina su fondo duro. Uno spettacolo. E al pianoro siamo arrivati alle 14.30. Non so quando dura. Condizioni sicure. Nella foto le nostre tracce in discesa dal colletto sulla cresta di vetta. gruppatto cai ule di Ge-sestri

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
quota neve m :: 1900
Gita davvero raccomandabile, anche se nella parte bassa un po' noiosa (molto spostamento, poca salita). Neve molto bella e poche pietre. Usciti dalla rampa finale, possono essere utili i ramponi per raggiungere la vetta.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo non portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 1600
Partiti da Grangie sci ai piedi, risalito il vallone del Puriac per facili pendii, arrivati in prossimità della rocca dei Tre Vescovi preso a destra per la cima di Enciestraye.
Neve buona, nella parte alta 10/15 cm di neve fresca su di un buon fondo, nella parte bassa neve primaverile con molti massi che affiorano.
Meteo discreta: nevischio nella prima parte poi coperto con raffiche di vento, nella parte alta nebbia.
In compagnia di Fabio


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: buono
quota neve m :: 1500
splendida mattinata di sole neve fresca che salendo copriva le molte pietre della parte inferiore del percorso, in alto 30-40 cm di farina (a tratti leggermente ventata).grazie all'amico di boves che ha battuto velocissimo la parte alta del percorso.
Discesa ottima nella parte alta, le pietre a valle della strettoia erano di nuovo in bella vista

[visualizza gita completa con 1 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 2000
Gita al limite della fattibilità, neve insufficiente per sciare nella parte bassa ma sufficiente per non portare gli sci a spalla. Siamo scesi verso le 13 con neve che non mollava, su firn e talvolta su neve ventata. Abbiamo sbagliato in salita ad infilarci nella gola che con poca neve e' una bella rottura. Giornata non piu' calda, forse ci siamo al tanto atteso inverno? Speriamo. Grazie a Roby e Muyo per la giornata.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: ok a Grange
quota neve m :: 1900
parte alta da 4 stelle bunduse su neve primaverile a patto di non scendere troppo tardi. Noi siamo scesi non dall'itinerario classico di salita ma tenendo verso sinistra per pendii bellissimi e uno stretto ma corto canale e poi ancora piegando a sinistra. In questo modo si scia su neve trasformata fino all'imbocco della strettoia del Puriac che sia in salita che in discesa conviene superare sui pendii soprastanti sulla destra orografica in quanto in mezzo la neve è troppo poca. Dall'uscita della gola alla macchina non si scia più ma si segue con estrema prudenza per non spaccare gli sci una esile striscia di neve che porta a 10 min. dalla macchina. Giornata calda stile aprile inoltrato e senza vento. Utili i coltelli in salita. Speriamo nevichi presto!!

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
Meteo veramente instabile, abbiamo avuto di tutto, dalla pioggia al sole alla nebbia al nevischio... Queste condizioni non hanno permesso il rigelo notturno, per cui la discesa non è stata un granchè, un po' per la luce e la nebbia che appiattiva tutto, un po' per la neve pesante e non portante. Arrivati in punta con gli sci. Dalla macchina occorre tenere in conto una buona mezz'ora con gli sci a spalle.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
la neve sta sparendo velocemente nella parte bassa..

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
Giornata grandiosa in super compagnia. Un plauso ai 3 pensionati per la grandissima capacità di tenere un ritmo allucinante in salita.
Neve e condizioni meteo perfette.
Fatela presto o ve ne pentirete!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
note su accesso stradale :: nessuno
quota neve m :: 1800
..nulla da aggiungere ai precedenti commenti..sempre una bellissima gita, con Mark e Carla, da quota 2200 si può puntare direttamente a destra salendo i pendii piuttosto sostenuti che si comgiungono con la normale proveniente da sinistra.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
Spettacolare.....se non l'avete mai fatta mettetela nella vostra agenda.Divertente e panoramica sono gli aggettivi che mi vengono in mente.Fatta in compagnia di 4 amici e di altri amanti della montagna come noi.Giornata senza una nuvola e con neve perfetta(12:30 in discesa mollava il giusto).

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
confermo tutto quello scritto da otiz..noi eravamo tra le altre 20 persone...partiti più tardi e scesi intorno alle 12.30..ma la neve ha tenuto fin sotto mollando il giusto...ragazzi una figata!!!...giornata stupenda, neve ottima e la compagnia più simpatica del mondo..in vetta io, igor, macspauer, andrea e clara...come sempre il nostro andrea rimane il punto di riferimento per lo skialp..sei troppo il migliore!!!..grazie della gita..il viaggio è stato lungo, ma ne valeva la pena..sciare con voi è stato mitico!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 1700
Confermo quanto riferito da Pggit nella sua gita del 08/04. Oggi il meteo era straordinario. Partiti alle 6:30, in vetta alle 10:30, inizio discesa alle 11:15. Con questa tabella abbiamo trovato ottime condizioni di neve sia in salita che in discesa. Al colle delle vigne abbiamo lasciato gli sci facendo la punta a piedi. Il gran caldo, nelle rampe esposte Est in prossimità della vetta, cuoce molto la neve: nostro consiglio è partire molto presto e non tardare la discesa. Almeno altre venti persone oggi nel venerdì santo al Puriac.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 1800
bellissima giornata di sole e neve stupenda ,solo nella parte alta l"ultima neve caduta da un leggero disturbo,
un saluto al gruppo di mondovi ...

[visualizza gita completa]
se non do oggi 5 stelle non so quando le dovrei dare.
messi gli sci a 100 metri dalla macchina. tempo perfetto, cielo blu senza una nuvola. incontrate solo 5 persone lungo la gita. temperatura fredda con un leggero vento in vetta. neve perfetta. dura dalla macchina alle vetta e discesa. discesa effettuate alle ore 12,00 e trovati due cm molli sopra il fondo duro. poche traccie di discesa e immensi pendii vergini. E' poco?

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
Arrivati in punta passando dall'evidente canale che si vede a destra usciti dal canale del Puriac; variante più diretta e più divertente. Neve molto pesante e che cede continuamente sotto il peso, in alcuni punti inoltre occorre fare attenzione a degli accumuli; nel complesso la parte più divertente era dentro il Puriac, dove però occorre fare attenzione alle pietre e ai buchi........

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
Calzati gli sci al primo ponticello,copertura nevosa discontinua;la settimana di zero termico al di sopra dei 3000 m ha lasciato il segno.Data la scarsità di materia prima,abbiamo abbandonato la meta originaria per salire il rilievo compreso tra il colle del Puriac e Rocca Tre Vescovi.Soprattutto nella prima parte della discesa neve infida,non dura ma nello stesso tempo non del tutto trasformata. Un saluto agli amici del corso SA1 emiliano e un augurio di pronta guarigione alla ragazza infortunata.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto cadere valanghe a pera
neve (parte superiore gita) :: recente umida/pesante
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
Giornata calda e senza vento è innevamento ancora sufficente. Corso qualche rischio per la neve non propio delle migliori.Bella montagna, da solo in vetta. Un saluto a pedro.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: sentito assestamenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
Partiti per andare in Francia, appena valicata la Maddalena ci siamo girati indietro perchè di la c'è molta meno neve che di qua. lasciata la macchina alle 7.00 a grange. E' un metti togli fino alla fine del canale che si percorre sul fondo. Usciti dal canale presa la variante diretta a dx su evidente traccia di salita e diverse di discesa. Qui già la neve era molto marcia (circa 8.30-9.00) Abbandonato la salita a quota 2700 circa per condizioni non sicure, subito sotto il tratto più ripido. Discesa nel marcio (inizio ore 11.00) salvo il canale, visti ampi assestamenti del manto al passaggio a quota 2600. Comunque ben 10 persone in punta, alcuni per la variante larga del colle Puriac. Io Mari e Max sconsigliamo

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
Neve su tutto il percorso in quantità più che sufficiente. bella trasformata ma a tratti già marcia. assenza praticamente di crosta fastidiosa e no pericolo di toccare pietre.Per il periodo di magra in cui siamo sono 4 stelle.


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
Bellissima gita in un ambiente stupendo. Peccato per la poca neve che ogni tanto "regala" qualche bella pietra improvvisa.... Grazie per la compagnia al mitico Oscar

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
stagione terminata per questo posto, se ne riparlera' l'anno prossimo.
Nata come gita di ripiego e' diventata una bella escursione. Sopravvissuti all'alzataccia io e Beppe Caterpillar ci siamo divertiti molto. Una bella giornata, calda ma senza eccessi, su una neve cotta dal sole che ci ha permesso di curvare dalla cima sino ai 2000.
Ambiente vario e selvaggio, fiume, cascate, detriti, rocce dolomitiche, tanti animali selvatici.
Al ritorno ci scappa anche una puntatina a Sambuco e Demonte che non fa mai male.
foto e altri commenti su:
_colangelo



[visualizza gita completa]
osservazioni :: 2/3
neve (parte superiore gita) :: Farina/dura portante
Partiti da Argentera 1680mt, Enchastraye 2995 4 ore,attenzione a strettoia da 1970 a 2200,i pendii sopra erano carichi,se la temperatura sale.... Discesa su Bassa di Colombard verso Ferrere, a 2300 mt risaliti al colletto 2500 e discesi su piste Argentera.Meglio arrivare a Incianao 2575 con discesa diretta su Argentera. Dislivello 1550/1600 mt.Et-Er-Lu-RoL-RoV-Sa-Ste-XX.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: buona
neve (parte superiore gita) :: trasformata ghiacciata
nuvoloso e freddo neve dura tutto il giorno
utili ramponi per la cima


[visualizza gita completa]
osservazioni :: ok
neve (parte superiore gita) :: ghiacciata
Prima della 3 giorni 'Bartoliana'. Neve a tratti mancante in basso, per il resto gelata a tratti come porcellana. Si arriva con gli sci in cresta, di qui in cima senza difficoltà. Incontrato il 'frizzante' gruppo della bociofila. Boards 4 skis 5.

[visualizza gita completa]

Ci sono anche stati ...

  • 09/06/13 - edo74
  • 10/02/08 - sary
  • Caratteristica itinerario

    difficoltà: BS :: [scala difficoltà]
    esposizione preval. in discesa: Nord-Est
    quota partenza (m): 1769
    quota vetta/quota massima (m): 2955
    dislivello totale (m): 1186

    Ultime gite di sci alpinismo

    17/03/19 - Traversata passo Pasche´ - bomber
    Bellissima traversata senza nessuno in giro. Caldo per il periodo pero´ mitigato dal vento mai forte se non a raffiche in forcella. Discesa su polvere leggermente lavorata dal vento e via via piu´ p [...]
    17/03/19 - Malinvern (Monte) da Terme di Valdieri - f.gulliver
    Gita magnifica, che abbiamo pure allungato per errore di itinerario (saliti fino al Questa, poi traverso e discesa fino al lago di Valscura, da qui salita evidente). Utili i ramponi per la cima. In di [...]
    17/03/19 - Corborant (Cima di) da Besmorello - cuccimaira
    Gran gitona e grande ambiente! Come già ben recensito da MAX 64 che saluto aggiungo qualche notizia dal bivio del Laris in poi. La neve su questo itinerario si presenta un pò più lavorata dal vent [...]
    17/03/19 - Content (Bric) da Chialvetta - Castel
    Si parcheggia sulla strada presso Viviere. Neve a meno di cinque minuti dall’auto. Sulla strada tre o quattro brevi togli-metti. Saliti e scesi sull’itinerario per il Passo Scaletta per godere di [...]
    17/03/19 - Pè de Jun (Testa) da Grangie - skeno
    Saliti dalla normale (data la poca neve ultimo pezzetto a piedi) e scesi sul vallone opposto esposto inizlamente a sud est e poi a nord est. Neve primaverile quasi sempre ben sciabile, ultima parte lu [...]
    17/03/19 - Jafferau (Monte) - Monte Vin Vert da Bacini Frejusia, traversata con discesa per la Valfredda - HHEB
    Preso impianti fino in cima alla seggiovia BAN (14 euro per un'ora di biglietto, gli impianti hanno aperto alle 8,50). Arrivati in cima al jafreau alle 9,45 (15-20 min a piedi dall'arrivo dell aseggio [...]
    17/03/19 - Silleskogel dal maso Steckholzer - silverrain
    Gita molto affollata perché con rischio minimo di valanghe (nella parte finale). La neve sopra i 1800m era spettacolare, 50cm di fresca su fondo duro; sotto, ovviamente, polenta considerando il caldo.