Druina (Monte) da Castagnole, anello per il Turu e il Passo della Croce

note su accesso stradale :: nessun problema
gita fatta in solitaria in mattinata. Mi sono fermato al passo della Croce e sono rientrato dopo un paio di foto scattate in una bella giornata di sole
sul Passo della Croce
Uja di Mondrone, inconfondibile...
Santuario di S. Ignazio da Loyola ripreso in discesa

[visualizza gita completa con 3 foto]
Eseguito l'anello in senso contrario a quello descritto, saltato il Druina. La neve, da circa quota 1000 m fino al passo della Croce, rende difficile il cammino, a volte si sprofonda fin sotto il ginocchio. Dal passo della Croce in poi si riduce notevolmente e non costituisce più alcun problema né salendo al Turu, né scendendo verso Castagnole.
Panorama guastato dalla giornata non proprio bella.


[visualizza gita completa con 2 foto]
Gita del mattino.
Giunti al Passo della Croce con prima arrivo sul Turu (dove erano in atto lavori di aggiustamento del tratto finale della strada, con un escavatore).
Il ritorno da Mombasso e Triclera. Impossibile perdersi per le innumerevoli tacche e frecce. Utili le fontane sul cammino.
Oggi giornata calda ma con un leggero venticello direi ... primaverile!
Con Franco.


[visualizza gita completa]
Bella passeggiata mattutina, in compagnia di Alessio, tanto per non salire al solito Musinè, dal quale non dista molto di più e non dispiace come percorso.
Sarebbe stato interessante dare uno scorcio al panorama dalla cresta spartiaque, peccato per le nuvole presenti quasi esclusivamente sulla nostra testa.
Confermo la facilità nel salire dalla strada battuta, anche per chi fa scialp che per i bikers.
Guardare da questo punto l'inizio della vallata di Viù, ci ha fatto ragionare
su nuove escursioni future.
Alessio: Sai già che d'ora in poi batteremo a tappeto le valli di Lanzo, vero?


[visualizza gita completa con 5 foto]
Panorama quasi nullo verso la pianura per foschia, bello invece verso le alte valli. Sceso dal Passo della Croce.
Giro interessante, soprattutto la discesa, dove rimangono tracce della storica mulattiera con i muretti a secco sui lati (percorribile oramai solo in piccola parte). Bella la chiesetta di Mombasso e il vecchio forno.
Con Luna che, anche questa volta, non può fare a meno di correre dietro ai caprioli visti poco sotto il colle.


[visualizza gita completa con 4 foto]
Visto il meteo, ripiegato su facile escursione. Dal Passo della Croce siamo direttamente scesi, la salita al Druina era fradicia e scivolosa.
Gita fatta con Bubbola.


[visualizza gita completa]
Giornata nebbiosa e nuvolosa che purtroppo ha compromesso questa gita che poteva pure regalare qualche bel panorama. Saliti col fuoristrada lungo la sterrata in modo da guadagnare un po' di dislivello con l' intenzione di continuare poi in cresta verso il colombano ma la nebbia ci ha limitati alla cima druina e prudenzialmente abbiamo evitato giro ad anello. In compagnia di Rocco.

[visualizza gita completa con 1 foto]
Temperatura ottimale; non tutto nitido per leggera foschia anche nelle valli; sulla piana della città grande smog; stupendo panorama su Cozie, Graie (desolatamente spoglie di bianco) e intera pianura.
In questi periodi di magra va molto bene anche questo giro diversamente non preso in considerazione.
Buono per la mtb ed in caso di neve, anche per gli sciescursionisti.
Da una vita snobbata perchè ritenuta una montagnola insignificante, benchè mi fosse visibile praticamente tutti i giorni, si è rivelata inaspettatamente molto interessante anche con il terreno spoglio.
Panorama completo su tutte le vette della testata delle Valli di Lanzo.
Nei pressi vi ero stato solo due volte in pieno inverno (Colle Carminera e Passo della Croce, però con una muraglia di polvere fino a Maddalene!!! e ormai da inserire nel libro dei ricordi per i pronipoti).
Incontrato due mtbikers ed alcuni escursionisti, tra cui una coppia di conterranei.


[visualizza gita completa con 1 foto]
Qualche difficolta' a giungere in vetta dal Colle della Croce, per presenza di neve e arbusti. Una volta in cima e' esploso il caldo. Ridiscesi a Castagnole senza toccare il Turu. Con mia madre.

[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

difficoltà: EE :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord-Ovest
quota partenza (m): 670
quota vetta/quota massima (m): 1516
dislivello salita totale (m): 846

Ultime gite di escursionismo

19/02/20 - Calcante (Uja di) da Fubina per la Mulattiera della forestale - otaner
escursione effettuata nuovamente dopo diversi anni. Il percorso da Fubina è sempre ben tenuto con sentiero in buone condizioni. Dalla punta non è possibile fare l'anello perchè dal lato nord ci sono ancora diversi accumuli di ghiaccio
19/02/20 - Lunelle (Punta e colle) da Traves, anello - rolly52
Confermo l’ottima valutazione di questa gita, tutta su sentieri piacevoli e ben tracciati.Peccato per il momentaneo annuvolamento appena giunti in vetta. Lunghetta nel complesso ma poco faticosa.
19/02/20 - Santa Cristina (Monte) da Bracchiello per el Senté dla Scalinà - parinott
Diversi alberi caduti sul sentiero 261, il Cai di Lanzo ha previsto a Marzo l'intervento di pulizia, comunque ben segnalato da bolli B/R. e cartelli ai bivi. Molto meglio dai Monti di Voragno a S.Cristina.
19/02/20 - Croce dell'Ubacco (Monte) da Moiola - klaus58
Fatto il solito giretto mattutino salendo per la strada asfaltata, prima il monte Croce dell'Ubacco, poi punta Il Bric e il boscoso Saret Alto, scendendo dai tetti Masuè per il tracciato MBK con un s [...]
18/02/20 - Frassati (Poggio), da Graglia per il Tracciolino e traversata a Oropa - brunello 56
Gran gitona, all’arrivo ad Oropa erano 30 km con un 1500 m di dislivello, con 8h abbondanti di cammino. Ma ne valeva la pena. Non conoscevo il Tracciolino e volevo percorrerlo, anche sapendo che sa [...]
18/02/20 - Artondù (Cima) da Tetti Gallina per il Bric della Ciarma, anello per Meschie - lonely_troll
Una passeggiata alle pendici della Besimauda con salita per un percorso dimenticato e attualmente riportato solo da OpenStreetMap. Pochi brevi tratti di neve dura ma non scivolosa che non danno fastidio.
16/02/20 - Corte Lorenzo (Cima) da Bracchio - chit.scarson
Le poche chiazzette di neve residua dove non batte il sole i cresta non infastidiscono. Tutto il catename è in ordine.