Sea Bianca (Punta) da Pian della Regina e la Punta Raboi

:: nulla di rilevante
Gita fatta al 95% con ranponcini e 5% scarponi... ciaspole non necessarie attualmente.

La traccia gpx scaricabile non è stata seguita da nessuno, molto meglio passare da dietro il colle. Allego la mia traccia ma sarebbe meglio seguire il più possibile la mia via di ritorno.


GIta con panorama da 12 stelle su tutta l'area del Monviso. Giornata con condizioni perfette. Non definibile ciaspolata, ma onestamente amo i ramponcini :) Tanta gente sul tracciato, ma non affollato come giri più famosi.


[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: ok fino al sentiero
Solare passeggiata pomeridiana, gran panorama, qualche raffica di vento. Rossastri fumi da incendio sulla pianura.

[visualizza gita completa con 2 foto]
note su accesso stradale :: strada per pian del re ancora aperta.
Partiti dal tornante a quota 1900 circa un km prima di pian del re. Sentiero che rende molto nella prima parte e poi un lungo pianoro fin sotto il colle della gianna dove si prende un labile sentiero che si ricongiunge più in alto con quello che arriva dal colle della gianna. Bella e facile escursione accompagnati da un forte e gelido vento. Discesa passando dalla sellaccia e poi fino al pian del re chiudendo l'anello percorrendo la strada asfaltata.
Con Lia, Giovanna, Montse,Silvia, Francesco, Bepi e Giuseppe.


[visualizza gita completa con 4 foto]
Praticamente dopo aver girellato un po' (quasi fino alla Sellaccia passando dal pian del Re) per la troppa neve fresca sono tornato al curvone della strada asfaltata dove inizia il sentiero per il colle della Gianna e sono salito sulla destra sul largo dosso spoglio di neve fino alla cima di rocce Losere (m.2325) e ancora circa 100 m. più su ma anche lì c'era troppa neve. Comunque bella giornata e una cimetta raggiunta...

[visualizza gita completa con 3 foto]
note su accesso stradale :: Sbarra chiusa al pian della regina fino in tarda primavera
Bella passeggiata fino al Col della Gianna , poi per cresta e sali scendi fino alla Sea Bianca, stupendo balcone sulle vette del Gruppo Viso.

[visualizza gita completa]
Splendita gita con il Monviso che ti accompagna fino in cima.
Parcheggiato al tornate all'imbocco del canale , il sentiero e visibile sulls dx del ruscello ed è ben tracciatato fino in cima.
Oggi panorama spettacolare a 360 gradi .
In compania di Umberto

[visualizza gita completa con 7 foto]
Per nebbia mi sono fermata al bivacco diroccato a circa 100m dalla punta.
Come avevo intuito intravedendo delle tracce in basso e avendo letto ora dalla relazione di Patrick77 avrei dovuto disarrampicare 5m ( ma niente di che) e poi di nuovo facile la cresta fino in cima.
Non avendo trovato cartelli alla partenza del Gta V28 ho proseguito fino al Pian del Re e sono salita per il V12.
Per la scarsa visibilta' stavo scendendo dalla via di salita, ma poi ho incontrato una coppia di svizzeri e sono risalita di 200m e scesa con loro dal Gta che scende direttamente al Pian della Regina.
Impressionante il Pian del Re popolato solo da marmotte senza merenderos.
Belle fioriture.

[visualizza gita completa con 14 foto]
note su accesso stradale :: ok fino a pian della regina
Giornata plumbea in pianura, dopo Crissolo si apre tutto e partiamo da pian della regina con cielo completamente sereno. Percorso al sole, con temperature più che primaverili in alto e un po' di venticello fresco solo in cima. Sentiero GTA fino a poco prima del Colle della Gianna, dove si devia sulla destra seguendo una freccia rossa e poi ometti fino alla dorsale, da cui ricominciano i bolli rossi. Solo una patina di neve dura a chiazze sulla dorsale, non servono ramponi, volendo è del tutto aggirabile. Panorama bellissimo, con le cime che spuntavano dal mare di nubi. E la nord del Viso a dominare su di noi per l'intera giornata. Con Federico.



[visualizza gita completa con 3 foto]
Saliti come da itinerario, per la discesa siamo passati dalla Sellaccia e Pian del Re. Tempo migliore del previsto, che pena vedere il Monviso così a dicembre: pochissima neve e versante nord con ghiaccio vivo e segni di crolli di materiale roccioso un po ovunque. Con Alberto e Patty.

[visualizza gita completa con 4 foto]
note su accesso stradale :: Ok a Pian Regina (sbarra chiusa x P. del Re)
Lasciato alle spalle già in Valle il tappeto di nuvole basse siam saliti su terreno completamente libero da neve sino alla dorsale finale dove, scollinando lato Val Pellice, si pesta un pò di neve dura, peraltro evitabile tenendo il pendio sud.
Dalla cima discesi, seguendo una breve crestina di rocce rotte, alla croce di punta Raboi, quindi risaliti nuovamente sotto la Sea con discesa finale, per la Sellaccia, su Pian del Re.
Bella giornata relax con Patty, Giorgio e la pattinatrice d'oltralpe Mira; un saluto ad Andrea di ritorno dal (magro, NdR) canalino est del Granero.


[visualizza gita completa con 6 foto]
note su accesso stradale :: parcheggio al pian della regina
Preso il sentiero che dal parcheggio parte in fondo a destra e sale verso la strada asfaltata del Pian del Re. Il primo tratto è poco segnato, bisogna fare attenzione ai segni rossi e ometti, ma andare sempre in direzione nord-ovest. Ci sono molti falsi sentieri, fatti dagli animali, che traversano da destra a sinistra il vero sentiero ; che comunque punta sempre in salita. Il percorso traversa tre volte la strada, le ultime due è segnato dove sbocca con segni rossi, poi si prosegue per un vallone e da qui in avanti è più segnato. Oggi c'era un po' di neve sul percorso,5 cm nel primo pezzo fin sotto il pianoro del colle, camminabile con scarponi. Al colle della gianna c'erano qualche cm in più di neve, ma si può proseguire sulle tracce che conducono verso la punta tranquillamente. Arrivato al vecchio bivacco diroccato si presenta il pezzo più insidioso, si deve scendere di 5mt ma con la neve sopra le rocce bisogna fare attenzione a non scivolare. Da qui in avanti di nuovo tranquillo, poi ho tagliato in diagonale sotto l'ultima salita sotto la punta così ho fatto prima e mi sono ritrovato proprio sotto. Bellissima visuale panoramica, un po' di venticello che abbassava la temperatura più di quel che era, sotto zero cmq. Al ritorno ho seguito le tracce che portano direttamente al pianoro sotto il colle evitando di tornare al colle della Gianna e passare di nuovo per il pezzo più insidioso. Da qui in giù la neve si è ritirata già di un bel po' dalla mattina, grazie al sole che ha scaldato tutto il giorno.
Penso che in questi giorni se continua a fare bello la neve si ritirerà ancora di più e la salita sarà ancora più agevole.


[visualizza gita completa con 6 foto]
note su accesso stradale :: ok
Bel giro pomeridiano per sfuggire i 35°C delle pianure. Ottima sosta al colle della Gianna, bellissime fioriture. Panorami in movimento per il gran turbinare di nubi e brume vallive.

[visualizza gita completa con 3 foto]
da segnalare rispetto alla relazione l'assoluta convenienza a NON salire al colle della Gianna.
Conveniente invece tagliare sul costone della Sea Bianca alla base della salita al colle.
Assolutamente in solitaria. Incontrati camosci e marmotte. In partenza alle 8.30 sole pieno, dopo solo 1 ora cielo coperto e nebbia.
Arrivato alla Sea con pioggia battente e nebbia. Panorama = zero. Rientrato a Pian della Regina sempre tra nebbie e nuvole.
Sole pallido solo a Crissolo.


[visualizza gita completa]
Oggi le previsioni danno mezza giornata di finestra senza precipitazioni. Partiamo verso le 9.00 dal tornante sopra pian melzé, passiamo sotto il colle della gianna e virato sul sentiero verso la punta. Al mattino ancora buona visibilità sul monviso ma via via arrivano i nuvoloni tutt'intorno pur con buona visibilità sul nostro itinerario. Il ritorno l'abbiamo fatto ad anello deviando a destra poco sotto il colle della gianna e risalendo dolcemente verso la sellaccia e da qui ottimo sentiero fino al pian del re. Da qui ha cominciato a piovere quindi veloce sgambata sulla strada fino alla macchina di circa un chilometro.
Col Montse, Lia e Giuseppe.


[visualizza gita completa con 5 foto]
note su accesso stradale :: Solito al Pian del Re
Fiduciosi dell'ottima giornata prospettata dal meteo tentiamo la Sea Bianca. Partiti da Pian del Re, senza una nuvola, ottimo sentiero che in un'ora porta alla Sellaccia, forse il miglior punto per vedere il Viso.
Proseguiamo verso il Colle della Gianna ma notiamo già nebbie spesse e immobili sulla nostra meta! Nonostante tutto proviamo almeno la salita al Colle ma niente da fare, dopo pochi minuti altre nebbie dalle Rocce Founs che ci avvolgono quasi dolcemente ma inesorabili. Per oggi decidiamo di scendere anche perchè la salita dopo il Colle sarà per ometti e non è l'ideale.
Tornati al Pian del Re, giusto per non stare con le mani in mano, saliamo al Lago Fiorenza dove per sfuggire alla marmaglia saliamo fino al Laghetto posto sulla destra idr. della conca dove regna la Pace.
Tutto il sentiero per la Sea Bianca è senza neve a parte rari nevai aggirabili o attraversabili, notata invece tanta neve sulla cresta che dal Colle della Gianna prosegue verso le Rocce Founs.
Torneremo sicuramente in autunno per evitare le solite nebbie fastidiose che caratterizzano il Viso.
Pochissima gente verso la Sellaccia, con noi appena 6 persone, a confronto della folla al Pian del Re. In fondo anche in questo posto, che chiamarlo turistico è poco, si riescono a trovare oasi di tranquillità.
Buone gite a tutti...sempre più in alto!


[visualizza gita completa]
Siamo venuti i zona per andare verso la Meidassa ma le nuvole hanno sempre stazionato sull'intera vallata pertanto ci siamo incamminati con la paura che piovesse ripiegando su un itinerario breve verso la Sea bianca. Le nuvole sopra i 2500 ci hanno costretto a ripiegare sul colle della Gianna. In discesa tenendoci sulla destra abbiamo preso il sentiero per la sellaccia da qui ci siamo collegati al gta che arriva al pian del re e per sentiero abbiamo chiuso l'anello a pian della regina. Un bel giro peccato il panorama limitato dalle nubi. Il monviso si è visto parzialmente per alcuni istanti durante tutta la giornata. Giro comunque di oltre 14 km con oltre con più di 850 m dsl. A pian Melzè parecchia gente a ballare e ascoltare una Band che suonava musica occitana!
Con Lia


[visualizza gita completa con 3 foto]
Sentiero ben segnato sino al C.le della Gianna - Prima della salita finale al colle deviando a destra si sale per tracce e sfasciumi direttamente sulla cresta in direzione della Sea - Partito dal Parking alle 7,00 in punta alle 9,30 - Altri 20 minuti sino alla P.ta Raboi (attenzione al sentiero in due tratti per sfasciumi e detriti non assestati) - Sconsigliata la domenica in auto sulla strada oltre Crissolo causa bolgia di mezzi motorizzati con soliti imbranati e/o esaltati alla guida.

[visualizza gita completa]
non si pesta neve per arrivare in cima.Partiti dal pian della regina decidiamo al ritorno di passare da pian del re per compiere un giro ad anello.Come al solito dopo le 12 le nuvole chiudono l'intero panorama.

[visualizza gita completa]
Partiti da quota 1530, causa strada interrotta per lavori, raggiungiamo dopo 30 minuti di cammino il ristorante a Pian della Regina. Per la Sea Bianca è possibile piegare a destra 50 metri sotto il colle della Gianna(tracce con ometti)senza raggiungere il colle. Così si evita di salire e riscendere la prima elevazione a destra del colle.
Peccato di non aver goduto dell'ottimo panorama a causa delle fitte nuvole che ci hanno avvolto arrivati in vetta.
Un ringraziamento và al gestore del ristorante del Pian della Regina che ci ha dato un passaggio, con il suo fuoristrada, sulla via del ritorno.


[visualizza gita completa con 3 foto]
note su accesso stradale :: strada chiusa con barriera al pian della regina per lavori dal 21/9
Bello l'itinerario e il sentiero asciutto nonostante la pioggia di ieri e niente neve sulla cima. Dal bivio sotto il colle della gianna si perdono le tracce ma si riprendono poco sopra dove ci sono sufficienti ometti quando non c'è il sentiero. Peccato oggi le nuvole che impedivano il panorama. Mi consolo per avere le foto di quando l'ho fatta dal vallone dei carbonieri con gli sci.
Io, Lia e quattro esccursionisti che ci hanno raggiunto e che saluto. In compagnia anche del piccolo cane nero ( Pipino) del ristorante di pian Melzè.


[visualizza gita completa con 1 foto]
Partenza da Pian Melzè sotto una fitta pioggia che salvo qualche breve momento di pausa ci accompagna, insieme anche alla nebbia, fino al colle della Gianna.
Di qui per cresta e poi per pendi ancora innevati, ma senza rigelo notturno, arriviamo nei pressi della vetta che non raggiungiamo per la fitta nebbia che ci ha costantemente avvolti nella parte alta del percorso.
Sentiero ottimamente segnalato fino al colle.
Grazie a Franco per l'ottima compagnia


[visualizza gita completa con 1 foto]
bella e lunga sgambata, anche perchè la strada per il pian della regina e del rè è chiusa per lavori dal 21.05 al 30.05.07 si arriva solo a serre umberto m.1534.giornata molto calda anche in quota, salito oltre alle due principali anche la p.ta arpetto e il truc battaglia facendo un piccolo anello in discesa su pian del rè, ottimo il colpo d'occhio sul vicino m.viso, verso la pianura invece foschia densa da calore.

[visualizza gita completa con 1 foto]
Partito dal Pian della Regina con tempo non proprio promettente,poi migliorato in giornata; giornata molto ventosa e tanto freddo in vetta.Durante la discesa salito sulla vicina Punta Rabot.

[visualizza gita completa]
E' stato molto dura "portare a casa" questa gita!Alla partenza tutto sembrava ok ma una certa nuvolaglia sul Viso mi ha fatto prevedere il peggio e infatti ci ho azzeccato.A quota 2200 ha cominciato a nevicare e a fare un freddo "becco".In vetta vento gelido e temperatura a -10 gradi con conseguente sosta solo per le foto di rito.Fatto la gita con Nicola,Irina e Diablo il mio cagnone che ha così superato, per il momento, il suo record di quota.
Un Nicola sorprendente e in forma strepitosa,nonostante l'influenza subita in settimana, ci ha fatto raggiungere la vetta in un tempo record.Sono veramente lontani i giorni cupi del CAI di Venaria.Di Irina cosa dire:semplicemente fantastica!

[visualizza gita completa]
Comoda escursione che offre di certo la più bella vista sul gruppo del Viso. Se poi la giornata è come quella di oggi la vista spazia dalle Marittime al massiccio del Monte Rosa passando per il Delfinato francese.

[visualizza gita completa con 1 foto]
Anche vodafon sulla cima.

Bello il panorama verso il Viso.


[visualizza gita completa]
Zero neve incontrata su tutto il percorso, e siamo a gennaio! La strada è pulita non solo a Pian della Regina, ma ho visto molti ciclisti salire fino a Pian de Re.
Temperature ancora una volta primaverili. Raggiunta la Sea Bianca ho proseguito alla Punta Raboi con qualche cautela a causa delle roccette molto friabili e instabili. Tempo di salita 1h 50'

[visualizza gita completa con 1 foto]
Un'altra giornata di sole caldo e poco vento, poca neve a chiazze.
Nemmeno una nuvola all'orizzonte, panorama eccezionale.
La Nord del Monviso sembra in condizioni pietose...

Raggiunta rapidamente la Sea Bianca, abbiamo proseguito fino alla Punta Raboi per il pranzo e la doverosa siesta, per poi ritornare alla Sea Bianca nel pomeriggio. Un saluto al restante gruppo di escursionisti incontrato in vetta.


[visualizza gita completa]

Ci sono anche stati ...

  • 13/10/19 - solosole
  • 02/06/18 - lupus1946
  • 04/12/15 - giovanni giustetto
  • 27/06/10 - maandma71
  • 20/05/07 - ariaperta
  • Caratteristica itinerario

    difficoltà: EE :: [scala difficoltà]
    esposizione prevalente: Sud-Ovest
    quota partenza (m): 1714
    quota vetta/quota massima (m): 2721
    dislivello salita totale (m): 1000

    Ultime gite di escursionismo

    16/02/20 - Butetta (Monte) da Castellar - lonely_troll
    Gita vista mare in un bell' ambiente e con clima già primaverile. Alla partenza rosmarini e mimose fiorite e in alto niente neve, nemmeno sulla parete Nord del Grammondo
    16/02/20 - Baral (Bec) da Limonetto - dario 67
    Salita oggi un po' piu alpinistica x la presenza di tratti innevati sulla cresta e nella parte finale verso la cima si sale comunque senza problemi prestando attenzione solo nei tratti leggermente esp [...]
    16/02/20 - Ozzano Monferrato (panorami e ciminiere) anello da Treville - kaneski
    La mia drastica singola stella si giustifica col fatto che, probabilmente, tra i vari giri che si possono fare in Monferrato, questo, è il peggiore. Detto questo: la fama del Monferrato è certo meri [...]
    16/02/20 - Grandubbione (Vallone di) da Dubbione, anello dei Sette Ponti - dragar
    Non so perché ma questa valle ha sempre qualcosa di speciale. L'anello è molto bello, noi siamo partiti dalla frazione Podio. Il ponte delle Piane è ancora distrutto, si guarda abbastanza agevolme [...]
    16/02/20 - Serena (Punta) da Losa, anello per Chiaves, Tortore e Santuario S.Ignazio - la lu
    in una giornata come questa cosa si fà? o in piola a bombarsi di barbera e grignolino oppure alla punta serena o roba simile. e abbiamo fatto bene perchè l'anello è talmente rilassante che abbiamo [...]
    16/02/20 - Pagliano (Monte) da Busca - axlsandro
    Variante ad anello più impegnativa sia per dislivello, lunghezza che difficoltà di individuazione rispetto quello in relazione , quantomeno E . Da pizzetta Santa Maria ci siamo diretti al Sacro Cuo [...]
    15/02/20 - Croce (Monte) anello da Quarna per i Monti Saccarello, Mazzoccone, Colma di Foglia, Congiura - erba olina
    Seguito l'itinerario qui proposto escludendo soltanto il Monte Novesso. In questo modo il dsl. è di 1460 m e lo sviluppo di una ventina di km (dati GPS). Tutto l'anello è sempre ben indicato da tacc [...]