Campagneda (Cima di) da strada per la Diga di Campo Moro

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Giornata spaziale: niente vento, cielo terso, temperature gradevoli, neve abbondante già alla partenza. Saliti su neve portante, idem per la discesa che abbiamo concluso intorno alle 11.30. Molti scialpinisti sullo Scalino che è in ottime condizioni.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Bella giornata in Alta Valmalenco: si mettono gli sci dalla strada, cielo terso, niente vento, temperature nel corso della giornata gradevoli, neve molto dura, ghiacciata con ampie trappole di crosta cedevole in discesa, nessuno lungo il nostro percorso, parecchi in direzione del Pizzo Scalino.

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: molto bagnata
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Si spalleggiano gli sci fino all'Alpe Campascio, giornata soleggiata e calda, niente vento, qualche scialpinista in direzione del Pizzo Scalino. Purtroppo siamo scesi un po' troppo tardi e quindi la sciata, su una neve molto bagnata, è stata molto faticosa e poco divertente.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: ottime
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Questa mattina una folla mai vista di scialpinisti in direzione del Pizzo Scalino, che pare essere in buone condizioni, ci ha convinto a prendere un'altra direzione. Giornata grigia con temperature gradevoli e assenza di vento (sabbia rossa sahariana anche qui). Salita tutta su neve portante, bella discesa su firn un po' cotto e il tutto in completa solitudine. Partecipanti: il sottoscritto, Cri, Corrado e Mirko.

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: buone
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Pensavo che il forte vento dei giorni passati avesse fatto disastri, invece così non è stato. Giornatona eccezionale e super sciatona, oggi alla Cima di Campagneda. Partito dalla macchina, sci ai piedi, intorno alle ore 9.00 e arrivato in cima poco dopo le 11.00. In salita neve molto dura, ma con un discreto grip, anche se ho dovuto usare i rampanti in un breve tratto lungo la variante che sale il versante sud, evitando il Passo di Campagneda. Discesa lungo i pendii lisci come biliardi, su firn a quattro stelle, anche se ancora leggermente crudo (carta vetrata) fino, incredibile ma vero, al punto di partenza.
P.S. Avvistato una decina di scialpinisti in direzione dello Scalino, che pare essere in ottime condizioni.

[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: Strada innevata da Campo Franscia
quota neve m :: 1000
attrezzatura :: scialpinistica
Giornata eccezionale tra le montagne di casa: fredda al punto giusto, cielo terso, niente vento. Si parte con gli sci ai piedi e non si tocca un sasso lungo tutto il percorso. La neve abbondante, farinosa su fondo duro, ci ha regalalato una splendida sciata su pendii ancora intonsi. Molte persone in zona e in direzione dello Scalino. Anche se noi oggi abbiamo preferito fermarci al Passo di Campagneda, la dorsale che porta al cosiddetto Pizzo di Campagneda è tracciata.

[visualizza gita completa con 3 foto]
note su accesso stradale :: ottime
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Bella giornata, per niente fredda, ma molto ventosa.
Inaspettatamente, vista la poca neve in zona, siamo riusciti a salire agevolmente al P.so di Campagneda e a scendere altrettanto agevolmente, su neve di tutti i tipi, senza rovinare le solette degli sci. Non abbiamo raggiunto la cima per mancanza di neve. Anche qui come altrove, le cime e le creste sono completamente pelate: Eolo, il Dio del Vento, quest'inverno e anche oggi, è stato il grande protagonista.
Abbiamo visto numerosi scialpinisti in direzione del P.zo Scalino. Il Cornetto, il ghiacciaio, la pedonale alla cima, a detta di chi c'è stato, sono in discrete condizioni.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: visto cadere valanghe a pera
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: ultima galleria: una lastra di ghiaccio
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
RELAZIONE DI UN RIGELO NOTTURNO MANCATO - Questa mattina, a Sondrio, il tempo invitava a rimanere nel letto, ma visto che la fortuna aiuta gli audaci, abbiamo deciso di salire al Pizzo di Campagneda. Lungo la strada della Valmalenco, le nuvole basse aggrappate alle montagne, la strada bagnata, i banchi di nebbia che qua e là ci avvolgevano, sembravano dire: "ma dove pensano di andare questi due buontemponi?" Calzati gli sci, sempre avvolti da una foschia che creava un clima da giungla tropicale, abbiamo iniziato a salire e poi come d'incanto il cielo si è aperto e così è rimasto per tutta la giornata. Siamo arrivati in cima intorno alle 11.30. Il panorama che si gode dall'alto è molto bello, in particolare oltre al solito gruppo del Bernina e del Disgrazia, si ha un'incantevole vista sul ghiacciaio dello Scalino. Dopo essere scesi, piuttosto faticosamente per via della crostaccia e della neve molto bagnata, abbiamo ripellato per raggiungere l'Alpe Prabello e da lì passando per l'accogliente rifugio Ca' Runcasch, ideale punto d'appoggio per chi volesse salire al Pizzo Scalino, abbiamo raggiunto la macchina.
Oggi, solo qualche persona è salita sul Pizzo, che comunque sarà percorribile ancora per qualche settimana.

P.S. Il Pizzo Scalino fu salito la prima volta da un gruppo di topografi lombardi al servizio dell'Austria nel 1830, il Pizzo Bernina dallo svizzero Coaz nel 1850, il Disgrazia dall'inglese Kennedy e dallo svizzero Anderegg nel 1863, mentre il più modesto Monte Spondascia, di cui il cosidetto Pizzo di Campagneda fa parte, fu "conquistato" sicuramente da qualche cacciatore di camosci o pastore locale.



[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
quota neve m :: 1600
Sono partito dalla macchina con gli sci ai piedi poco prima delle 9.00 e nonostante l'ora tarda, sono salito fino in cima su neve molto dura (OTTIMO RIGELO NOTTURNO). Sono sceso poco prima delle 12.00 su un leggero firn da favola fino ad incrociare le piste dello Scalino. Da qui, dopo aver ripellato, ho raggiunto l'Alpe Prabello per poi proseguire in direzione dell'alpe di Campagneda. Breve pausa per togliere le pelli e giù su neve ancora non del tutto liquefatta fino alla macchina.
P.S. Molte persone sullo Scalino che in questo periodo mostra il meglio di sè. (VEDI FOTO)


[visualizza gita completa con 1 foto]
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo non portante
note su accesso stradale :: Pessime. Attenzione nella penultima galleria prima di Campo Franscia.
quota neve m :: 1500
Bella giornata con temperatura primaverile e cielo leggermente velato. Al passo ho trovato il vento che mi ha accompagnato fin sulla cima con gli sci ai piedi. Crosta non portante lungo tutto il percorso, a parte qualche breve tratto di neve dura o bagnata.
La strada che sale a Campo Moro è innevata e ghiacciata.

P. S. P.zo Scalino affollato come il porto turistico di Sharm nel mese d'agosto.



[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
note su accesso stradale :: ottime
quota neve m :: 1700
Giornata bellina con temperature al di sotto della media stagionale e neve dura sia a salire che a scendere dal passo. Neve abbondante e ben trasformata al di sotto dei 2600 mt. al di sopra ancora crosta non portante.
P.S. utili i rampant

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento dura
neve (parte inferiore gita) :: crosta da vento morbida
note su accesso stradale :: buone
quota neve m :: 1700
Alle ore 9.30 alla macchina la temperatura era di -15. Si sale e si scende discretamente bene nonostante la poca neve che alterna tratti di crosta portante a tratti di crosta non portante.


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: pessime
quota neve m :: 1500
Giornata bellissima. Vista la poca neve siamo saliti e scesi seguendo la variante.
Compagni: Lapaga


[visualizza gita completa con 1 foto]

Caratteristica itinerario

tipo itinerario: altro
difficoltà: MS :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Sud-Ovest
quota partenza (m): 1900
quota vetta/quota massima (m): 2788
dislivello totale (m): 900

Ultime gite di sci alpinismo

24/03/19 - Grand Galibier (Le) Sommet Ovest dal Col du Lautaret per il Col Termier - Eugenio88
Gita compiuta in traversata. Partiti ore 6.30 dallo spiazzo dopo il Tunnel du Rif Blanc, salito circa 150 metri di dislivello a piedi, poi neve continua fino in cima. Rigelo ottimo, si sale veloce [...]
24/03/19 - Blanchen (Gran Becca) da Chamen - barrosismo
Neve continua da poco prima degli alpeggi di Gran Chamen, ovvero 300m circa di dislivello dall'auto. Tratti innevati sulla poderale ma con troppe interruzioni per poter essere saliti e scesi sci ai pi [...]
24/03/19 - Breithorn dal Passo del Sempione - Larix66
Giornata splendida e condizioni della neve come descritte da chi mi ha preceduto; partiti con l'idea di scendere dal canale Ovest tra la cima e la quota 3401, raggiungiamo l'imbocco del canale che si [...]
24/03/19 - Niera (Roc della) da Chianale - ceceme
Conviene andare a piedi seguendo la strada fino alle grange Vasserot dove, poco dopo, incomincia la neve. ( 20 minuti di portage). Da lì si sale senza mai togliere gli sci ma cercando l'itinerario t [...]
24/03/19 - Rothorn da Simplon Dorf - titty79
evitata la prima parte di strada e saliti per prato verso un alpeggio... neve non immediata dall'auto ma comunque dopo pochi minuti..comunque scarsa ... recuperata la stradina con neve ora poco piu' [...]
24/03/19 - Breithorn dal Passo del Sempione - skeno
Discesa strepitosa, giunti a quota 2800 invece che seguire il percorso dell'andata ci siamo buttati sul versante sud verso Egga, su neve cotta a puntino fino a quota 1900 dove si segue poi la stradina [...]
24/03/19 - Calabre (Punta) da Thumel per il Rifugio Benevolo - sergio55
Gita sociale del CAI di Leinì, 14 partecipanti tutti in vetta. Condizioni ottime, saliti sabato al Benevolo partendo sci ai piedi, due brevi gava e buta subito nei primi minuti poi neve continua. Dal [...]