Viraysse (Monte) o Cime de la Coste du Col da Saretto per il Colle Sautron

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte inferiore gita) :: Primaverile/Trasformata
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti sci ai piedi dalla macchina, stradina ancora ben innevata così come i primi pendii, man mano che ci si addentra nel vallone il paesaggio muta ritornando un po' più simile a quel che dovrebbe essere a febbraio. Arrivati sotto il colle ci siamo divisi, due direttamente verso la cima per il pendio Nord con ramponi ai piedi e due passando per il colle verso la cima.. sulla dorsale dal colle manca neve in alcuni punti quindi è consigliato scendere direttamente dentro il pendio dove la neve c'è ed è ben sciabile!

Nel complesso bella discesa su neve primaverile con giornata molto calda. Parecchie persone nel vallone ma in cima incontrati solo provenienti da Larche.
Con Beppe, Enrico e Marco.

Salendo il pendio Nord
Discesa

[visualizza gita completa con 2 foto]
attrezzatura :: scialpinistica
Partenza da Saretto diga, la strada bassa per il vallone Pausa è ancora ben innevata tranne un tratto scoperto, poi neve scarsa ma sufficiente fino all'imbocco del vallone alto dove sorgono le Grange. Da qui in su neve più abbondante , meno sul versante bivacco Sartori comunque ancora più che sufficiente. Dal colle salita in sci dal crestone (neve dura) discesa in parte sul crestone (in alto) in parte sul versante nord su farina pressata dal vento mista a neve dura.
Poi neve fresca molliccia ma ben sciabile fino a Grange Pausa, parte bassa molto al limite ma ancora divertente simil toboga, se continua cosi non durerà più molto...con la Pat.
Molta gente sul percorso, alcuni hanno tracciato il pendio canale direzione Pointe de la Reculaye..

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti dal lago di Saretto su 10 cm nuovi, che aumentano salendo, coprendo le poche vecchie tracce. Uscita "normale" al colle Sautron impraticabile causa cornice, si esce cmq bene più alti a sinistra sulla dorsale. Qualche curva nell'imbuto del canale NE per poi scartarlo (ancora magro e colato) e buttarci a sx, nei bei pendii ovest che scendono verso il colle Sautron. Neve fantastica, leggerissima e veloce, anche troppo perchè si tocca ancora un pò in giro, soprattutto sotto grange Pausa dove bisogna fare attenzione ai massi nascosti. Però tanta roba..
Super giornata da inverno pieno con Reine Fabri e Riz.
Scendendo vista una traccia di salita sulla Barsin e una verso il Soubeiran.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti da Saretto alle 7.30 senza una meta precisa, su crosta portante, lavorata dall'acqua e sempre più marmorea man mano che si sale alle grange. Luce pessima, nonostante un pò di sole passi. Continuiamo oltre grange pausa, sperando che cambi qualcosa saliamo verso il conoide del nord della Barsin ma è sempre peggio, sia la neve che il meteo, per cui spelliamo e via. Discesa vibrante su neve blindata, per fortuna a tratti liscia. Dove si vede due curve si fanno. Se fosse uscito il sole..
In giro numerosi distacchi anche consistenti, a tutte le esposizioni.
Con Reine. Un gruppone di francesi verso il colle mentre scendevamo.

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
Il bollettino riferiva rischio valanghe 4 su 5. In effetti durante il percorso abbiamo incontrato parecchie valanghe di fondo cadute nei giorni scorsi. Questa mattina temperatura bassa alla partenza (2°C). Accumulo di neve fresca circa 30-40 cm. Decisamente meno rispetto alle Marittime. Parte bassa con crosta portante in salita, poi crosta non portante fino al colle Sautron. Qui finisce la gita per vento fortissimo da nord che ha spazzato via la neve sulla dorsale fino alla cima. Discesa su crosta non portante e condizioni di visibilità precarie (una goduria...) per i primi 300-400 m poi un po' di primaverile e umida in basso. Nel complesso gita piacevole per l'ambiente meraviglioso. Neve poco gratificante
Insieme a Emanuele


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: strada a tratti ghiacciata dopo Acceglio
quota neve m :: 1000
attrezzatura :: scialpinistica
Lasciate le auto alle 9 (temperatura -10°C) nel primo spiazzo disponibile dopo il lago di Saretto, siamo saliti in una buona traccia per il boschetto di larici (parte in ombra, freddo intenso). Al sole da poco prima del pianoro delle grange Pausa in su, tenendo la destra del vallone. Per arrivare al colle conviene salire sul versante destro, piuttosto ripido ma soleggiato, così si evita lo sbocco diretto al colle dove c'è un po' di cornice. L'intenzione era salire la Viraysse, ma dal colle in su la neve è praticamente scomparsa, causa vento. Discesa molto bella su farina un po' compattata dal vento nel primo tratto, stando tutto sulla destra, nell'anfiteatro sotto la Viraysse, in ombra, e anche bella nel tratto finale sopra e dentro il boschetto, facendo attenzione alle rocce affioranti. Bruttino il tratto centrale, con crosta, neve ventata, accumuli, ecc. Quindi: ***** la parte alta, ****quella bassa,**la centrale, zero il pendio della Viraysse, media=***. Comunque ha meritato.
Grazie ad Oreste ed alla sua banda (Guido, Massimo, Ezio1 e Ezio2) per l'ottima compagnia. Incontrato diversi scialpinisti, alcuni diretti verso il passo della Fea ed altri che hanno salito e sceso il canale della Aiguille de Barsin, che sembra sia in buone condizioni. Giornata fredda ma spettacolare ed ambiente molto bello.


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: nessun problema
quota neve m :: 500
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti subito dopo il bacino idroelettrico di Saretto su traccia gia' esistente.Nessuna traccia di gelicidio,solo leggerissima crosticina superficiale nei primi 100 mt dsl poi farina fino ai 2000 mt circa dopodiche' farina alternata da brevi tratti di crosta da vento portante .Al colle abbiamo evitato l'uscita diretta quotata 2687,pendii ripidi e piccola cornice sommitale, ma abbiamo deviato leggermente a dx uscendo piu' alti a quota 2719,ma piu' accessibile.Rinunciato alla cima del Monte Viraysse per mancanza di neve dal colle in su'.Discesa:3/4 di percorso su farine di vario tipo ...da belle ad abbastanza belle..il resto mix di croste da vento portanti sempre con leggera farinella sopra,mai brutta.In discesa non siamo piu' passati presso il Bivacco Sartore ma verso dx, sciisticamente piu' renumerativo, ricongiungendoci all' itinerario di salita presso grange Pausa.
In compagnia di Guido,Ezio 1,Ezio 2,Massimo 1,Massimo 2.Visti altri 5-6 skialp su altri itinerari
Non tantissimi i passaggi,ci sono ancora molti spazi in cui divertirsi.
Meteo:sereno,molto freddo alla partenza - 11°, fase intermedia con dolce tepore del sole poi di nuovo freezer,in cima un po' di vento ma al riparo delle rocce si stava bene.


[visualizza gita completa con 9 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: Ok
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: snowboard
Gita meno agli sgoccioli rispetto a molte altre qui in val maira. Neve continua da subito e gia bagnata e sdondosa di primo mattino.
Discesa: parte alta bella primaverile non troppo segnata dai passaggi poi via via sempre piu bagnata e sfondosa.
In generale purtroppo non abbiamo trovato delle gran consizioni per questa nostra lontanissima trasferta. A dire il vero dai commenti letti in settimana pensavamo meglio.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: pulite
attrezzatura :: scialpinistica
Tornati a Saretto dopo la giornata freeride di ieri sugli impianti di Arge, seguiamo con piacere l'unica traccia che sale verso grange Pausa in un ambiente che ora sa di inverno. Continuiamo fino alla croce da dove non vediamo il colle sautron perchè avvolto dalle nuvole, che oggi ci fanno da tetto compatto. Escludiamo di raggiungere il colle - la discesa in quelle condizioni sarebbe poco sciabile - e, svoltiamo a sx verso la parete N del Viraysse, risalendone le pendici e quindi un canalino relativamente breve, ma piuttosto ripido e stretto.
Le condizioni della neve in loco sono buone e arriviamo non senza sgobbare al termine del canalino, vicolo cieco nella parete rocciosa, al limite delle nuovole.
Discesa tecnica nel canale, con la farina profonda che aiuta... poi ottima polvere ma meno visibilità fino a grange pausa. Sotto gran goduria tra cuscini di neve che permettono di sciare a bomba fino alla macchina.
Diciamo che non è proprio la linea classica, ma oggi il Viraysse voleva così.
Con Fabri


[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: altro
attrezzatura :: scialpinistica
Neve così così, per la maggior parte crosta non portante intervallata da con brevi tratti di neve bella.
Fatta con Silvio


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
direi ancora bella neve..la parte oltre le grange Pausa bei tratti in farina,(dopo domenica penso che eolo abbia lavorato un pò)
la parte bassa la stradina è ben innevata e sciabile ..
oggi ci aspettavamo una bella giornata!! invece nuvole e qualche fiocco di neve!!
per fortuna la combriccola era allegra e festosa!!!!
ciao a tutti..............
(ps. perso un guanto nero Leki sul percorso se qualcuno lo trova!!)


[visualizza gita completa]
attrezzatura :: scialpinistica
Giro mattutino esplorativo sino poco sopra Grangie Pausa 2150 mt .
In alta Valle Maria un pò di neve è caduta , vedi precedenti relazioni . Si parte comodamente dal posteggio di Saretto , le due strade sono bene innevate ma con fondo molto duro , poi neve molto varia ...

Altre 8 persone davanti a noi in direzione Cavalla ??


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: sentito assestamenti
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: park alla casetta Enel dopo la diga
attrezzatura :: scialpinistica
Gran conclusione di un week end sorprendente: ieri partiamo per chiappera senza grosse pretese ma l'idea naufraga subito vista la desolante mancanza di neve in zona Provenzale. Scendiamo allora a Saretto e raggiungiamo grange pausa con spirito esplorativo, ritrovandoci presto a batter traccia in 10-20 cm di polvere. Alle grange, visione: polvere intonsa ovunque e pochi segni di vento. Puntiamo a dx verso la parete E del Sautron per poi salire l'ampio e lungo pendio a E-NE che sale verso vecchie fortificazioni poste sullo spartiacque roccioso tra i due vallonassi. Ci fermiamo poco sotto i ruderi causa due notevoli assestamenti nelle ultime guce. Sci ai piedi ne viene fuori una discesa da urlo su 30 cm di farina gessosa. 250 m - 30°/35° circa poi ancora polvere sin sotto le grange, senza toccar pietre. Giornata spettacolare in ambiente super.
Quindi torniamo anche oggi. Questa volta alle grange ci teniamo a sx, verso il colle Sautron, in parte su tracce lasciate ieri da skialp saliti dietro di noi e che poi hanno svoltato verso il colle. Anche oggi sentiamo un violento assestamento ma in zona tranquilla, quindi decidiamo di proseguire. Salendo la neve è sicura, quindi proseguiamo fino in vista del colle. Da qui, per evitare l'inutile e lungo spostamento verso il colle saliamo un ripido e breve pendio a sud fino alle rocce soprastanti (di fatto sul versante opposto del monte senza nome su cui eravamo ieri e giusto di fronte al canale N del Viraysse). Qui troviamo un fortino in cui ci sistemiamo ed aspettiamo che le nuvole lascino spazio al sole, che arriva puntuale. Poi solo farina fantastica, veloce, uniforme ed intonsa, per una goduria anche maggiore rispetto a ieri, nonostante le pendenze più contenute.
Come d'uso e 5 stelle sono per i 7-800 m di polvere in alto, forse la migliore dell'anno. Ultimi 2-300 m si portano a casa le gambe ma cmq si arriva easy con sci alla macchina.
Attenzione in zona! Non ci sono distacchi spontanei ma su pendenze sopra i 35, soprattutto se all'ombra, a mio avviso ad oggi neve poco sicura.

Ieri con Reine, Fabri, Riz e Gian.
Oggi solo io e Reine. Scendendo incrociamo decine di skiapl sulla ns traccia, probabilmente attratti dalla relazione di ieri di Reine su alpinistavirtuale.it

Altre foto su instagram: @giolerda


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: No problem
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Sci ai piedi dalla macchina ma dato il caldo tra qualche giorno bisognerà portarli un bel po'. Condizioni perfette, giornata soleggiata e assenza di vento per tutto il tratto fino al Colle del Sautron poi solo una leggera brezza sul crestone finale dove sono presenti notevoli cornici (attenzione!). Discesa molto bella su ottima neve primaverile per 3/4 della gita, un po' più polentosa l'ultimo tratto in fondo. Finalmente una gran bella gita dopo mesi di acciacchi vari.
In compagnia di Alberto, Sergio, Livio e Sebastiano con cui è sempre bello raccontarsela un po' durante le gite.


[visualizza gita completa con 19 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: ottimo
attrezzatura :: scialpinistica
Ieri sera ad Acceglio nevicava ne son venuti dai 10 ai 15 cm di farina che durante il giorno in basso si e`umidificata primi 100m di dislivello da Saretto poca neve ma si scende ancora ottimamente dal colle del Sautron sulla cresta poca neve si sale ma e`sconsigliato scendere dalla punta scendere sul versante opposto alla salita su neve da 5 stelle poi ripellare x il colle sautron 200m di dislivello discesa spettacolare molti ski alper sui vari itinerari.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: ottimo
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
Ultima uscita del corso SA1 della Scuola di Scialpinismo Ribaldone . Ringrazio tutti: direttivo, istruttori, aggregati e allievi/compagni , per la bellissima esperienza.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
7.ma uscita del corso SA1 della Scuola di Scialpinismo Ribaldone . Ottime condizioni di innevamento , i pendii hanno già scaricato importanti valanghe dato il peso e l'umidita della neve . Rigelo scarso anche in alto , causa notte con phoen .. Neve pesante da sciare , ma e pendii molto tracciati . Comunque bellissima gita in magnifico ambiente d'alta montagna , la dorsale che porta in vetta dal colle ha neve pressata e dura ben sciabile .. bellissimo panorama dalla vetta ( attenzione importanti conici ! ) veramente a 360 gradi su Oronaye , e valle di Lars con davanti i magnifici valloni tutti percorribili a sci ..
Tutti gli allievi al colle e quasi tutti in vetta .. complimenti a tutti .

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: Necessarie le gomme termiche
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti stamani con poche ideee e strada facendo decidiamo di ritornare nel Vallonasso di Sautron per tentare la salita al M.Viraysse. Giunti sotto il colle del Sautron un forte vento gelido frontale ci obbliga a cambiare rapidamente itinerario. Puntiamo i pendii a destra verso il colle del Passetto m.2681 per dare una meta alla gita e soprattutto perchè il percorso sembrava più riparato dalle raffiche di vento. Giunti in cima rapido dietro-front sotto una bella tormenta ma la discesa fortunatamente è stata sopra le nostre aspettative, addirittura la neve ci è perfino sembrata migliorata rispetto a ieri. In basso ancora gran polvere con qualche grattatina alle solette sul tratto poco sopra la stradina.
Solo noi due.


[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: OK
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Il primo ad arrivare al parcheggio, ore 7:00 sci ai piedi salgo su neve dura per il rigelo notturno. Non arrivo al colle, un po' perchè stanco per la gita fatta il giorno prima ma sopratutto perchè devo rientrare per mezzogiorno a casa, mi fermo alla croce Paesana e mi godo lo spettacolo di queso bel vallone per circa 1/2 ora. Discesa su neve strepitosa in alto, smollata al punto giusto e incrocio il mondo che sale. In basso piuttosto polentosa. Al parcheggio più di 30 macchine!! Stà diventando uno sport di massa? Forse la gente si è rotta degli impianti e delle piste che rovinano le montagne ...
In solitaria.


[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: tutto ok
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
dopo un'ora di marcia:cielo grigio,rigelo scarso,visibilità al limite della nausea,zoccolo infame (nonostante svitol, nivea e via dicendo!)il tutto prediceva ad una gita da dimenticare!
Maaaa.... dal colle sautron in su, il cielo si è aperto e ci ha regalato una piacevole discesa con 4 dita di farina(un po'pesante)su fodo duro fino alle grange pausa, di li in giù marciume puro.
In compagnia di iko, che si è portato le "zeppe" fino in cima.Ma lui non patisce!

[visualizza gita completa con 9 foto]
attrezzatura :: scialpinistica
Primi quindici minuti sci ai piedi (ma ormai è questione di un paio di giorni di caldo), poi portage per una decina di minuti poi nuovamente sci ai piedi; il pendio sotto il colletto che precede le Grange Pausa presenta le zolle di una valanga (in discesa si tiene la destra orografica e la si evita). Dal suddetto colletto fino al Colle Sautron innevamento ok. Dal Colle Sautron alla vetta occorre toglierli per 5-6 metri e in discesa, in questo tratto, porre attenzione alle pietre. Il cielo nuvoloso non ha consentito un buon rigelo, tuttavia neve buona e divertente; in discesa abbiamo allungato un pochino il portage in quanto la parte bassa era ormai troppo sfondosa e minata da grosse pietre appena coperte (quindi per non far danni abbiamo preferito metterli a spalle e scendere sul sentiero). Bell'ambiente; la Val Maira non delude mai. Con Alex e Lorenzo.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Ok fino alla SP263 dopo Saretto
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti dalla strada SP263 dopo Saretto (park in uno slargo della stessa dopo il ponte) attraversato la radura e saliti all'imbocco del Vallonasso di Sautron, poi seguito il vallone meridionale sotto le pendici della dorsale che si sviluppa dalla Viraysse. Giunti senza problemi al colle Sautron (vento forte, ma non troppo freddo. Saliti in cima lungo la cresta (povera di neve, ma sciabile con un pò di attenzione). Spettacolo sulle Cime della Valle Stura e quelle dopo Larche.
Discesa lungo la cresta su neve gelata; dal colle in giù fino a 1900 su polvere più o meno compressa; parte bassa uniformemente molle.

[visualizza gita completa con 10 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti sabato alla volta del Biv. Bonelli speranzosi in un miglioramento della visibiltà. Dopo un caffè, nella nebbia + totale siamo ritornati sulle nostre tracce fino a 1750m per attraversare verso il Vallonasso del Sautron.
Vagando fra valoncelli (sempre in compagnia del Witheout) raggiungiamo il bel Bivacco Sartore, cena e nanna a 0°C.
Stamani "grand beau" finalmente si vede! Salita sul Viraysse, in discesa qualche pietra sulla dorsale e da 2180m ripelliamo verso il Soubeyran, pendii intonsi e partendo presto ottime condizioni su tutte le esposizioni.
Grandi spazi che si rivelano dopo ogni colletto o dosso...


[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: umida
attrezzatura :: scialpinistica
Prima bella gita dei 2 gg. trascorsi in Val Maira con il GSA Uget. Salita con un gran caldo nella prima parte, poco sotto il colle Sautron un vento gelido ci ha accompagnato fino in punta. Discesi da poco sotto la vetta sul versante nord, farina compressa nella parte superiore, poi via via da umida a marcetta. L’ affascinante ambiente solitario ha condizionato positivamente la valutazione a 4*.
Con la simpatica compagnia di Marco, Annalisa, Livio, Ermes ed il conoscitore Enrico che ci ha proposto l’itinerario.


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Gita compiuta solo fino alla Croce Paesana in quanto oltre visibilità nulla e neve forte.
Condizioni di innevamento: fondo scarso nel tratto inferiore della gita, in questo tratto si toccano sassi (fare attenzione), fino all'ultimo tornante prima delle Grange Pausa, oltre neve abbondande e fondo uniforme.
Quanto sopra durante nevicata in corso, non so quanto la neve del 24/2 abbia rimpinguato il manto di neve del tratto inferiore.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: snowboard
Saliti sotto un sole ed un caldo eccezionali verso il primo obiettivo, il Colle Sautron, bella traccia fin su e tanti scialpinisti sul percorso (tutti stranieri). Neve marcetta prima del bivacco, poi polverosa fino al colle, dal colle poi per cresta abbiam raggiunto la cima Viraysse. Panorama spaziale. Dalla cima in due scendiamo in tavola e il terzo torna giu con le ciastre. Discesa diretta dalla cima per evitare la cresta tutta spelacchiata, diverse pietre affioranti ma solo nei primi 100m poi discesa fantastica in farina con diversi campi di pendenza di godimento puro! Poi nel "boschetto" leggera crosticina da rigelo (già all'ombra) fino alla macchina. Ottimo innevamento!
io curra e chiara!


[visualizza gita completa]
attrezzatura :: scialpinistica
salito fino al colle del soutron passando dal bivacco sartori,poi cercando un po la neve si arriva con gli sci ai piedi fino alla cima della tete de viraysse,sceso dal canale nord su tutti i tipi di neve fino alla pietra commmorativa...poi ci siamo tenuti nel vallone di destra, tutto su ottima farina fino all'auto.

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
attrezzatura :: scialpinistica
Altra super gita, vallone di discesa dx orografica lasciato inspiegabilmente vergine dai numerosi ski alp svizzeri di passaggio , no problem , ci abbiamo pensato noi a firmare su questa bella polvere.
Col gruppo il solito ChiodoFisso , Michela ,Frenz , papa Bozano V+ e baby peru .

[visualizza gita completa]
attrezzatura :: scialpinistica
Secondo giorno consecutivo in Val Maira. Neve dura e portante fino a poco sotto il passo, gli ultimi 100m di farina ma tritata pochi istanti prima da un corso :( .
In compagnia di Mastroricu, Manuele, Claudia e Giulia.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Gita azzeccata, bravi ragazzi! Salita comoda su fondo duro, in alcuni punti farinetta. Aria fredda, all' ombra da gelare, al sole quasi caldo. Arrivati al colle senza coltelli, poco tempo in Cima per la temperatura, un po' di vento. Discesa: parte alta farina da vento su fondo duro, solo alcune placche ghiacciate nella parte mediana. Poi primaverile, ottima tenuta. Ultimo tratto con neve dura, vibrazioni sotto gli sci ma no problem, meglio quello della crosta! Copertura ottimale su tutto il percorso, consigliata!!

Il Dari in compagnia di Michele, Federico, Daniele, Manu ! :-)


[visualizza gita completa con 1 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Ambiente come sempre fantastico in questo angolo di Valle Maira, e per 3/4 di gita neve davvero bella (vale la ripellata di oggi), anche se non ha mollato per tutto il giorno (conviene naturalmente tenersi sui bei pendii esposti in pieno sud sotto le bastionate rocciose che dividono il Vallonasso di Sautron meridionale dal settentrionale). Da quota 1900 circa alla macchina ci si arrangia su neve "ortopedica".
Compagnia numerosa e sparpagliata, riunita davanti agli ottimi tagliolini del Campo Base!


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
200 m di portage estremo per prati misti a pietre, alberi e ghiaccio poi, dai 1700, manto continuo e dalle grange pausa innevamento discreto fino in punta.Neve di tutti i tipi ma,complice una leggera velatura da fohen,per lo più tendente al beton.
Poca gente in giro, gita comunque consigliata se non per la neve, almeno per l'ambiente forse tra i più grandiosi e solitari della val maira.
Con luca b e margot.doveroso, in questi giorni, perdere un minuto presso la lapide ai migranti che si incontra poco sotto il colle del sautron...


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
bella gita per il periodo, neve dalla partenza, anche se in realtà per il primo tratto di strada si tratta esclusivamente di ghiaccio misto a rametti. dal gias in su quantità di neve più che sufficiente.
in cima temperature gradevoli e assenza di vento..evento raro quest'inverno!
discesa ottima visti i tempi: neve dura sciabilissima e trasformata sui pendii meglio esposti.
oggi, come già detto da altri, freddo porco all'ombra e tepore primaverile al sole.

con giro

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: altro
attrezzatura :: scialpinistica
Neve direi bella compatta nella prima metà in alto, neve appena "sciabile" nella metà in basso. Si scia fino a 300 m dall'auto (e non è poco). Il verglas a inizio gita, facendo attenzione, non richiede ramponi. Ambiente e condizioni meteo grandiosi.
In compagnia di Massimo, Marco, Silvana, Mario, Paola, Diego.


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: Saretto con molto ghiaccio al parcheggio
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Gran bella giornata di caldo al sole e freddo all’ombra. Gita sociale in 20 del CAI di Genova Sestri con la maggior parte in vetta. Gli altri al colle. Discrete comitive sul percorso. In alto nel vallone neve sempre godibile. Se non si guarda al ghiaccio si arriva con gli sci all’auto. Leggermente ostici gli ultimi 2 metri per arrivare al colle per i ripetuti passaggi

[visualizza gita completa con 1 foto]
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
attrezzatura :: scialpinistica
Neve scarsa alla partenza, stradina ghiacciata, molte pietre affioranti nei pressi di Grange Pausa. In alto buone condizioni che hanno permesso una bella discesa su neve compatta trasformata.

[visualizza gita completa con 8 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: Si arriva a Saretto dal ponte dove...occhio al ghiaccio
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
L’auto si lascia a Saretto giù dal ponte, dove c’è un ghiaccio pauroso per tutto il giorno. Se si facesse riferimento a quanto si trova in giro le stelle sarebbero 5. Neve trasformata in alto e crosta portante sempre più dura in basso fino al ghiaccio sulla strada nel bosco che obbliga a piedi l’ultimo pezzo di 10 minuti, benché innevato. Comunque bella sciata. Due hanno sceso il Viraysse dal canale nord su neve dura. Io sono andato al Passetto perché non c’ero mai stato. Scendere a nord da lì era farina, ma non mi convince la sicurezza. Ridiscendendo a sud uno sballo primaverile. Caldo senza vento, anche in vetta al Viraysse. Poi si arriva a Saretto dove c’è molto freddo per inversione termica. In conclusione una bellissima giornata in montagna. A Chiappera non c’è un cocco di neve
Con Nino e Max


[visualizza gita completa con 1 foto]
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: già al parcheggio parecchio ghiaccio
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
bella bella bella. Si inizia la salita già con parecchia attenzione perché il sentiero è ghiaccio vivo. Non si sprofonda e prima dell'ultimo pendio si fa anche a meno dei coltelli. Il vento non ci ha infastidito troppo fino al nuovo bivacco Sartore, da lì a tratti bufera, ma con attenzione siamo arrivati cmq a destinazione.
Discesa: la parte alta è variabile da crosta portante a pendii di farina da urlo, impensabile trovare neve così! a volte si scende nella bufera ma in generale buona visibilità. Saltato il bivacco scendendo a dx, ancora belle curve fino ai tornanti del sentiero, o si percorre quello oppure si taglia in boschina e okkio alle pietre. Nell'ultimo tratto prima del parcheggio, o si rischia in mezzo a pietre esposte, o si fa col gli sci in spalla; poi attenzione al ghiaccio negli ultimissimi metri.
Alla gita do 4 stelle per non esagerare. Se però consideriamo l'annata sfigata, diventano 5. Ovviamente consigliata se la neve tiene come oggi.

il Dari oggi con Nic, e con Michele e Daniela che ringrazio x l'ottima imbeccata! :)


[visualizza gita completa con 8 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi non era più la bella giornata di ieri ma il tempo in mattinata è stato clemente: salita con un pallido sole e discesa sotto le nuvole ma con discreta visibilità. Ancora un ottimo innevamento peccato che il pendio da Grange Pausa in giù tra slavine e i numerosi passaggi di ski-alp sia diventato un campo di patate (anche se onestamente in discesa non è stato così malvagio). Buon rigelo notturno e neve trasformata su tutto il percorso.

[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
quota neve m :: 1200
direi intinerario azeccato,giornata splendida e non glaciale,
dalla croce paesana siamo saliti il bel pendio a destra fin sotto la grande rocca,neve trasformata e mollata al giusto,poi sempre discesa sul versante al sole morbida e ben sciabile,dalla grangia Pausa piuttosto dura a tratti ed un pò lavorata,è stata un pò laboriosa l'ULTIMA PARTE SINTENDE!!!

praticamente solo noi sul vallone ,3 ciastristi visti alla croce paesana.
ciao a tutti.........



[visualizza gita completa con 8 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
quota neve m :: 1500
Si stava così bene al colle Sautron che ci siamo fermati,molta gente lungo il percorso,molti sono scesi direttamente dalla cima su ottima neve,poi nel vallone la neve era una bella polenta comunque ben sciabile. Durante la nostra permanenza mangiativa al colle,ho incotrato molte gente tra cui Anna,una vecchia conoscenza,di tempi lontani...sempre più veloce e in forma!Scendendo mi sono divertito molto a vedere Agatino sciare con il suo volpino in braccio,il guaio che anche Jolie ha visto la scena... a quel punto non voleva più scendere a piedi...

[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: visto cadere valanghe a pera
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo non portante
Partiti non molto fiduciosi ma arrivati a Saretto ampi spazi di sereno ci inducono a partire. Portati gli sci 10 mn. poi le slavine appena sopra il lariceto permettono di calzare gli attrezzi. Dalle grangie Pausa in su innevamento continuo anche se neve marcia. In prossimità del colle Sautron una fitta nevicata ci accompagna fin quasi in cima e quando smette la visibilità rimane buona.
Discesa caratterizzata da diversi tipi di neve: il primo tratto dalla vetta fin sotto il colle su ottimo firn sfruttando i ripidi pendii della diretta, poi fino alle grange Pausa 4 dita di neve marcia su fondo duro che permettono comunque una buona sciata. Infine sulle lingue non toccate dalle slavine una trasformata perfetta e per finire sulle slavine con un po' di mestiere fin quasi al fondo. Qualche goccia d'acqua gli ultimi metri, comunque gita più che soddisfacente.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto cadere valanghe a pera
neve (parte superiore gita) :: recente umida/pesante
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
Gita in compagnia di Cri,gran caldo ma ambiente spettacolare...moolta neve, siamo partiti sci ai piedi da poco sopra il laghetto in prossimita' della "centrale?". Per tutta la mattinata ha scaricato da tutti i versanti, siamo arrivati fin quasi al Colle, alla Cima Paesana.In discesa neve pesante e polentosa. Ciau Max

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 1500
Si parte dalla grande piana dopo Saretto, con gli sci ai piedi dalla macchina, ma ancora per poco. Giornata di sole con nubi varie, ma con un caldo incredibile. la neve ha comunque tenuto anche se era un firn un pò molliccio. Comunque goduriosa sciata fino alle auto. la cresta dal colle si fa comodamente a piedi su traccia calpestando poca neve, ma se ci si tiene sul versante francese si arriva bene o male con gli sci in vetta, come alcuni di noi hanno fatto per poi scendere la diretta su ottima neve ma ormai al limite della fattibilità per superficie molto esigua. Comunque nel vallone la neve è abbondante.
Gita sociale del CAI di Ge-Sestri, in 19, con il solito Piombo di Masone in cima, 75 compiuti.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
Lasciato l'auto dal lago, portato gli sci per 10 minuti, anche se ancora per pochissimo, perchè la neve nel bosco se ne va a vista d'occhio. Verso il soubeyran diversi lunghi tratti senza neve, quindi optato per il viraysse, dove la neve è ben abbondante fino al colle sautron. Da lì in cima a piedi, ma se si portano gli sci si può scendere la diretta. Ben innevato il canale della forcellina. Le tre stelle non sono per la neve, che era bellissima, ma per il fatto che si deve salire a piedi dal colle alla cima.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
con la tavola.
10 minuti senza neve, poi stupenda.
foto su

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
se non altro c'era il sole................................

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente umida/pesante
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
quota neve m :: 1500
Snowboard. Bella cima molto panoramica. Salita effettuata con due amici con le ciaspole e due con gli sci.
Dal Colle Sautron alla cima neve ottima. Giù dal colle farina un po pesante, via via migliore nella parte bassa della gita.
Per gli snowboarders due brevi risalite in prossimità del Colle Sautron e della Croce Paesana che per nulla sminuiscono la bellezza dell'itinerario.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
con la tavola.
avrei dato 7 stelle, ma melius deficiere quam abundare di questi tempi.
La neve ha tenuto incredibilmente in farina zuccherosa anche nel pomeriggio.
La stella che ufficialmente manca è dovuta al fatto di dover percorrere la strada da sorgente pausa in giù, strada peraltro ben innevata fino in fondo.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
A dir la verità di neve ce n'è di tutti i tipi, ma se la cerchi trovi anche la farina. Purtroppo ce n'è poca perchè abbastanza arato e anche qui le pietre ogni tanto si fanno sentire. Un saluto a Speedy che va sempre più forte...come fara?

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
quota neve m :: 1600
6 stelle.........

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): recente umida/pesante
Bellissima gita, molto panoramica. Neve molto ben sciabile nella parte alta, mentre c'è da fare un po' di fatica per la parte bassa dalla Grange Pausa in poi.
Che fatica sciare con un paio di vecchi sci ( purtroppo non sciancrati) La facilità degli sci larghi come gli attuali è impagabile.
Contraccambio il saluto a Beppe che ci ha tenuto compagnia fino al colle.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
Saliti direttamente alla cima, senza passare per il colle del Sautron, per il canalone centrale a sn del passo. Neve portante molto bella lungo il canale, poi primaverile molle, soprattutto nella parte bassa, anche perchè c'è stato uno scarso rigelo notturno: ormai bisogna scendere molto presto. Parecchio vento lungo quasi tutto il percorso.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): crosta da vento morbida
Dal colle sautron alla vetta con gli sci ai piedi lungo il versante francese innevato (il crestone è parzialmente senza neve). La neve , seppur non della migliore, è farinosa e perfettamente sciabile (comunque non crosta infame, come facevano supporre le relazioni dei giorni precedenti!).

P.S.: Vorrei ringraziare di cuore coloro (di Bolzano?) che scesi prima di me ed avendo trovato la mia auto con le chiavi nella portiera, hanno provveduto a spostarla in un luogo più discreto, lasciando le chiavi nel cruscotto e tutto in ordine. Come si può notare, c'è gente per bene.....

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
Dal colle sautron alla punta siamo saliti a piedi ,anche se dalla parte francese si può arrivare più in alto. Dalla croce paesana , ai piedi dell colle, siamo poi risaliti al Passetto ,nei pressi della Forcellina,per poi scendere nel bel vallonasso sautron,prevalentemente in ombra dove abbiamo trovato una bellissima neve. Alle 13 dalle grange pausa a Saretto era ancora trasformata.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): crosta da vento dura
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): recente umida/pesante
Si vedevano vestigia di tracce, spesso cancellate dai venti forti che, proprio durante la nostra gita, ci hanno dato una tregua pressoché totale. I pendii sono sembrati sicuri, anche se l'ulteriore innalzamento della temperatura potrebbe far riflettere sulla fattibilità della gita, in particolare nella parte più alta, prima del colle dominato da inquietanti cornici che osservano i ripidi pendii finali: per questo, dopo l'ultima linea di filo spinato, conviene tenersi sulla destra, verso il Monte Vallonasso. La parte francese del monte ha buone porzioni di pendio privo di neve: noi l'abbiamo concluso a piedi.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
con la tavola.
avrei dato 7 stelle, ma melius deficiere quam abundare di questi tempi.
La neve ha tenuto incredibilmente in farina zuccherosa anche nel pomeriggio.
La stella che ufficialmente manca è dovuta al fatto di dover percorrere la strada da sorgente pausa in giù, strada peraltro ben innevata fino in fondo.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): recente leggera/asciutta
farina alternata a tratti ventati, con crosta morbida.
ambiente stupendo.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): recente leggera/asciutta
Non ho parole! Solo con il socio Bruno nessun'altro in un ambiente da Patagonia per le pareti incrostate dalla neve, Neve molto buona, abbiamo optato in salita e discesa per il percorso nel vallone più a sinistra (salendo) ! Un consiglio chi ne ha voglia dalla punta segua le tracce che scendono in Francia: l'abbinamento pendio-neve migliore dell'intero percorso!!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: 1
neve (parte superiore gita) :: primaverile
Alle 9.00 una macchinata piena di componenti del famoso G.A.S (gruppo aspiranti scialpinisti) arriva al ponte posto dopo la diga. I quattro scendeno, si guardano intorno e poi, senza perdere altro tempo prezioso, si metteno subito al lavoro. Obiettivo: i famosi e impegnativi pendii del Monte Viraysse. Quale funesto errore, però! La fretta porta per la prima ora a inseguire ....panorami effimeri... anche se poi, dopo la prima pausa, escono dalle retrovie le Sue Curve e allora non c'è più storia: il cielo è più azzurro; la fatica non si sente più; la cima è facilmente raggiunta.

Note tecniche: neve dalla macchina; paesaggio molto selvaggio e quindi suggestivo; neve (scesi alle 14.00!!!) un pò cotta ma comunque sciabilissima. Utili i coltelli per pendio finale.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: 2
neve (parte superiore gita) :: primaverile
Partiti alle ore 8,30 dal ponte a monte del lago di Saretto.Iniziato discesa dal Monte Viraysse alle 11,10 trovando ottima neve primaverile (splendide curve !!!!!)fino a quota 1800 poi marcia.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: 1
neve (parte superiore gita) :: primaverile
partiti dal ponte che attraversa il maira a valle del lago di saretto.5 min. con gli sci sulle spalle poi tutto innevato. Dal colle soutron alla punta solo più poca neve.In punta -6°C. neve molto dura

[visualizza gita completa]
osservazioni :: 2
neve (parte superiore gita) :: Farinosa ,primaverile poi marcia
Discesa da sogno in farina leggera fino a quota 2200 m poi bei pendii assolati con neve trasformata e compatta e da 1900 m in giu marcia e pesante. Ambiente grandioso, la farina piacevole sorpresa.

[visualizza gita completa]

Ci sono anche stati ...

  • 20/03/08 - andrea bertea
  • Caratteristica itinerario

    difficoltà: BS :: [scala difficoltà]
    esposizione preval. in discesa: Est
    quota partenza (m): 1534
    quota vetta/quota massima (m): 2844
    dislivello totale (m): 1310

    Ultime gite di sci alpinismo

    01/06/20 - Lechaud (Punta) da Pont Serrand - luca76
    Partito dal lago Verney gli sci si calzano poco sotto raggiungendo una lingua di neve. Primo tratto tra sali e scendi e neve a conchetta... Arrivato sotto la punta Miravidi salgo prima questa vetta, l [...]
    01/06/20 - Grande Aiguille Rousse da Lago Serrù per il Passo della Vacca - citta
    Tutto il sentiero verso il Ballotta si fa a piedi, con qualche attraversamento di canali di neve da fare con cautela. Per il passaggio del Ballotta, abbiamo preferito la ferrata, ma era più che fatti [...]
    01/06/20 - Sommeiller (Punta) Canale Sud-Ovest - gondolin
    Parto sci in spalla dal piazzalino antistante il rifugio Scarfiotti in direzione Pian dei Morti, già conscio del portage che mi aspetta. Intorno ai 2.400 m del Pian dei Morti calzo gli sci, e termina [...]
    01/06/20 - Sommeiller (Punta) da Rochemolles per il Passo dei Fourneaux Settentrionale - albertoc
    Concordo in pieno con la valutazione tecnica di Bubbolotti. Gita agli sgoccioli. aggiungo solo che, anche in condizioni perfette, secondo me la Sommeiller non é un gran discesa, tanti diagonaloni. pe [...]
    01/06/20 - Velan (Mont) da Prailles - albert61
    se qualcuno ama il portage gli consiglio il mio giro di oggi. partito dal parcheggio di Plan Détruit (sotto il rifugio Champillon), salito al colle chiaramente a piedi. Sceso sempre a piedi nel val [...]
    01/06/20 - Noaschetta (Becca di) dalla Diga di Teleccio e il Bivacco Ivrea - rok1976
    Che bella! Partito alle 4:50 dalla diga. Il canalone che dal pianoro porta al Colle dei Becchi è interrotto all'inizio (prevedere ravanage nei rododendri), poi va bene, con due brevi gava e buta si [...]
    01/06/20 - Sautron (Monte) da Saretto - mv_free
    Salito dal rifugio stroppia portage 1 ora e mezza. Neve continua da 2400 metri. Arrivato sotto il sautron sono salito sulla dorsale dove non c era neve se non in pochi punti molto piu veloce che sci a [...]