Jarea (Rocca) da Castello

Salito dal vallone dei Duc sopra al passo del Ranco lato est per aggirare le Cime Ale Lunghe, nella speranza di non perdere troppo dislivello, verificato che non era come pensavo l'aggiramento, ho deciso di salire la Rocca Jarea poi avrei proseguito per tentare di salire dal versante sud la cima Occidentale delle Ale Lunghe. La salita al passo è un poco malagevole pietraia e terreno franoso, si trovano ometti un po' dovunque, io sono salito stando più vicino alle rocce che scendono dalla Ale Lunghe; alla Rocca c'ero già stato in passato ma mi ha fatto piacere ritornarci, dalla sua cima si gode di una vista meravigliosa, fatto un breve spuntino poi proseguito per le Ale Occidentale.
Lago e rifugio Bagnour
Rocca vista da dove sono salito
La Jarea vista da sopra il passo del Ranco
Ultimo tratto per Rocca Jarea
Panoramica dalla Rocca Jarea
Panoramica dalla Rocca Jarea sul bivacco Bertoglio
Rocca Jarea vista dal versante nord
Vallone delle Giargiatte
Panoramica dal Vallone dei Duc

[visualizza gita completa con 9 foto]
Bella giornata che ha offerto sole per quasi tutto il tempo in compagnia di mio padre. Sentiero immerso in un bellissimo ambiente. Non ci sono tante difficoltà a trovare l'attacco per salire al Passo del Ranco che ho trovato ripido e impegnativo da raggiungere con terreno instabile. Dopo il passo abbiamo optato per salire dalla cresta aggirando, però, il passo di II+ esposto. In cima abbiamo goduto di una bella vista e poi siamo scesi dal vallone dei Duc, altro ambiente molto bello e appartato.

[visualizza gita completa con 5 foto]
La giornata,iniziata con un bel sole, ha riservato successivamente nebbie che hanno reso la scalata più insidiosa. Poca neve sosta ancora nel canalone per il passo del Ranco, portarsi i ramponi per l'evenienza!
Siamo scesi dal vallone dei Duc tramite un altro canalone pietroso che si stacca poco sotto la cima, non è il massimo ma almeno la visibilità era accettabile!in seguito tappa al rifugio Bagnour e poi arrivo a Castello
Posto stupendo peccato il tempo instabile.

[visualizza gita completa con 2 foto]
Cima carina, anche se in secondo piano rispetto a limitrofe tipo le Lobbie & c. Per rendere la gita più completa abbiamo fatto l'anello, salendo per il Vallone dei Duc e scendendo per quello delle Giargiatte e quindi di Vallanta sino a Castello. Tale itinerario, a mio avviso, offre una bella varietà di paesaggi. Con Manu e Paolo Cusan.

[visualizza gita completa]
salita fatta dal vallone delle Giargiatte come da itinerario fino al passo del Ranco,poi percorso integralmente la Cresta Est secondo noi PD- fino in cima.Discesa x la normale e il Vallone del Duc. Con Vale62.

[visualizza gita completa con 5 foto]
salito dal vall.dei duc e sceso al bivacco bertoglio nel vall.giargiatte. bella cimetta. bella giornata.pietraie e sfasciumi molto presenti.

[visualizza gita completa]
Partito sabato pomeriggio in cerca di relax, solitudine, tranquillità, nessuno che rompesse i cogl..ni.... da Castello verso il vallone delle Giargiatte. Dopo aver incontrato camosci e strani scoiattoli bianchi e neri (che non erano puzzole!) nel bosco dell'Alevè in 3 orette arrivo al biv. Bertoglio, che diventerà casa mia x una notte.. Struttura molto accogliente e pulita che merita una bivaccata. Appena cala il sole fa un freddo boia, più che scaldarsi con un buon risotto agli asparagi :-). I vento ha soffiato per tutta la notte.. Domenica mattina faccio ancora 2 passi fino al passo San Chiaffredo, poi riscendo il vallone fino all'attacco del canalone di salita alla Jarea dove ho appuntamento con Maci e Piero. Saliti in cima lungo cresta, con qualche passaggio divertente, un po esposto, mai difficile. Scesi nel selvaggio vallone del Duc, oltrepassato il rif. Bagnour (chiuso) e concluso la giornata con una birretta al rifugio Grongios Martre.
Buona montagna a tutti!

[visualizza gita completa con 4 foto]
Saliti dal vallone delle Giargiatte abbiamo poi traversato a dx sopra la morena fino al passo del Ranco; non si incontra quasi più neve. La deviazione non è evidente, ma ci sono gli ometti. Poi saliti per sentiero e qualche saliscendi sui vari torrioni fino al canale finale; in discesa ci siamo tenuti verso il vallone dei Duc, forse troppo presto. La discesa così è più diretta, ma probabilmente più scomoda su rocce detritiche, anche se guardando il passo del ranco non sembrava molto più agevole. Chiuso l'anello passando dal lago Bagnour. Bella gita lunga in un ambiente selvaggio...devono "piacere" gli sfasciumi, soprattutto se si vuole fare l’anello scendendo nel vallone dei Duc.
Con Ari, Toni, Vale, Luca e Stefano


[visualizza gita completa]
Salita dal vallone delle Giargiatte per poi traversare a dx, fino al passo del Ranco, non si incontra quasi più neve, volendo si evita tutta; poi abbiamo fatto la salita per cresta,qualche saliscendi x i vari torrioni fino alla placconata finale;per la discesa ci siamo tenuti verso il vallone dei Duc fino al passo per poi scendere nel vallone completando l'anello passando dal lago Bagnour (dove abbiamo incontrato le prime persone della giornata).
Giornata dal meteo perfetto,gita nel complesso semplice,da farsi con terreno asciutto e senza nebbia; oggi in compagnia di Marco e Stefano.


[visualizza gita completa con 4 foto]
note su accesso stradale :: ok
Assieme alla compagnia di Carla,siamo partiti da Castello x il Vallone Vallanta subito e poi a proseguire a destra x quello delle Giargiatte fino a sotto il Biv.Bertoglio,dove a destra abbiamo attraversato la pietraia x salire il ripido pendio di sfasciumi(ometti)raggiungendo il Passo Ranco e da quia proseguire sotto la cresta(tracce e pietraie)fino a risalire il canalino erboso roccioso sbucando sulla rocciosa cresta e con facile arrampicata in vetta.Tra un panorama spaziale,ci siamo goduti la vetta x un 2 orette e ridiscesa con cautela la cresta,abbiamo sceso il ripido pendio di sfasciumi e pietraie raggiungendo il Vallone dei Duc e x questo a proseguire passando dal Rif.Bagnour e a scendere dalla macchina dove chiudiamo il bellissimo anello.Ora passiamo da Melle dove io e Carla compriamo le ottime Ravioles

[visualizza gita completa]
Siamo partiti dal sentiero che porta al Vallanta, per poi tagliare a dx nel bosco dell' Allevè e uscire nel vallone delle Giargiatte. Dopo il taglio sulla pietraia, abbiamo risalito in canalone di sfasciumi che porta al passo del Ranco.Dal passo alla vetta e ritorno e successiva discesa nel Vallone del Duc ( anche qui sfaciumi a volontà) in modo tale da percorre l'intero anello passando dal rifugio Bagnour.Dal passo alla cima non vi sono difficoltà alpinistiche particolari, ma il tratto va affrontato con molta attenzione.
Oggi una Super Super Buzzu Band ( 2 volte super in quanto le quote rosa erano in maggioranza) e quindi salutoni a:
Susi, Elide, Mariateresa e Lella a cui voglio fare un plauso particolare, Mauro e Denis.

P.S. ho fatto un pò di casino con le foto, per vederle tutte cliccate sulle foto generali a sx.


[visualizza gita completa con 2 foto]
Partire tardi,andare su di fretta,sono le prerogative di quando si va con i giovani,ma ahimè per me...Abbiamo fatto il possibile per non incontrare nessuno,quindi partiti alle 9.30 da Villaretto,e appena possibile abbandonato il sentiero per il Bagnour per prendere la dorsale della cresta sud,qualche facile passaggio su roccia e qualche "passa-cane" con Jolie in braccio...arrivati in vetta dopo tre ore,dove ci siamo solazzati,ma vedendo il bel innevavento che c'è ancora in quota abbiamo preferito guaradare verso la pianura..sigh!Discesa per il passo del Ranco e sosta al Grande Albero,dove siamo ancora riusciti a giocare a palle di neve...Un conato di vomito quando abbiamo visto la piana del Bagnour che sembrava un carnaio di gente che indecorosamente mostrava senza pudore pancie bolse e glutei cadenti,era la fiera della cellulite....Ci siamo tappati il naso e gli occhi ed abbiamo preso giù di traverso fino a centrare Villaretto.

[visualizza gita completa con 6 foto]
Per evitare un po di ressa per arrivare al rif.Bagnour siamo partiti dalla borgata Alboin con tre cani...al rif. incotrato si e no tre persone,già troppe per per noi!Ma poi nel vallone dei Duc si entra in'altra dimensione fuori dal tempo.La pietraia vista dall'alto pare un mare in tempesta...Una sosta al grande albero...poi saliti fino a 20 mt. dalla vetta,dove abbiamo trovato un luogo magnifico,per mangiare bere,e tanta allegria...

[visualizza gita completa con 2 foto]
Seguita fedelmente la cresta su divertente arrampicata


f ?! ho son io che son scoppiato bho
solo


[visualizza gita completa]
Salita come da descrizione, discesa per il vallone dei Duc. Alcuni nevai residui alla base del canale per il Passo del Ranco sono stati molto utili per la salita, in mezzo ai grossi blocchi rocciosi, della parte iniziale del pendio. In totale solitaria.

[visualizza gita completa]
fatto il giro dal vallone dei duc al vallone delle giargiatte ,bella giornata ,in vetta jolie si è satollata con ogni sorta di cibi prelibati,offerti dalla compagnia e noi umani ci siamo inebriati con ogni tipo di bavande.

[visualizza gita completa con 1 foto]
con Alberto, saliti dal vallone dei Duc e scesi da quello delle Giargiatte. Il sole si alternava di continuo con le nebbie ma in punta si stava davvero bene tanto da godercela per quasi 2 ore.
Un saluto alle ragazze di Arenzano impegnate nel giro di Viso e che hanno dovuto modificare un po i loro programmi causa la troppa neve in quota.

[visualizza gita completa con 3 foto]
un po' disagevole la salita sugli sfasciumi, ripida e instabile, prestare attenzione, da circa 2500 m si lascia il sentiero per il passo dei Duc e si sale verso quello del Ronc, poi si può tenere la cresta, con semplice arrampicata o appena sotto le rocce.
Il vallone ha un aspetto lunare, dopo la splendida cembreta iniziano pietraie di giganti.
Splendida la visuale, in particolare sulle Lobbie e Punta Malta, mete da raggiungere quando ci sarà meno neve...
un saluto ai simpatici compagni di scalata, Marco e Massimo66 e a Elisa e Livio del Bagnour per l'accoglienza. Alla prossima!


[visualizza gita completa con 3 foto]
Giornata bellissima dopo tanta acqua,bella la salita nel vallone del Duc ( quante pietre) e poi al passo Ramco su detriti.Bello il tratto finale su roccette superate con facile arrampicata.Stupenda la vista sulle cime vicine ,anche Viso quando si vedeva.Discesa sul tracciato di salita.
Salito in compagnia di Gypaet e Marco conoscuiti grazie a Gulliver.Un grazie a Livip ed Elisa ,gestori del rif. Bagnour davvero molto ospitali. Ci hanno comunicato che il ponticello nel vallone di Vallanta e' stato sistemato,il vallone delle Gorgiatte e' raggiungibile.


[visualizza gita completa con 3 foto]
senza prendere una goccia di pioggia cosa quasi impossibile in questi tempi, io e Jolie abbiamo fatto il giro salelendo dai duc,non siamo andati in vetta perchè il cielo brontolava.il sentiero che scende in vallanta è tutto rosicchiato dall'acqua con le radici degli alberi a cielo aperto. piu in basso ho avuto qualche probema ad attraversare le giargette con Jolie al guinzaglio altrimenti l'acqua me la portava via,ma prima o poi smetterà di piovere e il guado sarà più agevole.sono arrivato alla macchina asciutto dalle ginocchia in su, appena messo in moto veniva dinuovo giù l'universo!

[visualizza gita completa con 1 foto]
Saliti da SE dal Bagnour. Prima neve a quota 2350 circa, ma complessivamente poca (e molle) fino in cima. Apparentemente siamo i primi del 2007 su questa cima (a leggere il libro di vetta).
Tempo variabile, parzialmente nuvoloso con poco sole e ventro freddo. Monviso coperto e un po' di nevischio al ritorno. Oggi con Enrico.

[visualizza gita completa con 1 foto]
Bella gita in un vallone mai percorso prima la giornata è stata bella in barba alle foschie della pianura. Quando si abbandona il sentiero principale bisogna superare massi enormi prima di raggiungere il Passo del Ranco . Questo tratto è abbastanza faticoso e senza sentiero ( qualche raro ometto) da non percorrere con nebbia e scarsa visibilità L' ultima parte pur non essendo difficile richiede precauzione per la ripidezza dei pendii .Sotto la croce quaderno per le firme dei visitatori . Bella la vista sulla parte terminale del Monviso

[visualizza gita completa]
Saliti lungo il Vallone dei Duc e scesi dal Vallone delle Giargiatte. Bel giro ad anello anche se un po' faticoso per via delle pietrai. Salita la nebbia quando eravamo in punta per cui visto niente.


[visualizza gita completa]

Ci sono anche stati ...

  • 29/08/10 - Riku73
  • Caratteristica itinerario

    difficoltà: F :: [scala difficoltà]
    esposizione prevalente: Est
    quota partenza (m): 1603
    quota vetta (m): 2756
    dislivello complessivo (m): 1153

    Ultime gite di alpinismo

    19/09/18 - Lera (Monte) Via Normale da Malciaussia - starmountain
    Un paio di nevai da attraversare un po' gelati al mattino. Solita ravanata per le pietraie finali.
    19/09/18 - Carbonè (Monte) Via Normale da San Giacomo - annagarelli
    Il sentiero ha avuto un "restailing" fino al lago del vej; sopra è un po' meno tracciato ma sempre visibile; è molto lungo con i suoi tornanti e sale (fin troppo) dolcemente; bella gita con vista su [...]
    18/09/18 - Palavas (Monte) o Tete du Pelvas Cresta SE - Traversata dei Torrioni - abo
    Gran bella salita, di cui l'avvicinamento lunghetto ne ha compromesso la frequentazione (informarsi sulle condizioni di apertura della strada per accorciare fino alla Conca del Prà). Avvicinamento s [...]
    17/09/18 - Pietralunga (Punta) Cresta Ovest - Via Whymper - LuCiastrek
    Cresta messa in nota da parecchio tempo, oggi ho cercato la via di salita che non è molto agevole perché bisogna ravanare un poco prima di posizionarsi, poi i tratti di roccia sono puliti se si escl [...]
    17/09/18 - Martin (Punta) Cresta Federici - Contrafforte Sud - LuCiastrek
    Via di roccia pulita un poco meno i camminamenti sul percorso, non essendo una via molto frequentata l'erba nella stagione estiva cresce rendendo un poco più faticoso il cammino. L'avvicinamento l'ho [...]
    17/09/18 - Tornone (Monte) dalla cresta nord - la-Nata
    Stupenda, questa cresta nord che porta in cima al Tornone! Salita prima sul Tornello, quindi tornata alla sella che divide le due cime. Impatto visivo di questa cresta rocciosa notevole, esteticamente [...]
    16/09/18 - Cengalo (Pizzo) Via Normale da Bagni del Masino - sensacugnisiun
    Gran bel posto, dai torrenti alle foreste di Mello e Porcellizzo all'asprezza del granito, fino a i maestosi scorci su Badile e Bondasca. Frana sulla nord decisamente viva, ancora boati e polverone pr [...]