Fallère (Mont) da Thouraz

attrezzatura :: scialpinistica
Lo ammetto: sono stato tratto in inganno dal refuso di Gulliver, che ha piazzato tra le gite di ieri la relazione di Chicca del 29/12. Qualche maligno ha sottolineato che la farina a sud dopo 3 settimane che non nevica doveva farmi venire qualche sospetto.... Va beh, erano anni che volevo tornare sul Fallere, e la giornata era bellissima.
Avvicinamento molto lungo (1 ora e mezza), ma tutto in leggera salita, per cui in discesa non si spinge niente. Il pendio finale ha neve iper-assestata, quindi molto sicuro.
Discesa. Prima parte del pendio brutta: grutuluta dura. Seconda parte discreta: grutuluta morbida. Il resto della discesa fino alla strada è molto variabile: farina compatta, grutuluta, sasturgi, quasi trasformata. Strada devastata (letteralmente) dai troppi passaggi della gente a piedi. Neve quasi continua fino all'auto.

Partenza. Il Fallere sembra lontanissimo, e in effetti lo è!
Deposito sci e percorso (non banale) per la punta.

[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Farinosa ventata
neve (parte inferiore gita) :: Farinosa pesante
note su accesso stradale :: alcuni tratti ghiacciati
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
splendide condizioni.
strada ben coperta, sono scese alcune grosse slavine dai ripidi pendii della punta di Metz ma con il fresco di oggi no pericolo.
nessuna traccia presente
ho lasciato gli sci prima dell'ultimo tratto di cresta, essendo da solo non mi sono fidato di scendere dalla cima anche se sarebbe stato certamente fattibile.
neve a tratti molto bella a tratti un pò di crosta
sotto gli alpeggi nelle zone più ombra crosticina ben sciabile
il tratto della strada sottostante con neve scorrevole

[visualizza gita completa con 10 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
note su accesso stradale :: pulito
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
a Thouraz niente neve. Proseguito su poderale fino sotto le cascate a circa 1800 m. Gli sci si calzano poco piu in alto. Poca neve, una lastra compattata dal vento fino in cima. Dalla spalla alla vetta, fattibile anche senza ramponi sfruttando le gradinature precedenti.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: altro
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
scelta ottima solo io e Sergio oggi da queste parti, saliti dal bosco sopra Thouraz sci ai piedi dalla macchina sino alla cima senza bisogno di mettere i rampant, parte alta neve trasformata quasi firm sotto un pò dura con diversi tipi di neve ma sempre sciabile che toglie una stella altrimenti sarebbe stata gita da 5 stelle parte della cresta con le catene un pò coperte ma si guadagna la cima facilmente, meglio avere i ramponi .
ultima gita del 2016 in compagnia del mitico Sergio De Leo un onore chiudere l'anno con un compagno così bravo.
consiglio tutti di acquistare il bellissimo libro appena uscito "Sognando la Patagonia" l'avventura possibile di Sergio


[visualizza gita completa con 8 foto]
attrezzatura :: scialpinistica
Una gran bella gita completa, (canale e crestina finale) e una vista a 360° su tutta la vallè dalla cima. Peccato per la neve che al mattino ci aveva fatto sperare in qualcosa di più. Concordo con i cari amici muvè e f. un'ottima giornata!

[visualizza gita completa]
attrezzatura :: scialpinistica
Splendido itinerario, solare e dritto, con il piacere della facile crestina finale (usati i ramponi). Gran panorama. Purtroppo dopo le prime poche belle curve sotto il colle neve dura, irregolare e poco divertente. Più in basso alternanza di crosta portante e non. Comunque una buona giornata.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Al mattino il brillante sole e l'esposizione sud ci ha ripagati in bellezza, calore e sopratutto solitudine.la scelta sembrava azzeccata.ma la parte alta si è presentata ondulata dal vento e rigelata in superficie.rampant sono stati utili, non indispensabili.
discesa di sopravvivenza qualche tratto portante qualche malauguratamente no, parte finale su marmo sciabile.
Al di là dei conflitti intestini generati dalle cena vegane (maledetto BS) una buona giornata. Panorama impagabile,bel balcone.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: Ottimo fino al divieto di transito, dopo sterrata sgombera da neve fino quota 1850
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Mi ero fatto convincere dalle relazioni precedenti, oggi però probabilmente le temperature sono rimaste più rigide dei giorni scorsi... Salita senza problemi, non abbiamo utilizzato rampant, ne picca e ramponi sulla crestina... Discesa affrontata verso le 14,con il primo tratto tutto sommato bello da sciare con neve mollata, nei pendii più in basso neve irregolare che ha richiesto una sciata energica ancora più in basso crosta portante e non... Insomma, sopravvivenza....

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Aggiungo solo auto a q. 1850. Sciabilità in funzione di quanto molla la neve, anche a causa della superficie un po irregolare, specie sui pendii piu ripidi. Oggi scendendo alle 12 circa neve appena rinvenuta, a tratti ancora un po dura.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Bella gita in condizioni essenzialmente primaverili.
Gli sci si calzano quasi alla fine del tratto di poderale, poco prima di un tornante a destra, nelle vicinanze del torrente.
Neve dura portante, soprattutto nei pendii ripidi a sud. Saliti tutti senza bisogno di coltelli. Tra il primo e il secondo risalto abbiamo preferito superare un canale ripido passando tra neve e chiazze d'erba sulla destra; scesi invece lungo il canale.
Andati a piedi lungo la cresta fino in punta; oggi cresta facile, con molti tratti senza neve; ramponi e picca non necessari.
Oggi la neve ha mollato poco; un pò più morbida solo nei tratti con meno neve e vicino alle rocce.
Ottima compagnia con Christiane, Luigi, Ivo, Alessandro e Rocco.

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Ottimo fino al divieto di transito
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi le cinque stelle sono veramente poche, come poche sono le gite così! Partito alle 7 da Thouraz con 2 gradi positivi e vento freddo, seguito la poderale fino a quota 2000,di li in poi sci ai piedi, buon rigelo,salita agevole senza coltelli fino al penultimo pendio ripido,poi la neve caduta nel pomeriggio di ieri ne ha richiesto l'uso.Lasciati gli sci al colletto ho percorso la cresta seguendo le catene semi sepolte con picca e ramponi su neve fresca,a tratti bagnata e a tratti portante ma senza difficoltà! In cima panorama grandioso e assenza quasi totale di vento.Ripercorso a ritroso il tratto di cresta ho iniziato la discesa alle 10.30...qui viene il bello,la propedeutica nevicata di ieri ha depositato uno strato di 5 dita di pura libidine su tutto il pendio lisciato come un tavolo da biliardo,in basso neve trasformata quanto basta!!! Memorabile!!!

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Che dire sempre molto bella questa gita , ambiente fantastico. Peccato che oggi la neve non abbia mollato troppo in alto il leggero venticello nella parte superiore l'ha mantenuta bella dura. Dalle baite di Tsa de Morgnod ci siamo diretti nel bel canale di fronte con un breve tratto a piedi uscendo direttamente sui pendii finali. Giunti poi al colle, tratto di cresta con i ramponi sino alla punta. Discesa magari da effettuare un'ora più tardi per la parte alta , il canale percorso in salita sopra le baite era bello la neve aveva mollato. Comunque ottime condizioni
Con Gigi e Tatiana


[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: libero
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
la neve inizia poco dopo la cascata
Fabrizio,Franco,Mauro


[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: sbarra all'inizio della sterrata
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Ha già detto tutto l'amico roccia. Partiti tardi e scesi di conseguenza ma con neve mai sfondosa. Il rigelo è stato buono ma sole ormai caldissimo. Cresta finale facile e panoramica. Un saluto alla bella ciurma di oggi!

[visualizza gita completa con 1 foto]
note su accesso stradale :: ok
attrezzatura :: scialpinistica
Si arriva fino all' inizio dello sterrato poi chiazze di neve impediscono il passaggio.Partiti le 8.30 con 3° .si portano gli sci 15' poi con un po' di fantasia non si tolgono più.in discesa sono almeno 30'.giornata magnifica non una nuvola e caldo torrido in basso,in alto leggero venticello.coltelli picca e ramponi non necessari.discesa iniziata le 12.10 oggi l ideale sarebbe stato le 10 ma come gita post turno notturno di più non potevo pretendere.neve parecchio smollata ma mai sfondosa e ottimamente sciabile da cima a fondo solo molto faticosa in alto.pendii non il massimo pochissimi belli lisci e uniformi;in prevalenza a scaglie e buchi che hanno reso la sciata molto attenta e controllata.
Un saluto ai soci di oggi x l ottima compagnia durante e nel dopo gita in piola ;-)

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: --
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti da Thouraz, partendo alle 7.00
in 2.50 circa. In salita neve dura ma grazie alla buona traccia non sono stati necessari i coltelli. Discesa alle 11 circa su neve primaverile molto bella da sciare non troppo dura nemmeno nella parte alta. Necessario portare gli sci per una quindicina di minuti sulla poderale.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: regolare
attrezzatura :: scialpinistica
Gita praticamente al riparo dal vento da Nord. Neve assestata con condizioni ormai primaverili. Nonostante le temperature elevate non sfondava. In sintesi vale la pena.
Compagnia ottima e agguerrita. Grazie!


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
attrezzatura :: scialpinistica
mi sono fermato a 150-200 m dalla punta causa placche a vento. parte alta su neve ventata dura come il marmo, poi farinella riportata su fondo duro. Stradina cingolata da un gatto delle nevi e qualche togli e metti nella parte bassa.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Gran giornata! Anche il Fallère è fatto! Partito da Thouraz con Luca, arriviamo in vetta soli soletti precedendo di circa 20 minuti un gruppo di skialper dei quali facevano parte anche un paio di simpatiche conoscenze. Oggi il socio ha battuto traccia fino in cima senza sosta ed io mestamente sono rimasto nelle retrovie anche per via dell'aumento progressivo del manto nevoso al cresecere della quota che ci metteva un po' in appressione qualora fosse diventato eccessivo. Nell'ultimo tratto la traccia si divide in due in quanto ho deviato quella di Luca passando a sinistra (consigliato) onde evitare di dover passare in cima su una crestina sottile e malsicura per portarsi allo "spiazzo" di arrivo con gli sci. Noi abbiamo proseguito senza ramponi fino alla vetta, ma è un po' delicato, meglio averli. Discesa entusiasmante su 20cm di farina poggiante su fondo duro. Peccato per le gambe un po' stanche oggi, il pendio avrebbe meritato maggiore freschezza per goderselo.... La stradina di rientro a Thouraz costringe ormai a qualche "gava e buta", attenzione alle pietre.

[visualizza gita completa]
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Salita da Verrogne, nel primo tratto neve al limite, poi continua, ma condizioni da marzo. Temperature alte, ma venticello e velature del cielo hanno mantenuto la neve. Neve variabile, sempre sciabile, alcuni tratti di farina riportata e semicotta, qualche placca da vento in disgregazione, alcuni tratti quasi con neve trasformata. Nella conca sotto la cima assenza di vento e caldo, speriamo torni l'inverno.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti da Thouraz ancora con gli sci dalla macchina. Temperature assurde, 11 gradi alle 7,30, facevano temere il peggio. Invece il vento ha mantenuto la neve. Messo i rampant per l'ultimo tratto, ma forse si riusciva anche senza. Non abbiamo fatto la cresta per vento forte a folate e inquietanti cornici.
In discesa prima parte molto bella, poi molto ventata.
Comunque bella gita.

[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
condizioni buone su tutto l'itinerario. giornata molto calda per il periodo. in compagnia di Ale, Dario e Simona.


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: pulito
Non resta che confermare le impressioni riportate da esteban, nonostante sia passata una settimana. La strada è più battuta dai passaggi e quindi non si fatica. La traccia di salita è discreta, con un po' di cristalli in cima. La discesa è tutta portante, a condizione di scegliere bene l'esposizione. Lunga, ma non male.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
quota neve m :: 1400
Ottime condizioni di sicurezza, grazie ad una vecchia crosta da fusione e rigelo ormai in disfacimento, a causa delle temperature molto fredde che stanno creando un metamorfismo costruttivo. La crosta è comunque portante in tutti i pendii ripidi esposti a sud e, con queste temperature, rimane asciutta e dura durante tutta la giornata. Io sono salito in tarda mattinata - partenza verso le 11.30 dalla macchina - e la neve non ha mai "mollato"; addirittura negli ultimi 200 m di dislivello lo strato superficiale è ricoperto da circa 1 cm di brina.
Normalmente preferisco la salita da Thouraz a quella da Vetan; in questo caso la sconsiglio perché è passato un gatto delle nevi che ha tritato tutta la neve sulla strada, lasciando delle scomode palle di neve che rendono disagevole la discesa.




[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: si sale per strada poderale fino alle cascate
quota neve m :: 2900
Dalla macchina (poderale) si cammina 10/15 minuti - confermo in pieno impressioni dell'amico Bisa62 - oggi (penso fosse piu' caldo di ieri) partiti dalla cima alle 11 - neve perfetta - al mattino alla macchina +5°C, ma la neve era lo stesso perfettamente gelata - qualche scatto su

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
Amici scialpinisti la conca del Fallere senza le motoslitte è un paradiso.Salendo con la macchina lungo la poderale fino ad una valanga si portano gli sci in spalla un breve pezzo buon innevamento fino in punta discesa, se fatta ad un ora decente stupenda

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 1900
Salendo oltre il divieto si parte sci ai piedi da 1830 .Partiti in mezzo alle nuvole con visibilità nulla,a 10m. non ti vedevi già più..saliti con l'idea "ormai siamo qui facciamo un giro" seguita la traccia del gatto e delle motoslitte anche perchè come uscivi di pochi metri eri perso nel nulla.dopo 2 ore scopriamo dove siamo:vicino al colletto della cresta della Leissè dove arriva l'itinerario da Vetan..pronti a scendere ormai,una provvidenziale schiarita o meglio,alzata di nuvole ci da la carica per continuare.Saliti veloci fino al pendio finale,inizialmente ripido ma non troppo poi un restringimento ad imbuto,sti ca..i che dritto!ha cominciato a dare problemi con i coltelli.LA neve non ha mollato gran che e si scivolava parecchio.Arrivati a 60-70m. dalla vetta con gli sci faticando abbastanza,poi a piedi lungo il canale sud-est diretto alla punta (in un paio di punti avere avuto i ramponi non faceva schifo).Discesa a strappi aspettando i momenti di maggiore visibilità comunque sempre discreta,molto bella la neve:uniforme e non troppo dura,ha mollato quel tanto che bastava a garantire una tenuta ottima per tutto il canale e i pendii fino alla macchina.Col bel tempo è una gran gitona,impegnativa per il ripidissimo pendio finale ma di gran soddisfazione.Oltre a noi 3 altri 6 temerari che hanno sfidato il meteo portandosi a casa questa bellissima gita.

Presto alcune foto qui:


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: OK
Superando il divieto si riesce a proseguire un poco, fino alla prima neve a qt 1830 circa, poi dopo avere calzato gli sci si tolgono un paio di volte fino al ponte dove la copertura è continua.Salita senza problemi, utili coltelli sul ripido finale, noi abbiamo preso il canale sudest che arriva direttamente alla croce di vetta in quanto la cresta è molto erosa.Iniziato discesa alle 12.30, parte superiore ottima trasformata lievemente dura, parte inferiore ottima trasformata lievemente morbida, siamo stati aiutati dalla scomparsa del sole che così non ha cotto la neve.Poche e visibili rocce affioranti
Speriamo nevichi, i pendii sono al limite


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: pulita fino oltre il divieto
quota neve m :: 1900
Andando oltre il divieto si portano gli sci x 10 minuti. Giornata molto calda con vento freddo a raffiche, neve favolosa dalla cima fino a circa 100 m dalla strada. In alto un pò di riporto di neve fresca di ieri e in basso molle e cedevole già in salita. Nel complesso gita di grande ambiente e soddisfazione. In cima solo noi tre.

[visualizza gita completa con 1 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
***** solo perchè abbiamo potuto goderci la pace della conca del Fallère, senza le solite " MOTOSLITTE " che giravano, per il resto tranne la poca neve in basso, problema risolto salendo con la macchina oltre la palina del divieto di transito, ottima discesa su neve trasformata dalla punta alla macchina


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
note su accesso stradale :: nulla di rilevante
quota neve m :: 1600
Partiti alle 7.40; in vetta alle 9.55. Scesi alle 10.15 ma la neve non aveva ancora mollato. Lieve vento freddo da Est.
Ottime condizioni; pendio ben liscio.
Coltelli non necessari, ma consigliati.
Nei prati in piano c'è ancora neve farinosa o, quanto meno, a debole coesione.
Trovate alcune foto all'indirizzo: _blog.blog.aruba.it/

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento dura
neve (parte inferiore gita) :: crosta da vento dura
note su accesso stradale :: strda pulita
quota neve m :: 1600
alla partenza pochi cm ma gelati lungo la strada, nella zona mediana poca neve o molto dura da vento oppure senza fondo. Nella parte alta si prendono molte pietre.
Bello l'ambiente solitario ma necessita di una ulteriore nevicata.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: SICURA
neve (parte superiore gita) :: TRASFORMATA
NEVE TRASFORMATA, MA NON ANCORA VELLUTO. GIORNATA SPLENDIDA, PANORAMICA E NON TROPPO CALDA. SICURI I PENDII IN DISCESA FIN DALLA CIMA. PECCATO 35' CON SCI A SPALLE IN SALITA DA VETAN (E QUASI ALTRETTANTI IN DISCESA)

[visualizza gita completa]
osservazioni :: manto nevoso sicuro
neve (parte superiore gita) :: trasformata
Bellissima gita sia in salita che in discesa per ambiente,condizioni climatiche e della neve.Il cielo assolutamente sereno ha consentito la vista a 360° su tutte le Alpi valdostane.Saliti e scesi con gli sci ai piedi da Vetan anche se in basso la neve sta scomparendo.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: 1/5
neve (parte superiore gita) :: Trasformata
Partiti da Vetan (1/2 ora sci in spalla) Molto bella la parte alta. In discesa si riesce a tornare a Vetan sci ai piedi (ancora per poco) scavalcando a monte degli alberi lo spallone della Leisse' e concatenando le lingue di neve residue.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: sicura
neve (parte superiore gita) :: trasformata
neve da quota 1850 perfettamente trasformata, molto bella anche se discesa dopo le ore 12


[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

difficoltà: OS :: F :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Sud
quota partenza (m): 1638
quota vetta/quota massima (m): 3061
dislivello totale (m): 1423

Ultime gite di sci alpinismo

19/01/20 - Liste (Cima delle) o Punta Gardetta da Indritti - thebrd
Il Pastore dice "cima delle liste" così un bel gregge di pecore (oggi un centinaio?) abbocca all'invito... Le condizioni sono accettabili (diciamo tra le 2 e le 3 stelle, visto il fondo irregolare e [...]
19/01/20 - Croce (Monte la) da Tetti Folchi - lupo alberto
Bella gita dal sapore d'altri tempi e lontano dall'affollamento degli altri itinerari della valle; l'ambiente un pò chiuso della stradina iniziale è compensato dagli ampi spazi della parte alta, con [...]
19/01/20 - Arsy o Ars (Mont d') da Thouraz - stellatelli
Sci a 50 MT dall'auto, la sterrata è coperta di neve, con solo un paio di interruzioni, si attraversano 3-4 fondi di valanga duri al mattino, messo coltelli al momento di lasciare la strada per inizi [...]
19/01/20 - Testona (Cima) anticima 2468 m da Ciantel - mountain
Gita dei 3 Cai: Almese, Cirié e Venaria, oltre 35 persone. Da tempo era programmata qui, altrimenti si andava altrove; tuttavia è stata molto formativa per l'impegno incontrato al fine di addomesti [...]
19/01/20 - Rutor (Testa del) spalla SO 3214 m da Bonne per il Canale N/NE - luca76
Molto freddo alla partenza -8 circa poco prima delle 9. Saliamo veloci su buona traccia verso l'Arp Vieille poi all'altezza del pianoro attraversiamo verso il canale andando a prendere le tracce di 4 [...]
19/01/20 - Bosco (Cima del) da Thures - citta
Finalmente la FARINA! Ci era mancata tanto.... Dai 10 ai 20 cm di neve farinosa su tutto il percorso, non toccata dal vento. Solo sulle esposizioni sud ripide il sole l'aveva leggermente inumidita. [...]
19/01/20 - Peygus (Col des) da le Laus - silviotos
Il vento ha un po guastato la non molta farina caduta venerdì. Meglio gli avvallamenti e il bosco dove c e più polvere. A volte si sente sotto la vecchia crosta irregolare