Fremamorta (Cima di) dal Gias delle Mosche per i Laghi di Fremamorta, anello

note su accesso stradale :: Strada con buon asfalto fino al Gias delle Mosche (una decina di posti auto)
Ottomilanovecentocinquantanove piedi. Freschino (4°) alla partenza con le prime luci dell'alba, sentiero che sale morbido fin sotto il lago Sottano dove ci aspettano una buona dozzina di camosci coi piccoli, avvicinabili a breve distanza. La splendida mulattiera militare collega i cinque specchi d'acqua incastonati tra le rocce fino a raggiungere la caserma sotto il colle di Fremamorta; un sentiero, in un paio di tratti un po' esposto, permette di raggiungere la croce di vetta: dalla cima il panorama, oltre l'Argentera e i suoi satelliti, comprende anche il mar Ligure....Discesa fino al colle e poi ai 2530 metri del bivio, da cui, prendendo a destra, raggiungiamo il sentiero 26 proveniente dal lago Mediano e poi il Piano della Casa del Re: seguendo per 2,5 km la strada chiudiamo l'anello al Gias delle Masche.
Solo sole e niente nuvole per tutto il giorno.
Circa 1200 metri di dsl in 16,8 km, con difficoltà EE dal colle alla cima. Quattro ore la salita e due e quaranta la discesa. Anello (in senso antiorario) molto consigliabile per i luoghi silenziosi e selvaggi, i laghi, i camosci e i resti di manufatti militari, i panorami.
Con la compagnia di Gian Mario.
la cima di Fremamorta salendo dal lago Soprano
quattro dei cinque laghi
colle, caserma e cima di Fremamorta
Argentera (rosso), Paganini (arancio), Nasta (giallo), Baus (verde), rifugio Remondino (viola)

[visualizza gita completa con 4 foto]
note su accesso stradale :: nulla di rilevante
Circa 1.300 metri di dislivello su circa 21 Km.
Gran bella gita in ambiente magnifico.


[visualizza gita completa con 4 foto]
note su accesso stradale :: fino a gias delle mosche
saliti da gias delle mosche e fermati al bivacco Jacques Guiglia.
Discesi a pian della casa e rientro auto
nessun problema, condizioni meteo spettacolari
con federico e suo papà


[visualizza gita completa]
Bellissima gita tra laghi, cime e strade militari, non eccessivamente lunga e relativamente facile. Percorso pieno di escursionisti, un po' meno in cima.

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: buono e riparato anche fino a Pian della Casa
Lontana dagli Incendi, perfetta! L'avevo già adocchiata un mese fa dalla cima dell'Argentera.. Tranquilla escursionistica piacevole e di soddisfazione ed è nel momento migliore: da cogliere al volo grazie ai colori in valle (i più belli vista fin ora) i contrasti luce e lago, molto belli i colpi d'occhio, bellissima la imponente e comoda mulattiera "reale" dal Valasco che si intercetta sui 2300 mt. e che collega tutti i Laghi; il sentiero dal colle alla cima: ottimo forse il tratto migliore.... Sentieri di accesso alla comba abbastanza scassaginocchia... soprattutto quello di discesa verso Pian della Casa... ma l'anello merita d'altronde siamo in Val Gesso... bisogna pagare pegno :-). Giro non di grande spostamento ma lunghetto si arriva tranquillamente a superare i 1200 mt di dislivello ma non si sentono... 3 km di strada verso il Gias delle Mosche in questa stagione sono pure piacevoli e permettono di defaticare il giusto finalmente lontani dalle sassaiole dei sentieri di accesso... ;-)
Strada per Pian della Casa rimessa a posto in data odierna
Per chi non ha problemi ai ginui... straconsigliata!

[visualizza gita completa con 9 foto]
Un anello che non trascura nulla: laghi, colle, vetta, bivacco e rifugio. Consigliato anche per le molteplici varianti che offre e i panorami sempre diversi. Molta gente lungo l'itinerario, sempre evidente e ben segnalato.
Oggi con Daniela.


[visualizza gita completa con 3 foto]
note su accesso stradale :: ok
Visto le previsioni meteo che davano bello tutto il giorno siam partiti per scoprire questo angolo della valle gesso. Partiti da gias delle mosche e arrivo in vetta con 10 km di sviluppo. Ritorno sfruttando un sentiero che poco sotto il colle andava a pian della casa del re e quindi rientro sulla sterrata fino al nostro parcheggio risparmiando 3 Km. Allego traccia Gps.
Con Lia, Giovanna, Massimo e Bepi.


[visualizza gita completa con 10 foto]
note su accesso stradale :: ultimi km strada sconnessa
L'anello che ho percorso: Gias delle Mosche, Laghi di Fremamorta, Colletto di Bresses Sud, scollinato in Francia per un sentiero con ometti non segnato sulla cartina, lungo traverso fino ad un laghetto a circa 2300m; li' ho intercettato il sentierone che con una risalita di 300m mi ha fatto riguadagnare il Colle di Fremamorta, Pian della Casa, poi 3km di sterrata fino al Gias delle Mosche.
Giro ulteriormente allungabile con la salita alla Cima di Bresses Sud, Testa di Tablasses, Colle di Prefouns.
Raffiche di vento patagonico che a tratti mi spostava, qualche scroscio di pioggia.
Visti alcuni camosci che si riparavano alle casermette della Cima di Fremamorta.
In compagnia di Radio Monte Carlo

[visualizza gita completa con 10 foto]
note su accesso stradale :: Fino al gias delle mosche buono anche se con qualche buca
Il tratto tra il colle fremamorta e la cima mi sembra da EE, alcuni tratti sono molto esposti e ci vanno piedi ben fermi su gran parte della traccia.
Giornata stupenda ma molto calda, grazie al venticello nessuna nuvola ma al sole si sudava parecchio.
Bellissimi i laghi e superbo il panorama sul gruppo dell'Argentera.
Partito prestissimo non ho incrociato umano fino alla cima, in compenso parecchi camosci.
In discesa ho incrociato di tutto, compreso famigliole con bambini piccoli in scarpe da tennis sulle pietraie...
Oggi senza cani

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: fino al Gias delle Mosche strada strettina ma in buono stato
Una di quelle escursioni per cui non ci sono parole da sprecare. Basta lasciar parlare le foto...
L'ultimo tratto dal colle alla vetta è sicuramente catalogabile come EE.

[visualizza gita completa con 12 foto]
Ci sono ancora alcuni nevai sopra i laghi.
Abbiamo aggirato il lago mediano dalla parte opposta alla strada militare che in parte è coperta da un nevaio leggermente ripido.
Poco sopra il lago mediano - secondo me - conviene abbandonare la strada, seguire le tacche per il bivacco Ghiglia: si evita così un altro nevaio un po' ripido prima del lago superiore (comunque ho visto un gruppo attraversarlo, basta fare attenzione). Da qui in su al strada militare è abbastanza pulita e i nevai residui agevolano la salita permettendo di tagliare alcuni tornanti.
Gita in un ambiente meraviglioso.
Ieri - giornata spettacolare, con nuvole di passaggio - molte persone fino al primo lago, da lì in su numerose "defezioni".
Noi ci siamo fermati al colle, dove alcuni stambecchi hanno sopportato la presenza di italiani e francesi con stoica pazienza.
La discesa - come da relazione - è molto bella, ma sembra non finire mai (vedere dall'alto la serie di tornantini mette un po' angoscia).
Visti camosci sul tratto prima dei laghi, stambecchi al colle e marmotte al Pian della Casa.


[visualizza gita completa]
giornata da foto e bel giro.fatto itinerario in salita come descritto (molto bello) e discesa ad anello come consigliato,con varianti intermedie alla cima guiglia e dal colle alla q2625(brèche de pagarì), con molti stambecchi poco sotto la cima (diff.F). vedute giustamente rinomate.

[visualizza gita completa]
Avevo un progetto ambizioso per oggi, ma le mie gambe no. Per cui ho dovuto "accontentarmi" di questa bella cima, che avevo già conquistato diversi anni fa e... avevo dimenticato quanto è splendido il panorama da lassù, di come sembra vicino il Matto, di come si delinei bene l'Argentera e le altre big della zona, di come sono belli i laghi visti a 360 gradi... e mi sono ricordata che a volte non serve chissà che grado di difficoltà per godere della bellezza e della quiete della montagna.
Un saluto caloroso ai 2 "matti" che poi si sono diretti al Pointe Giegn... spero di rincontrarvi e grazie per la compagnia!!


[visualizza gita completa]
prima volta in val gesso,bella giornata con temperatura gradevole,saliti e scesi dal gias delle mosche,belli tutti e 4 i laghi, non siamo arrivati in cima ma ci siamo fermati al lago superiore.oggi incontrato poche persone.
in compagnia di mariateresa boris lorenzo e cristian


[visualizza gita completa con 3 foto]
Bellissima Giornata in famiglia con i bimbi tocchiamo tutti i laghi ed il colle del Vallasco ma raggiungere la cima di Fremamorta rimane ancora troppo impegnativo da fare in giornata con un bimbo di 6 anni. Ottima giornata di sole con bagno al lago.
un ringraziamento alla mia famiglia per questa bellissima giornata bravissimi Christian, Manuel e Sonia


[visualizza gita completa]
Nonostante le previsioni meteo poco incoraggianti..sapevamo che ci poteva essere una finestra di bel tempo dal mattino di oggi, sabato 11 novembre fino al primo pomeriggio..e come meta per fare una bella gita in giornata la scelta è caduta sulla Cima di Fremamorta salendo dalla Valle Gesso e con partenza dal Gias delle Mosche per il Vallone dei Laghi di Fremamorta e la cresta SE dal Colle di Fremamorta. Al mattino, quando siamo arrivati a Terme di Valdieri la giornata infatti era più che favorevole...con cielo sereno e visibilità ottima. Noi pensavamo di salire dal Pian della Casa, ma la strada era innevata, e con una macchina normale era sconsigliabile (oltre che rischioso) andare oltre il Gias delle Mosche. Così la scelta è caduta du questo itinerario. Siamo partiti con il sole, e poca neve a fondovalle. La prima parte del sentiero che sale ai Laghi di Fremamorta è davvero segnalato male, senza cartelli segnaletici e difficile da trovare, con segnavia vecchissimi e quasi scomparsi (vorrei sollecitare chi di dovere...a segnalare nuovamente e meglio questo piacevolissimo itinerario !), infatti nel primo tratto abbiamo seguito un sentiero da capre, che prima traversava nel bosco e poi si inerpicava in un ripido e malagevole canalino di erba, terra, rovi e pietrame, raggiungendo più in alto il sentiero effettivo che conduce ai Laghi e al Colle di Fremamorta. Fino al primo dei Laghi di Fremamorta il terreno si presentava asciutto e solo con poche macchie di neve. Da qui fino in cima alla Fremamorta la neve è in copertura continua, una neve dura e portante, infatti siamo saliti con i ramponi per procedere più veloci ed evitare di stancarci inutilmente a fare le tacche ad ogni passo. Ambientino invernale davvero superlativo e paesaggi incantevoli, molto belli tutti e 3 i Laghi di Fremamorta. Ci siamo fatti la traccia fino in vetta alla Fremamorta...ma su neve molto buona ! La giornata poi ha iniziato a guastarsi, il cielo si è annuvolato e a tratti nevischiava, la temeperatura è scesa decisamente. Comunque, a parte il cielo grigio e la nuvolosità alta...siamo ugualmente riusciti a goderci un ottimo panorama dalla vetta ! Anche oggi eravamo presenti solo noi due in questo vallone. Una gita che ci ha ripagati della scelta fatta, e siamo rimasti decisamente soddisfatti, al di là del tempo incerto ! In discesa abbiamo preso una fitta nevicata fino al Gias delle Mosche. Infine una precisazione, la valutazione di questo itinerario è EE e da considerarsi F in presenza di neve, non E come inserito nella descrizione di Piovanom, è bene chiarire questo aspetto, poichè non è proprio una semplice passeggiata, sopratutto in presenza di neve o ghiaccio.
Gita fatta in compagnia di Davide I. del CAI Ligure di Genova (che mi ha proposto lui questa salita)


[visualizza gita completa con 24 foto]
note su accesso stradale :: ci si ferma sotto il Gias delle Mosche
La neve incomincia da subito (1550 m). Dai laghi in sù c'è n'è quasi un metro e a Nord è ancora farina. A sud è un pò crostata da vento. Al ritorno in basso è già un pò trasformata.
Dalla Francia visti già gente che scendeva con gli sci (invidia, con le ciastre non è il massimo). Se si ha voglia si può già andare a fare la Testa sud di Bresses portandosi gli sci in spalla fino al Valasco.


[visualizza gita completa con 2 foto]
note su accesso stradale :: no problem
nulla di rilevante. residui di neve dura nei pressi delle casermette più alte. Partito e rientrato al Pian della Casa. Durante il lungo tratto di traverso, al ritorno preso un sentiero (a sx) ben segnato da ometti e tacche rosse che scende molto più direttamente in linea d'aria verso il rifugio Elena (tratti ripidi ma nulla di rilevante) e che si ricongiunge nei pressi del primo segnale indicatore visto in salita circa 15mn dalla partenza dal Pian della Casa (il secondo pannello segnala il bivio per il Colle di Ciriegia).
Giornata con luci e panorami che solo il mese di ottobre sa dare. Un pò ventoso in cresta e qualche refolo sui laghi, ma nulla di eccessivo. Molta gente. Magnifici i vari laghi ed i colori di dettaglio/cielo sul versante dell'Argentera (non ho visto neve sulla Nasta, sì su Brocan e Bastione). Visti escursionisti in cima alla Giegn ed alla Bresses Sud.


[visualizza gita completa]
TRANQUILLA SALITA PER INIZIARE LA SETTIMANA DI VACANZA . SALITI DAL PIAN DELLA CASA PER IL SENTIERO DIRETTO FINO AL QUARTO LAGO. DA QUI IN BREVE AL COLLE E SUCCESSIVAMENTE IN CIMA . GIORNATA BELLISSIMA CON VISTA SUL GOLFO DI ANTIBES (MI PARE) E SULLE PRINCIPALI CIME DELLE MARITTIME . IN COMPAGNIA DI MIO PADRE . MARCO E ANDREA . UN SALUTO A TUTTI E ... BUONE GITE .

[visualizza gita completa]
Partiti con 1 grado e cielo sereno dal Gias delle mosche e salito prima al lago sottano di Fremamorta e poi quello soprano.Trovato neve gia' in basso ma la parte piu' faticosa e' dal lago soprano fino al Colle di Fremamorta; attenzione per salire in vetta ,abbastanza scivoloso causa la neve.
Salito in compagnia di Gianluca alla sua prima camminata ( bravo),molto freddo in alto x nuvole in arrivo. Un saluto al gruppo di francesi, incontrati durante la discesa , che andavano a dormire al Rif. Questa.


[visualizza gita completa con 1 foto]
partenza classica dal Gias delle Mosche, giro dei laghi, poi salita al colle di Fremamorta e Cima di Framamorta. Per la discesa preso il sentiero che si trova sotto il colle di Framamorta a quota 2500 circa, non segnalato da palina ma da ometti di pietra, non molto visibile l'imbocco, ma dopo è ben tracciato, e si va a ricongiungere più in basso con quello che scende dal ricovero militare (quota 2400) situato ai laghi superiori.
Bella giornata, solo qualche nuvola alta che copriva un pò di visuale sul gruppo Argentera. Un bel giro, che merita senz'altro. mt e dino


[visualizza gita completa con 1 foto]
Saliti dal Pian della Casa per la "direttissima" a sud dello specchio di Fremamorta. Giornata splendida, peccato per la foschia verso la pianura e le nubi verso la costa del golfo ligure che hanno impedito di vedere il mare. Con Anna, mamma e papà.

[visualizza gita completa con 1 foto]
saliti da Gias delle Mosche e scesi su Pian della Casa: piacevole e rilassante gita d'ambiente con numerosi laghi e ottimi panorami grazie alla giornata stupenda.
Oggi con Mario,Piero,Marco,Ernestino e Marino che nelle acque del lago Soprano di Fremamorta ha fatto le prove dell'imminente partenza per il mare!

[visualizza gita completa con 1 foto]
Partiti dal Pian della Casa; giornata splendida.
Panorama SUPER! Dalla cima abbiamo visto la Costa Azzurra! (Antibes?)


[visualizza gita completa]
Itinerario diverso da quanto descritto. Arrivo al Colle di Fremamorta.
Partenza dal Gias delle Mosche circa 1530 m, si scende ad attraversare su comodo ponte il torrente Gesso della Valletta e ci si inerpica in stretti tornanti lungo il pendio; con un traverso verso sud e successivi tornanti si arriva al primo lago di Fremamorta; da qui si prosegue sempre in direzione sud verso gli altri 4 laghi, ogn’uno incastonato con la sua particolare forma e bellezza tra le rocce chiare. Per il colle il sentiero torna a salire a zigo zago e arrivati ad esso la vista spazia sulla collana di perle blu dei Fremamorta e sui laghi dai vari colori e forme del versante francese. La discesa per un percorso diverso: dai 2400 m di un ex-caserma vicina ai laghi superiori si scende prima verso nord poi in un lungo diagonale sud-est su comoda mulattiera, spettacolare balcone sull’Argentera e la cima di Nasta, tra le altre, e sui rifugi Bozano e Remondino. A un tratto il sentiero si fa più ripido e stretto e continua a scendere in direzione del Rifugio Elena, poi cambia direzione in prossimità del Pian della casa, dove interseca la strada sterrata che sale dal Gias delle mosche.
Lungo itinerario ad anello, meravigliosi panorami, brava la mia mamma che è salita fino al colle!
Diversi camosci con i piccoli e alcuni stambecchi ci guardano incuriositi e ci divertiamo a guardarli, specialmente invidio le loro doti naturali alpinistiche…



[visualizza gita completa con 1 foto]
Giro ad Anello - diverso da quanto descritto
Dalle Terme di Valdieri si raggiunge il vallone del Valasco dopo la ex casa reale prendere il sentiero a sinistra per il Colletto del Valasco, proseguire per il Laghi di Fremamorta, al lago Soprano di Fremamorta prendere sentiero per il Colletto di Bresses, quindi girare a sinistra per vaghe tracce di sentiero puntare verso la vetta di Fremamorta, quindi voledo per roccette 1 e 2° grado si raggiunge la vetta, in alternativa continuare sul facile sentiero. Dalla vetta si scende al colle di Fremamorta, seguendo il sentiero si raggiunge il bivacco J. Guiglia e per sentiero si arriva al Gias delle Mosche e sulla strada si raggiungono le Terme.
Bellissimo ma lunghissimo giro ad anello. Divertente arrampicata per raggiungere la vetta. La giornata è stata splendida tutto il giorno.


[visualizza gita completa con 1 foto]
bella escursione sopra le nebbie di pianura e sotto alte nubi grigie alla ricerca di licheni guidato dal bel libro di Angelo Morisi. Poco nevischio sulle rocce dal colle di fremamorta alla cima. fatto il giro dei laghi visto almeno 100 camosci, tre coturnici e un airone. ultima mezzora con l'ombrellocon piggerellina leggera.

[visualizza gita completa con 1 foto]

nebbia fitta alla partenza.

oltre quota 2000 cielo velato e vento freddo.
buon panorama dalla cima, imbiancata da un velo di neve.

[visualizza gita completa con 1 foto]

Ci sono anche stati ...

  • 27/07/19 - massimo66
  • 20/08/06 - lucavib
  • Caratteristica itinerario

    sentiero tipo,n°,segnavia: sentiero N16
    difficoltà: EE :: [scala difficoltà]
    esposizione prevalente: Nord-Est
    quota partenza (m): 1540
    quota vetta/quota massima (m): 2731
    dislivello salita totale (m): 1191

    Ultime gite di escursionismo

    16/02/20 - Scopel (Bivacco) - lancillotto
    Sentiero dalla Croce dei Lebi e poi al bivacco con tratti ghiacciati, coperti da qualche cm di neve recente. Utili i ramponcini sopratutto la mattina. Salita in nebbia totale fino quasi al valico del [...]
    16/02/20 - Sea Bianca (Punta) da Pian della Regina e la Punta Raboi - lupus1946
    Molti escursionisti in giro...colpisce l'assoluta mancanza di neve sull'ultimo pendio... Le ciaspole sono rimaste sullo zaino...più utili i ramponi.
    16/02/20 - Rubbio (Monte) da San Damiano Macra - flavytiny
    Lasciata auto in piazza a S.Damiano Macra. Itinerario facilissimo adatto al post-influenza, la strada forestale che parte dal borgo subito dopo il ponte sulla dx è molto bella e rilassante. Parecchie [...]
    16/02/20 - Lunelle (Punta e colle) da Traves, anello - climbandtrek
    Sentieri sgombri da neve e ben indicati da tacche e numerose paline. Fatto l'anello come da descrizione: gita piacevole e con numerosi scorci nel bosco rado ed un bel panorama sulle vette circostanti dalla cima.
    16/02/20 - Pala Rusà (Punta) e Punta delle Lance da Pian Benot - sergio 51
    Usati solo i ramponi. Passati prima dal Pala Rusà e poi saliti alla Punta Lance, che sembra una vera montagna seria ma in miniatura: sarebbe stata interessante la, pur breve, traversata, ma le cornic [...]
    16/02/20 - Butetta (Monte) da Castellar - lonely_troll
    Gita vista mare in un bell' ambiente e con clima già primaverile. Alla partenza rosmarini e mimose fiorite e in alto niente neve, nemmeno sulla parete Nord del Grammondo
    16/02/20 - Baral (Bec) da Limonetto - dario 67
    Salita oggi un po' piu alpinistica x la presenza di tratti innevati sulla cresta e nella parte finale verso la cima si sale comunque senza problemi prestando attenzione solo nei tratti leggermente esp [...]