Ischiator (Cima Sud d') dal Ponte del Medico

note su accesso stradale :: tutto ok fino al parcheggio prima della catena
Novemilaseicentonove piedi. Ancora una gita in cui sfioriamo, senza raggiungerli, i 3000 metri: gli facciamo il solletico senza toccarli...Meteo previsto in peggioramento nella giornata, per cui partenza alle sette dal parcheggio deserto, con zero gradi e ancora ampi spazi di azzurro alternati a velature alte e sottili. Il sempre incantevole rifugio Migliorero addormentato e silenzioso mentre saliamo, il lago inferiore d'Ischiator e quelli di mezzo sono già in buona parte ghiacciati, mentre il superiore è completamente assente per siccità. Niente neve e vento gelido sotto il passo d'Ischiator, salita alla cima seguendo i frequenti ometti e tenendosi preferibilmente sul lato sinistro (di marcia) dove alcune cenge e qualche breve caminetto facilitano la progressione: buon panorama, con in primo piano il Becco Alto e là sotto i laghi di Rabuons e Cimon, il Corborant con l'impressionante canalone di discesa dal passo della Marmotta.
Discesa per il sentiero dell'andata e tiepido sole (!) durante la pausa pranzo al Migliorero; prime gocce di pioggia sul parabrezza dell'auto poco dopo la partenza dal parcheggio: da stasera il nostro percorso sarà tutto ricoperto dalla neve e la nostra sarà stata l'ultima escursionistica di quest'anno
alla cima Sud d'Ischiator...
Dsl 1300 metri, 16,3 km percorsi in sei ore e mezzo (poco più di tre e mezzo la salita), difficoltà EE.
Con la simpatica compagnia di Gian Mario e Antonio.
Migliorero e lago inferiore
Gendarme del Corborant e l'impressionante canalone di discesa dal passo della Marmotta
dall'ometto di punta: lago Chaffour e Cimon e Becco Alto d'Ischiator
i laghi di mezzo già in buona parte gelati

[visualizza gita completa con 4 foto]
note su accesso stradale :: buono fino al ponte del medico
Bella giornata settembrina, ancora diversi escursionisti nella zona del rifugio Migliorero.Spostamento notevole circa 20 km a/r su buona traccia su tutto l'itinerario,percorso il recente sentiero Whymper lato dx
orografico, (consigliato)Ripidino
l'ultimo tratto con ometti nei posti giusti e brevi
passaggini di arrampicata in corrispondenza
della linea di confine.Niente neve,visto tre stambecchi e un grifone in
volo lato francese.Il rifugio Migliorero era aperto.


[visualizza gita completa con 7 foto]
note su accesso stradale :: sterrata in buone condizioni
Bella gita, lunga il giusto ma con percorso molto scorrevole. In salita fino al Rifugio Migliorero ho seguito le scorciatoie della strada sterrata, ho notato che è anche stato tracciato un nuovo sentiero che percorre il versante idrografico destro del torrente. Lungo ma piacevole il pianoro per arrivare al rifugio. Dopo il primo dei laghi si inizia a salire sul serio, su buon sentiero, fino a giungere al lago di Mezzo, la cui conca ospita ancora dei grossi nevai, che si salgono senza problemi viste le pendenze blande, andando a intercettare la traccia di sentiero più a monte. Un altro breve nevaio (10 metri) si incontra appena sotto la fascia di roccette culmine della valletta del lago di mezzo, ma si supera anche questo abbastanza comodamente. Arrivo al lago superiore con una brezza abbastanza fresca, e le prime tracce della neve caduta ieri (un paio di cm in rapida fusione). Lago superiore con iceberg e stamattina di nuovo gelato in superficie. Da qui si sale con un po' di fatica il pendio di detriti fino al Passo d'Ischiator da dove si possono ammirare i laghi attorno al Refuge de Rabuons.
Dal colle alla cima è veramente breve, terreno un po' ripido alternando alcune placche rocciose a tratti di detriti; oggi un po' sdrucciolevole a causa della neve fresca e dell'acqua di fusione, in ogni caso non ci sono stati particolari difficoltà.
In cima mi hanno preceduto 4 ragazzi e poi altri 4 escursionisti dopo di me. Visto gente sul Corborant, ma per salire dal canale occorrono ancora piccozza e ramponi. Discesa rapida e scorrevole, moltissima gente attorno al Rifugio Migliorero.
Giornata dal punto di vista meteo ottimale, calda ma senza eccessi (tranne in cima) cielo terso al mattino con nuvole di passaggio da metà giornata.

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: ok
Finalmente dopo tanto tempo che lo desideravo, oggi riesco ad andare sulla Cima Sud D'Ischiator. Dopo il Becco Alto D'Ischiator questa estate, eccoci, io e Milena, di nuovo in questa valle per la salita a questa secondaria, ma non meno bella, cima. Bellissimo il panorama in una giornata perfetta, anche se frescolina nelle parti in ombra, e in vetta per il venticello che c'era combinazione ad ora di pranzo..... Noi siamo salite e scese dal passo d'Ischiator, se si rimane vicino alla cresta di sinistra, guardando la cima dal passo, si sale per cengette e qualche roccia senza difficoltà, solo da mettere un po le mani qua e la. Ovviamente ci siamo godute a lungo la cima vista la giornata, e la lunga attesa per venire quassù! Il lago superiore d'Ischiator è asciutto. Colori autunnali bellissimi e contrasti mozzafiato mi hanno fatto dilettare e sbizzarrire con la macchina fotografica. Non abbiamo incontrato nessuno in giro, solo il pastore al ritorno giù nei pressi della malga.

[visualizza gita completa con 10 foto]
note su accesso stradale :: transitabile senza problemi fino alla catena
percorso libero da neve. un po' di verglas al mattino, che non crea particolari problemi.
Salito lungo la dorsale dal colletto prima del passo in direzione del ricovero ben visibile, e sceso sul passo di ischiator. Il percorso è abbastanza evidente e la discesa sul passo d'ischiator è abbastanza agevole
Solo, incontrato simpatici savonesi e 2 runner che mi hanno letteralmente "sverniciato" in salita. E io mi consideravo uno tosto.... i numerosi stambecchi mi hanno guardato con commiserazione


[visualizza gita completa]
Dopo avere preso pioggia da Cuneo a Vinadio arrivo sopra Besmorello e mi trovo il cielo tutto scoperto, di un gran bel blù così mi godo una bella mezza giornata di sole. Gita molto panoramica...con gran vista su tutte le cime del vallone. Arrivato al lago soprano risalito la dorsale senza passare per il passo Ischiator.Questo è sempre un bel vallone.
A parte alcuni cacciatori che hanno sparato ma non hanno colpito nulla ( meno male) nessuno in alto...trovano 4 escursionisti al rifugio Migliorero.


[visualizza gita completa con 1 foto]
note su accesso stradale :: normale fino alla catena
Tanto per continuare su nuovi itinerari e nuove cime (clamorosamente non mi riconosco più , dovrò rimediare con qualche gita ... all'Alpe di Rittana per esempio) ci siamo concessi , come sempre io e mio fratello , una bellissima gita in ambiente da favola (le Marittime sono sempre le Marittime !!!!). Partenza al fresco e successivo freddo da vento nel pianoro verso il Migliorero . Colazione al lago Mediano con giacca a vento , cappello di pile e guanti (alla faccia dell'afa cuneese) . Saliti fino al Passo di Ischiator e da li seguendo indicativamente verso la cresta in cima per facili roccette . Freddo da galera in cima per cui foto di rito visto il panorama che spaziava in ogni dove fino alla pianura cuneese (che spettacolo le più blasonate Corborant e Becco Alto , ma soprattutto che splendida vista sul bellissimo lago di Rabuons) . Pranzato nei pressi del colle al riparo dal vento in prossimità di una casermetta diroccata . Al ritorno tappa al rifugio per un ottimo caffè . Un saluto alle persone incontrate , ai gestori del rifugio e ... buone gite a tutti come sempre .

[visualizza gita completa]
bella gita con Marco, un po faticosa per via del sentiero della parte alta che è ripido e con pietre mobili. Saliti dal passo.
Visti 4 mufloni sul lato francese, giornata calda in basso, decisamente più fresca in quota dove nuvole insistenti hanno limitato il riscaldamento del sole senza negarci il panorama.

[visualizza gita completa con 1 foto]
Bella gita, bella giornata, in un vallone molto attraente e selvaggio (itinerario poco frequentato), soprattutto dopo il Rifugio Migliorero; svolta con orari (partenza e arrivo) un po' troppo da spiaggia, per i miei gusti, ma una tantum..., non guasta.
Gita che cmq. sconsiglio, solo, in caso di mancanza di visibilità e brutto tempo, esclusivamente, nell'ultimo tratto dal Laghetto alla cima, proprio per la mancanza di riferimenti.
Un saluto ai miei compagni di gita francofoni...!

[visualizza gita completa]

Ci sono anche stati ...

  • 12/06/12 - grylluscampestris
  • Caratteristica itinerario

    difficoltà: EE :: [scala difficoltà]
    esposizione prevalente: Sud-Est
    quota partenza (m): 1544
    quota vetta/quota massima (m): 2929
    dislivello salita totale (m): 1400

    Ultime gite di escursionismo

    20/04/19 - Aighiera (Monte) e Il Pelvo da Vinadio, anello - massimo66
    Fatto giro come descrittto...quota neve appena sopra le 3 cime..intorno ai 180 metri...Ambiente selvaggio, dopo il monte Aighiera non ho trovato tracce ma la Punta del Fo è sempre in vista ....poi il [...]
    20/04/19 - Grosso (Monte) da Valdinferno, anello per Colla Bassa e Monte Berlino - gianmario55
    L'idea originale sarebbe stata di salire l'Antoroto e poi compiere la traversata fino al Berlino. Purtroppo la giornata non delle migliori, con molte nubi, specialmente al mattino, ma soprattutto l'in [...]
    20/04/19 - Ovaga (Bec di) o Res da Alpe Casavei - Franco1457
    Rifugio chiuso. In discesa ho fatto un anello: nei pressi della cappelletta ho preso il sentiero 604. Opzione poco consigliata: tante foglie nella faggeta e sentiero un po’ invaso dai rami ma comunq [...]
    20/04/19 - Sentiero Valerio Tassone da Robilante - Klaus58
    Fatto il giro completo con i diversi saliscendi e salito anche il m. Pena che non fa parte del percorso (con un po' di boschismo). Interessanti alcuni dei "tetti" che si incontrano e il Runc Capun, ol [...]
    20/04/19 - Pratofiorito (Lago di) da Gavie - fdf62
    Partito da Gavie ho effettuato l'anello passando per Porcili. Carico traccia tenendo presente che vista la neve in alcuni tratti mi sono volutamente discostato dal sentiero. Neve sul sentiero da quot [...]
    19/04/19 - Cavurgo (Alpi) e Cima Selvetto da Boccioleto - giuliano
    Giornata con nuvolosità alta e sporadici momenti di sole. Traccia spesso incerta ma segnaletica impeccabile. In 1h 30' all'Alpe Cavurgo Superiore, poi breve deviazione al ritorno alla boscosa e insig [...]
    18/04/19 - Antola (Monte) da Crocefieschi per il Monte Buio - LuCiastrek
    Piccola divagazione, trovato ancora delle chiazze di neve fuori sentiero sul versante nord dell'Antola, se non l'avessi vista e pestata non ci avrei creduto, gita fatta più volte in passato e rispett [...]