Chenaillet (le) da Montgenèvre

note su accesso stradale :: ottimo
Facile gita "au coeur du domain skiable de Montgenèvre" ( tanto per tirarsela un po'). Pensavo peggio: ci sono ancora delle belle pinete e i Prés du Gondran sono ameni e riposanti, ma senza vacche. Sceso dalla cresta est e dal vallone parallelo ai Mandarini e rietrato nel vallone della Durance all' arrivo della seggiovia Chalmette: sarebbe stato meglio non rientrare e scendere fino in fondo.
Molte bici in giro, anche in vetta.

[visualizza gita completa]
salito sul sentiero geologico di circa 8 km e sceso dal versante nord passando dal laghetto poco sotto e poi per la strada sterrata (lungo le piste) risparmiando sullo sviluppo di almeno 3 km. Oltre a me solo una coppia che ha fatto lo stesso itinerario.

[visualizza gita completa con 1 foto]
note su accesso stradale :: nn
Le tre stelle sono un compromesso fra 1 stella per la salita in mezzo a piste e impianti vari e 5 stelle per la salita finale dal colletto q. 2315 alla punta. Bell'ambiente.
Tempo bello, solo leggermente velato all'inizio.
Temperatura fredda.
Visto una ventina di escursionisti, per la maggior parte mentre già scendevo.
Mentre salivo mi ha superato un runner che viaggiava come una palla di schioppo.
Impressionante vedere il Lago dei 7 colori quasi completamente asciutto.

[visualizza gita completa con 8 foto]
Saliti alla chenaillet secondo l'itinerario descritto leggendo i cartelli illustrativi del sentiero geologico. Scesi dal sentiero opposto fino al colletto e risaliti al mont Gimont ( gran charvia), poi siamo passati dal colletto verde e scesi nel vallone dei mandarini solo per il tratto più ripido quasi subito svoltati a sinistra seguendo le indicazioni per la Durance collegandoci alle piste di discesa ed in breve all'itinerario di salita chiudendo l'anello come da cartina allegata. Bel giro di quasi 1000 m di dislivello ed oltre 13 km di sviluppo. Giornata calda e quasi senza nuvole con ottimi panorami.
Con Giovanna, Daniela, Giampiero, Fulvio, Bepi, Massimo e Cinzia.


[visualizza gita completa con 13 foto]
Salito a Le Chenaillet non seguendo il tracciato descritto ma percorrendo la Valle dei Mandarini (inizio percorso nei pressi del primo laghetto vicino al campo da golf)sino al Colletto Verde. Da qui, passando sotto la Punta Gimont, si tocca il colle fra le due cime e poi, sempre su evidente sentiero (in parte anche attrezzato) sino in vetta.
La discesa l'ho effettuata toccando il Lago de Chaussè e poi, in parte per sentiero e in parte lungo le piste di sci, sino a Monginevro nei pressi dell'obelisco.
Salito in h. 1,45
Km. salita 5,890
Km. complessivi anello 11,400

[visualizza gita completa con 9 foto]
Nella parte bassa il sentiero,pur essendo sempre evidente,è circondato da erba molto alta quindi se si parte presto ci si bagna sino alla cintola.Molto bello l'ultimo tratto di sentiero dal colletto alla cima.In discesa sono passato dall'altro versante,verso il colletto Verde e,senza raggiungerlo,sceso per le piste da sci.

[visualizza gita completa con 4 foto]
Bella gita molto interessante dal punto di vista geologico. Saliti dal vallone del lago chaussè fino al colletto verde (si segue la pista di servizio degli impianti) e di lì fino in cima lungo il sentiero eccessivamente attrezzato con catene e gradini. Ottimo panorama dal Pic de rochebrune al pelvoux. In discesa siamo passati dall'altro versante sul bel pianoro del lago sagne enfonza. Sentieri abbastanza ben segnalati, occhio solo a non finire nei percorsi di downhill. In giro non troppa gente.
Con Pepi, Simo e Gege: 4 studenti di geologia allo sbaraglio.


[visualizza gita completa]
Partiti verso le 10.15.Giornata con prevalenza di sole fino in punta quando ha cominciato a coprirsi. Discesa veloce e arrivo alla macchina pochi minuti prima che cominciasse a piovere. Panorama non dei migliori. Abbiamo visto da lontano qualcuno in punta prima di noi e nessun altro. Molti francesi che arrivavano da Cervieres ma si sono fermati al colle.
Co Lia.


[visualizza gita completa con 5 foto]
Bella gitarella alla scoperta dell'interessante sentiero geologico. Discesa dal versante opposto lungo le piste del Rocher de l'Aigle. Giornata spaziale, forse la più bella dell'estate.
Un saluto a mia moglie Mariolina, oggi compagna di gita


[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: n.p.
Ancora un gitarella dopo la pausa delle vacanze sul mar Rosso senza nessuna difficoltà per sfuggire al caldo della città. Bel panorama sul delfinato, Chaberton, sulle montagne della alta val susa.
Con Lia


[visualizza gita completa con 1 foto]
Il nostro percorso si è svolto come descritto nella prima parte , raggiunta la vetta dello Chenaille, abbiamo proseguito fino al colle Vert, e da qui abbiamo seguito il sentiero che ci ha riportati verso la partenza dell seggiovia du Rocher de l' Aigle
Gita sociale del CAI Ivrea, 17 partecipanti, giornata bellissima, molto interessante in quanto facevano parte del gruppo due nostri soci geologi, Cristina e Lorenzo, che ci hanno reso la giornata molto interessante con le loro esaudienti spiegazioni percorrendo il sentiero geologico.
Un grazie da parte di tutti i partecipanti per la loro disponibilità.


[visualizza gita completa con 10 foto]
Saliti dal vallone del colletto Verde.Prima dell'arrivo della seggiovia del Rocher de l'Aigle piegato per sentierino a dx al colletto di confine e di li' seguito il sentiero geologico (vecchia mulattiera militare in alcuni punti risistemata con comodi gradoni di legno)che sale in cima e poi ridiscende sul versante opposto alla Cabane des Douaniers.Di qui rientro per il vallone delle piste del Gondrand.
Giornata tersa con un gelido venticello da nord per lunghi tratti.Panorama magnifico dalla cima che ripaga dei tratti iniziali lungo le piste. Incrociati solo 3 randonneurs francesi che hanno fatto la traversata dello Chenaillet in senso opposto.
In discesa abbiamo fatto poi una deviazione al lac des Serrailles ,ottimo "sito" per un comodo pisolino.
Con I. e Claudia 4wd.
A nord di Monginevro e in Francia la misera precipitazione del giorno prima non si e' praticamente vista. Imbiancate invece le montagne sopra i 2000mt a sud e a est del pic de Rocherbrune


[visualizza gita completa con 2 foto]
Percorso ad anello. Salito per la via descritta dall'itinerario e sceso verso il vallone del colletto verde. Persa rapidamente quota dalla punta, seguire una traccia sulla sx che scende velocemente fin sulle piste. Da lì per raccordi e strade sterrate si arriva nuovamente al punto di partenza.
Dalle sorgenti della Durance in poi il luogo è bellissimo, dominato dallo Janus e con lo Chaberton che troneggia alle spalle. Interessante il sentiero geologico che permette di apprezzare la particolarità del luogo. Oggi sole con cumuli vaganti.


[visualizza gita completa]
volevo andare a fare una scialpinistica verso l'Iseran ( andare a vedere) ma a susa i cartelli avvertivano che il passo del moncenisio era chiuso per frana cosi visto che il tempo era più bello verso il monginevro ho fatto due passi lì. Salito lungo le piste senza neve fino alla seggiovia pe l'aigle e poi a cercare i prati. Sotto il colle neve al ginocchio e poi nessun problema fino in cima. Molto panoramica ma oggi parecchie nubi all'orizzonte. Il sole comunque si è fatto vivo spesso e non ho preso acqua.

[visualizza gita completa]
Bella gita con la famiglia in una giornata spettacolare. Raggiunto il colle, dove moglie e bimbe si sono fermate nei pressi della Cabane des Douaniers, ho quindi velocemente raggiunto di corsa la cima dello Chenaillet.

[visualizza gita completa]

Ci sono anche stati ...

  • 03/08/12 - gieffe
  • Caratteristica itinerario

    difficoltà: E :: [scala difficoltà]
    esposizione prevalente: Varie
    quota partenza (m): 1821
    quota vetta/quota massima (m): 2650
    dislivello salita totale (m): 830

    Ultime gite di escursionismo

    15/03/20 - Tapuae O Uenuku dall' Hodder River per la Via Normale - panerochecco
    Niente neve sul percorso, molto sfasciume e salita faticosa. Consiglio a turisti provenienti da lontano di dedicare 3 giorni al tutto e di portare due paia di scarponi oppure di salire ai rifugi con [...]
    15/03/20 - Chestnut Park Loop Da Dairy Farm Nature Park a Mandai Rd per il Zhengua Nature Park e la Central Catchment Reserve - vicente
    Itinerario di notevole sviluppo, da non sottovalutare a causa della calura e umidita' tropicale. Il lato positivo e' che la maggior parte dell'itinerario si svolge in una fitta giungla e quindi si e' [...]
    10/03/20 - Sbaron (Punta) da Prato del Rio - bus
    09/03/20 - Grammondo (Monte) da Olivetta San Michele, anello per Sospel, le Cuore e Col du Razet - roberto vallarino
    Con una mattinata ben soleggiata, abbiamo seguito l'ottimo sentiero che costeggia la Bevera portandoci dal Pont de Cai e dopo il breve tratto di strada, a riprendere la mula fino al primo ponte. Attra [...]
    09/03/20 - Peretti Griva (Rifugio) al Pian Frigerola da Saccona per la Punta Prarosso, la Rocca Turì e la Rocca Frigerola - parinott
    Dalla Rocca Turì agli Alpeggi Frigerola utilissime le ghette. Dagli Alpeggi al Rifugio anche i ramponcini, Il traverso stamani si presentava con neve ghiacciata.
    08/03/20 - Sungei Buloh Wetland Reserve Anello completo - vicente
    Splendida giornata di relax in tempi difficili. Ci voleva proprio! La natura di questa riserva naturale e' meravigliosa. Ho ammirato numerosi uccelli migratori, oltre a diverse libellule rosse, un coc [...]
    08/03/20 - Bernard (Monte) da La Cassa - bengia