Ailefroide - Paroi de la Draye Cascade Blues

Simpatica salita su roccia super (marca Ailefroide doc) e attrezzatura plasir..piuttosto bizzarro il guado del 4° tiro, comunque divertente (un po' di doccia, ma neanche fastidiosa...).
Via un po' breve nel complesso ma, dopo essere andati fino all'attacco della Baliverna sull'altro lato della valle e accorgersi di aver dimenticato l'imbrago in auto, va bene cosi..
Con lo "sbadato" Negrazzo ed Bunin, in una ottima e divertente giornata di relax arrampicatorio..


[visualizza gita completa]
Via tutto sommato simpatica per la cascata "bagnata", il panorama e l'ultimo tiro...
Grazie agli amici per l'ospitalità, campeggio sempre super...


[visualizza gita completa]
Davvero una gran bella gita, la cascata si indovina subito uscendo dall'abitato di Alefroide, il parcheggio per le voiture est petit. Il primo tiro l'ho trovato ingaggioso e davvero bello, estetico il ribaltamento sulla placconata che conduce alla sosta. Oltre che bello è anche lungo. alcuni spit si muovono. La cascata è bella piena d'acqua e il gioco del canyoning è venuto benissimo. Le scarpe non avevano un'aderenza super, ma il tiro del 5c subito dopo il traverso è davvero carino e tecnico. Stupendo l'ultima lunghezza di 6a, tecnica e davvero estetica. Occhio che bisogna chiudere un po' di piastrine di spit.
Oggi le piastrine le ha serrate la Mitica Rosannadidi con uno dei suoi strumenti creati da archimede. Bravissima nel passaggio del traverso. Il nostro Cheronte ci ha traghettati sicura verso la sosta. Le due fanciulle nell'attraversare la cascata ne sono uscite asciutte, (secondo me avevano l'ombrello). Io mi sono lavato da capo a piedi e il freddo dell'acqua mi ha tolto la parola. Bravissima anche Ela che si è tirata il muretto di 5a e il traverso fetecchioso del penultimo tiro. La partenza è stata traumatica quando Ros mi ha detto che il primo tiro era di terzo. Arrivato in sosta ho pensato che se i terzi erano questi, la via potevano tirarsela tutta le fanciulle, io giunto a terra avrei lanciato via le scarpette e smesso di arrampicare per l'eternità...arrivata in sosta ridendo mi confessa che il tre che ha visto era il numero della via sulla guida. Giornata di sole e risate in ottima compagnia di Ela e Ros. Via consigliatissima. Occhio solo alle doppie, un po' difficili da capire, ma che portano nel canale rattaioso. Per le foto e altri commenti tecnici lascio la parola alle socie


[visualizza gita completa]
a mio parere il primo tiro e' il piu' ostico - forse anche perche' eravamo "freddi" - con due passi delicati e il trigoso ribaltamento a dx sopra lo speroncino (che dopo un po' di "ricerca" si capisce che si supera mantendosi in equilibrio puntando la spalla sinistra al di la' della lama).
il secondo tiro non e' difficile, ma i primi metri di trasferimento sulla cengetta erbosa inumidiscono un po' le scarpette, che sul muro successivo hanno un inquietante tendenza a "venir via"... in realta' ci sono reglette e appoggini quanto basta, tenendosi un po' sulla dx dopo il secondo spit (occhio al primo, il cui dado si muove un po' e non sono riuscita a serrarlo perche' ero un po' sulle uova).
nelle condizioni odierne di deve guadare solo su L4, (l'altra cascata e quasi secca): conviene tenersi un po' bassi, dove l'alveo della colata crea una specie di piano, non lasciarsi intimorire dall'acqua e ficcare il piede in mezzo alla colata, dove la roccia e' sempre bagnata e non riescono a crescere alghe (invece sui lati, dove prende piu' aria, le alghe la rendono scura e viscida); l'uscita dalla colata e' agevolato da un cordone collegato allo spit successivo.
L7, anche se facile e, come detto, oggi senza acqua, puo' rendere un po' perplessi perche il primo spit non e' facilissimo da trovare: bisogna salire 5-6 m, leggermente a sx; occhio alla sosta: si trova alla fine del traverso, quando la via si re-verticalizza, ma una piastrina manca (probabilmente si e' svitata... come opera di schiodatura volontaria non avrebbe nessun senso, cosi' "isolata"): la sosta si puo' fare lo stesso usando come back-up anche il primo spit di L8, "allungandolo" con un cordino... se pero' qualcuno si portasse dietro una piastrina e un dado M10 (o M12, non ricordo), non sarebbe male
L8: tiro delicato ma molto carino, e di fatto non difficile: anche qua tenendosi sulla dx e' piu' facile

a parte il primo spit di L2, ho ri-serrato tutte le piastrine allentate

per la calata, da L8 scendere di una 50ina di metri non lasciandosi ingannare dalla sosta subito sottostante, nonostante un piccolo maillon presente (e da oggi anche uno piu' grosso che ho lasciato io, visto che mi sono fatta fregare), ma continuare tenendosi leggermente a sx (faccia alla parete), fino a raggiungere una cengia dove si trova la calata successiva, da cui si raggiunge il sentiero che riporta al parcheggio
divertentissima giornata in compagnia di rampiu, che su L4 ha preferito non ascoltare i consigli di mamma ros e si e' fatto la doccia (ma e' stato bravo a tirarsi tutti i tiri piu' difficili), ed ela, che ha attraversato il piemonte per smazzarsi 'sti 200m di quarzite (e pure bene...!)
per quanto mi riguarda ad arrampicare continuo a fare abbastanza pieta'... ma come guado io non guada nessuno...!!!


[visualizza gita completa con 3 foto]
Bella via con tiri continui su placca. Oggi l'attraversamento della cascata comportava mezzo bagno, quindi meglio passare scalzi. Consigliata.
Con Andrea, Sergio e Marco.


[visualizza gita completa con 2 foto]
Mi associo al commento di Liviell, che saluto. Il passaggio delle cascate, veramente solo la prima si può attualmente definire tale, è fattibile prendendo qualche spruzzo, ma le scarpette non ce le siamo nemmeno tolte. Pensate che ad alcuni di noi, che pure, o forse appunto, praticano spesso quella folle attività denominata Torrentismo, il pensiero di bagnarsi aveva provocato un notevole turbamento. Quindi non preoccupatevi la via è bella e soprattutto: non importa che tu sia torrentista o climber, nuota!

[visualizza gita completa]
Bellissima e caratteristica via! Anche se è un pò discontinua i tiri sono molto belli e non banali..e poi c'è la particolarità della cascata che la fa diventare un bel parco giochi.
Fatta col socio Flavio!


[visualizza gita completa]
Difficoltà sempre concentrate su passaggi di placca. L'unico passaggino atletico un po' ostico e' al primo tiro.
Molto bello e continuo l'ultimo tiro di 6a, su prilastrino.
Ottima via pomeridiana.

[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

difficoltà: 6a :: 5c obbl ::
esposizione arrampicata: Sud-Ovest
quota base arrampicata (m): 1600
sviluppo arrampicata (m): 250
dislivello avvicinamento (m): 50

Ultime gite di arrampicata

10/03/20 - Tre Denti di Cumiana Pression Wall - poldo
08/03/20 - Sbarua (Rocca) Sperone Rivero - Funghi Sacri - riccardobubbio
prima via lunga seria dopo lungo stop ... spittatura datata, ma ancora buona (speriamo) I tiro la parte alta e' stata soggetta a crollo.. la sosta rimane sopra la zona crollata ma e' da fare "app [...]
08/03/20 - Sbarua (Rocca) - Torrione Grigio Motti-Grassi - dinoru
bella via varia e ingaggiosa, incrocia altre vie ma è abbastanza evidente seguendo le relazioni. Serve qualche friend alla partenza del primo tiro. Sosta a sinistra, serve un rosso sul 6b+ sul traver [...]
08/03/20 - Sbarua (Rocca) via Gervasutti-Ronco - dinoru
I quinti di una volta ...... bello il primo ma soprattutto l'ultimo tiro da salire in dulfer. Tiro di scaldo....si fa per dire... con Enrica, prima della motti
08/03/20 - Machaby (Corma di) Nulla al Caso o Strapiombi rotondi - enrico camatel
Oggi non è andata, al 5° tiro non sono riuscito a passare, e dopo un po' di tentativi e la testa che non c'era ho disarrampicato fino in sosta e ci siamo calati in doppia. Ci riproveremo. NOTA: L' [...]
08/03/20 - San Martino (Monte) l'orologio senza tempo - mimi
Via dal sapore alpinistico ben attrezzata con spit alle soste e sui tiri. Qualche sezione sporca; sul 5° tiro un po di attenzione per roccia non eccezionale.
07/03/20 - Cucco (Monte) Aspettando il sole - baley93
Via magnifica che non ha deluso le aspettative! Da qualche parte ho letto che è patinata o addirittura rovinata da altre vie limitrofe.. assolutamente no! Qualche presa lievemente saponosa sul primo [...]