Miserin (Lago) da Dondena

Partiti il 17 da Chardonney con un pallido sole, seguito il bel percorso dell’Alta Via n. 2 (Sentiero delle Scalette) fino a Dondena, quindi saliti lungo il sentiero n. 7 al Lago Miserin, con l’intenzione di pernottare al rifugio sulla riva del lago. Cosa non possibile, perché “Siamo al completo, oggi c’è la festa di chiusura” (?! Sic... Bella tradizione, ma… siamo a 2500, in un “rifugio”, non al mare, e il pallido sole ha ceduto il posto già da più di un’ora ad una fine pioggerella, inizia a nevicare). Contrariati, soprattutto per una evidentemente differente concezione di rifugio, saliamo alla cresta del Rascias, quindi, visto appunto il nevischio (atmosfera fantastica!) torniamo sui nostri passi fino al rifugio Dondena, dove siamo accolti ospitalmente e dove possiamo, finalmente, scaldarci accanto ad una stufa a legna, di fronte a una squisita zuppa valdostana. Il mattino seguente, dopo aver scattato qualche foto alle montagne circostanti, imbiancate dalla nevicata notturna che ha completamente trasformato il paesaggio, decidiamo di allungare il tragitto del ritorno passando dai laghetti Giasset e Raty. L’alta valle di Champorcher continua ad essere uno dei nostri “luoghi del cuore”. Con Fra.
Lago Miserin, 17/9/2016
Cresta Rascias, 17/9/2016
Ingresso del vallone sottostante la Rosa dei Banchi, 18/9/2016
Tour Ponton, 18/9/2016

[visualizza gita completa con 4 foto]
note su accesso stradale :: La sterrata fino a Dondena è in buono stato
Si calpesta neve appena al di sopra dell'alpeggio di Dondena (15 minuti dal parcheggio), salito senza racchette anche se in discesa sarebbero state utili, poichè data la temperatura alta di sprofondava un pochino.

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: sterrato x Dondena percorribile con attenzione
Partiti da Dondena x il colle Pontonet 2897 m. abbiamo cambiato itinerario x il lago Miserin 2576 m. in quanto dal parcheggio la temperatura era di zero gradi con forte vento da nord ovest e con sorpresa la prima neve dell'anno che nella notte era scesa a 2400 m.
Cosi si è opttato x il giro ad anello, Dondena passando sotto il monte Rascias e vallone della Rosa dei Banchi, Dondena.
Ancora una volta i SENIOR di IVREA hanno dimostrato caparbietà e tenacia nel non mollare davanti alle avversità del tempo che ci à costretti arrivati al Rifugio Miserin ad entrare nel locale invernale (aperto ).
Dopo un fugale panino tutti fuori x le foto di rito, per prime fotografiamo le GLOBAL GIRLS sempre pronte ai ricordi, e dimostrando di non mollare MAI!!!!!!.
Foto di gruppo a tutti i SENIOR, al lago , al rifugio e alle cime circostanti.
Bravi tutti e complimenti.
roby.


[visualizza gita completa con 6 foto]
note su accesso stradale :: Fattibile con cautela la strada per Dondena
Giornata fredda con nuvole sulle vette.
Parecchia gente un giro per i vari itinerari della valle.

[visualizza gita completa con 3 foto]
note su accesso stradale :: nessun problema di parcheggio
Siamo saliti direttamente da Champorcher con la funivia del Laris ,da qui sul sentiero n.5C abbiamo raggiunto il vallone della Rosa dei Banchi incrociando il sentiero n.7 che ci ha portato direttamente al Lago Miserin.
Discesa col sentiero n.2 fino a Champorcher formando un lungo anello , passando dal rifugio Dondena .
Gita di gruppo giovanile proveniente dalla Liguria (Sori Pieve etc..) ospitati nella Casa vacanza " Verana " ,una quarantina di ragazzi e ragazze molto dotate per lo sport ,tutti hanno raggiunto felicemente la meta inclusi gli accompagnatori non proprio allenati per un percorso cosi lungo ed ai quali va fatto un elogio particolare anche per l'impegno nell'approntamento della cena per tutti dopo la magnifica ma faticosa giornata, unico neo il tempo che ci ha riservato un acquazzone pomeridiano risoltosi prima della discesa.


[visualizza gita completa con 6 foto]
Siamo partiti dal parcheggio per il rifugio Barbustel,non sapendo in che stato fosse la strada per Dondena, che però ci è parsa in buono stato e percorribile con ogni tipo di auto.Dal rifugi Dondena siamo saliti al lago dal sentiero numero 7 che parte a sinistra del rifugio e siamo scesi dalla strada.Erano tantissimi anni che non salivo quassù e non sapevo che il rifugio Miserin fosse gestito.Giro comunque abbastanza lungo,partendo da sotto,con circa 800metri di dislivello.

[visualizza gita completa con 4 foto]
Partiti dal parcheggio di Chardonney abbiamo salito il bel sentiero boschivo fino ad arrivare a larghi alpeggi, seguita la traccia ben visibile fino al Rif.Dondena, proseguito poco oltre per il Rif.Miserin, purtroppo il tempo (nuvole e pioggia) non ci ha permesso di seguire oltre...
Ci eravamo promessi di raggiungere questo benedetto Rif.Miserin...tempo pessimo escursione fermata al Rif.Dondena per una birretta.


[visualizza gita completa]
Copertura telefonica solo al rifugio.
Strada interrotta dalla neve a 5 km da Dondenaz.
La gita si può effettuare senza racchette a patto di mantenersi, dopo l'Alpe Dondenaz, sulla sinistra orografica dove i versanti sono più sgombri da neve (e non ci sono più accumuli rilevanti in alto). Seguire i prati e le tracce di sentiero fino a passare sotto una parete spiovente sul torrente (2 h. 30, da qui in poi niente acqua corrente fino al disgelo).

Da qui si riattraversa il torrente (attualmente su ponte di neve) e inizia il manto nevoso continuo, solo in parte portante (servono buone ghette e bastoncini da nordic walking). Ci si riallaccia al percorso in destra orografica (tracce di scialpinisti), si raggiungono gli alti pianori dove si supera la prima linea elettrica e si è in vista del rifugio (a nord-est). (45 min)

Si piega gradualmente a sinistra, aggirando da est alcune bastionate rocciose, fino a raggiungere un altro pilone dell'elettrodotto e quindi, mantenendo la cresta (neve ventata portante, attenzione alle cornici), il rifugio (45 min).

Con Paolo T e il suo cellulare.


[visualizza gita completa con 1 foto]
note su accesso stradale :: parecchio dissestata da dopo il bivio per il Barbustel
ieri probabilmente si era dato appuntamento il mondo in quella zona. Bella giornata, calda al punto giusto. Fatto in salita il sentiero da dopo il rifugio Dondena, in discesa percorso la strada. Tutto perfettamente in ordine.
con sergio,silvia,vicky,mary e francesca.


[visualizza gita completa con 5 foto]
note su accesso stradale :: carrozzabile in buone condizioni fino a dondena
Due giorni in rifugio. Abbiamo dormito al Rifugio Dondena. Ottimo posto per famiglie. La gestione e' molto attenta, e gentile. Il giorno dopo con amici e bimbi siamo saliti verso il rifugio Miserin. Avendo bimbi piccoli al seguito si siamo fermati poco sotto e una spedizione di agguerriti papa' ha voluto conquistare la meta. Il rifugio Miserin e' aperto, bellissimo posto , ancora un po di neve qua e la da un senso di alta montagna al luogo. Peccato i tralicci che accompagnano l' escursione dall inizio alla fine. Bravi i bimbi che hanno camminato!
Info : Il Mont Glacier in alto e' ancora un po innevato.


[visualizza gita completa]
Ottima uscita per i bambini.
Interessante la traversata verso il rifugio Sogno di Berdzè al Peradzà nel vallone dell'Urtier da cui si accede attraverso il Col Finestra.
Finalmente una gitarella in famiglia: giornata assolata con un leggero refolo di vento ogni tanto che non guasta...molta gente sui sentieri e quindi ai rifugi. Dopo un panino tentato il Bec Costazza dal Col Finestra per fare il battesimo dei 3000 a Giacomo, ma abbiamo desistito...tenteremo un'altra volta.


[visualizza gita completa]
Le previsioni davano una bella giornata; certo, non ha piovuto, ma almeno sarebbe stato bello vedere un po’ di cielo, invece di essere immersi nelle nuvole. Mai incontrata così poca gente come oggi.


Gita, sempre molto bella, fatta con Mix in mezzo a tante stelle alpine.


[visualizza gita completa]
Giornata perfetta per salire, a parte un po di vento alquanto fresco! Gita molto semplice, ma estremamente panoramica, specialmente con giornate così limpide, salito in un'ora e venti, qualche piccolo nevaio residuo che si supera senza grosse difficoltà. Giornata rovinata solo dal fatto che scendendo, a hone, mi hanno demolito la macchina...
Ringrazio Victor per la compagnia!


[visualizza gita completa con 5 foto]
Partiti da Chardonney seguento la "scaletta". Rapidamente il cielo si è chiuso a dal Rifugio proseguito sotto una leggera nevicata. Breve sosta con spuntino nell'invernale e discesa a valle. Pochissima gente in giro.

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: percheggio fine sterrata dondena
andata per sentiero n.4 (molto + panoramico) e ritorno per sterrata normale
secondo giorno della minivacanza in valle di champorcher, si va a conoscere la testata della valle


[visualizza gita completa con 5 foto]
Gita con famiglia. Approfittato della festa al Rifugio Dondena, siamo partiti 1,5km prima del divieto, approfittando del bel sentiero alla sx della strada. Al lago Miserin rifugio aperto e giochi con l'aquilone.

[visualizza gita completa con 1 foto]
La strada che porta a Dondena va percorsa con calma e pazienza per non rovinare la macchina ma andando piano non ci son stati problemi. Escursione tranquilla tutta su strada carrozzabile.

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: Accesso su strada sterrata per 6-7 km. percorribile con cautela
Gita familiare adatta a tutti con tempo di percorrenza di ore 2-2.30 secondo il passo e le soste.
In alternativa alla carreggiata larga e percorsa da fuoristrada si puo' percorrere un bel sentiero,il n.7 che parte sopra al rifugio Dondena.
Bella gita senza pretese ma in un ambiente molto suggestivo ed arrivo al lago Miserin,penso il piu' grande a quota 2580 della Valle d'Aosta,in riva al quale si trova un rifugio e il Santuario del Miserin, famoso per la processione che si tiene ai primi di Agosto,tutti gli anni.
Il giro del lago si compie in circa 20 minuti con buon passo.


[visualizza gita completa con 3 foto]
Omnitel prende bene dalla montagnola dietro il rifugio.
Giornatamolto fredda, con meteo variabile; la notte ha imbiancato le punte circostanti. Molto suggestive le processioni e le funzioni.

[visualizza gita completa]
bella gita effettuanta in gran parte con racchette

[visualizza gita completa]

Ci sono anche stati ...

  • 01/01/70 - mattefranco
  • Caratteristica itinerario

    difficoltà: E :: [scala difficoltà]
    esposizione prevalente: Nord-Est
    quota partenza (m): 2110
    quota vetta/quota massima (m): 2588
    dislivello salita totale (m): 500

    Ultime gite di escursionismo

    20/01/19 - Crocetta (Cima della) da Rivotti, anello valloni Vercellina e Unghiasse - Enrico
    Saliti solo fino al lago Vercellina. Neve scarsa nella parte bassa, pero' con placche piuttosto dure nelle zone meno esposte al sole del lungo traverso prima del Gias di Mezzo. Circa 150 m sopra il Gi [...]
    20/01/19 - Castello (Roccia) da Macra per la comba della Montagna - giody54
    Saliti per la Punta Gardiola ,e discesi per la Comba della Montagna.Sentiero ben segnato e pulito sia in salita che in discesa.Solo un po' di neve ghiacciata nel tratto prima della cima ,ma comunque evitabile
    20/01/19 - Chabriere (Monte) da Selle Marre - Andrea81
    La neve che si vede arrivando da Susa, sul versante E-SE non deve lasciar ingannare, l'escursione è in condizioni pressochè estive fino agli ultimi 100 m di dislivello. Io sono partito da Eclause ri [...]
    20/01/19 - Coumboscuro (Vallone) anello sul sentiero La Curnis - Lonely_Troll
    Il fondo del vallone oggi era veramente oscuro e gelido mentre su questo percorso che si sviluppa più in alto il clima era del tutto accettabile. I tanti edifici in stato di abbandono fanno immaginar [...]
    20/01/19 - Giarolo (Monte) da Cantalupo Ligure per la costa Vendersi - kaneski
    Un po' di fango in basso rompe le scatole, poi il fondo diventa gelato e si va bene. Nebbia, sole, galaverna e una inaspettata spolverata hanno reso piacevole la gita.
    20/01/19 - Anello Confluenza Po Dora Baltea - giuliof
    Dopo il prolungato periodo di siccità il giro è molto agevole e permette di divagare su varie isole di ghiaia e sabbia che altrimenti sarebbero sommerse. I brevi tratti guadati sono molto bassi, per [...]
    20/01/19 - Andrate (Comune) da San Germano, anello per Nomaglio - guido5470
    Bel giro su belle mulattiere, molto ben segnato. Da nomaglio abbiamo preso a sinistra per il percorso viola aggiungendo circa 200 m di dislivello, consigliabile. Due dita di neve sopra Andrate e parecchio freddo