Termier (Tour) Boucs en stocks o Termi-nee

Nella parte alta, controllare bene quello che si prende in mano, specialmente la lama poco prima della S4.
Discesa in Doppia con 4 doppie, non abbiamo fatto l'utimo tiro di Ponan Neuf, ci siamo limitati alla nostra via.
Salito da secondo in cordata con Enroico B. (pro).
Super Calcare, all'ombra fino a meta mattinata, all'inizio gradito il piumino leggero alle soste, poi e' arrivato il sole.
Posto incantevole.


[visualizza gita completa]
Roccia super!...bellissima via da scalare!..tutti tiri belli, meritevoli il 2' tiro (fantastico), il 4' tiro su roccia super aderente e l'8' tiro con passi in traverso e uscita un po' più atletica ma non difficile.
Attenzione alla fine del 4' tiro al pilastro a destra che suona vuoto...personalmente non l'ho toccato neanche con i piedi (non mi fidavo!)...facendo così il passo più duro della via è questo ma è molto ben protetto!
Portare solo rinvii. Discesa a piedi (prima parte un pochino più esposta ma fattibile)consigliata...doppie a mio avviso da evitare soprattutto con tante persone in parete.
Con sergio e giulio, bella arrampicata!...fatta un po' di corsa ;-) causa meteo variabile!


[visualizza gita completa]
Splendida roccia!
La prima lunghezza della relazione Cambon sono in realtà due, c'è una sosta con due fix da collegare prima della parte di 6a per evitare l'attrito.
Scesi 3 tiri prima della fine per grandinata, sulle soste della via con maillon, senza problemi, basta ricordarsi dov'è la sosta prima della cengia. Da questa con 55 m si arriva direttamente ai ghiaioni.

[visualizza gita completa]
La via attacca su una placca verticale a sinistra di Ponant Neuf e di Feu Sacrè, non c'è la scritta alla base.
Quasi tutti i tiri sono molto lunghi, sui 45 m e un po' di attrito è inevitabile. La roccia, calcare giallo, rossiccio e grigio, è perlopiù solida lungo i tiri, ma rotta e malferma sulle cenge. L'ultima lunghezza è un po' unta, ma porta con un traverso estetico e un tettino proprio sul punto più alto della parete. Il resto della via è leggermente appoggiata o verticale, a tacche nette e lame.
La chiodatura è ottima, ma non generosa. Inutili i friend/nut. Qualche placchetta gira (poche) e una strizzatina di chiave inglese prima o poi sarebbe utile. Le soste sono su due spit più maillon o anello, da collegare (presenti vecchi cordini di dubbia tenuta). Solo le soste S1, S2, S7 sono comode, le altre mica tanto in caso di più cordate (come noi). Discesa 'alpina' lungo tracce di sentiero e ometti, con tratti esposti. Oggi varie cordate si sono calate lungo la vicina Feu Sacré, nonostante le cenge pietrose.
Confermo il 6b+ di L2 e direi obbligatorio di 6a/6a+ per la via.
Fatta in giornata da Torino è uno sbattone, tra auto e avvicinamento sono circa tre ore e mezza solo per arrivare all'attacco della via, meglio regolarsi con i tempi perché il sentiero di discesa al buio non dev'essere una passeggiata.
Il panorama sulla valle e le cime intorno è superbo. Grazie per la bella salita in doppia cordata a Vane, Chiara, Cecilia e Max.


[visualizza gita completa]
Arrampicata sempre sostenuta su ottimo calcare, in alcuni tiri (come l'ultimo) assai tagliente, dal gran grip. La via è assai impegnativa, per diversi fattori: lunghezza dei tiri, continuità delle difficoltà, esposizione continua, molte soste che impongono di "stare appesi". A mio parere i gradi non sono regalati, ma la chiodatura nei passi e tiri più duri è buona. E nemmeno giunti in cima ci si può rilassare: la discesa è, soprattutto nel primo tratto, esposta e impegnativa. Ancora un paio di piccoli nevai nel canalone a nord, se proprio non si vuol pestar neve sono aggirabili. Una breve risalita su traccia alla base dell'imponente e suggestiva parete riporta agli zaini, che abbiamo appeso a un cordino per salvarli dalle marmotte, la cui fame è citata da molti gulliveriani.

Attenzione su L4: quasi al termine della lunghezza (a destra del penultimo e ultimo spit del tiro) c'è un grosso blocco che muove, noi non lo abbiamo utilizzato, siamo passati a sinistra, più dura ma non si rischia di staccarlo

[visualizza gita completa]
Posto favoloso con panorama sugli Ecrins,roccia da buona a ottima su parete abbastanza verticale.Noi abbiamo attaccato Le feu sacrè ,dopo tre tiri siamo passati su questa via attraversando a sin.
Con Walter e Tony,gita all'estero!!!La benzina in Francia costa meno ma noi l'abbiamo finita dopo 7 tiri!!!


[visualizza gita completa con 3 foto]
Gran bel posto, roccia super. Oggi ho fatto il cliente. Aggiungo solo qualche foto e rimando alla descrizione di thebrd

[visualizza gita completa con 4 foto]
Seconda volta alla “Tour”, in compagnia di Serena e Ferra.
Certamente una gran bella via anche se, viste le recensioni precedenti, me l’aspettavo ancora meglio.
Degni di nota soprattutto L2 (questo veramente magnifico), L4 e L8, peraltro i tiri più duri e continui della via (sulla guida Cambon si parla di 6b su tutti e tre i tiri ma in realtà, come riportato qui su gulliver, ce n’è solo sulla seconda lunghezza, per il resto siamo sul 6a+).
Dopo aver stabilito il nuovo record di velocità su L8 per uscire prima che il temporale bagnasse la parete vengo accolto in cima da un’aria bella carica di elettricità (sembrava di essere in una friggitrice!) …per fortuna dopo 5 minuti di paura, quando arrivano i miei soci in sosta, la situazione si è già calmata e possiamo scendere a valle senza fretta (25 min… :-).

[visualizza gita completa con 6 foto]
via molto bella con roccia sempre ottima (a parte le cenge).
calate perfette a piombo dalla punta fino agli zaini. solo noi in parete. assenza di neve per arrivare all'attacco.

ottima giornata con gian, che ha fatto pranzare le marmotte con lo zaino.

[visualizza gita completa]
Via molto bella, con alcuni tiri da antologia (oltre che lunghi, lunghi)
L'ultimo tiro conviene spezzarlo in due e fermarsi alla sosta intermedia (due spit da collegare, dopo circa 15m dalla sosta 8).
Scesi in doppia (canale com ancora troppa neve)
Occhio alla marmotte!!...sempre più voraci!


[visualizza gita completa]
8 tiri tutti belli,e abbastanza lunghi. alcuni bellissimi, come l'ultimo. roccia bellissima e nuovissima.
chiodatura buona. dalla cima discesa a piedi ( volendo 2 brevi calate di 25 mt dalla punta, per evitare rischi )

[visualizza gita completa]
Bellissima via! Tutti belli i tiri anche se personalmente ho trovato superbo il quinto...
Roccia ottima soprattutto nella parte alta. Bella l'uscita in strapiombo con vuoto sotto...
Giornata super...via fatta con Luca...


[visualizza gita completa]
Più difficile e sostenuta della vicina ponant neuf.
Chiodatura ineccepibile.
Occhio pietrisco su cenge di sosta.
Discesa a piedi veloce ma tocca poi risalire agli zaini 10 min.

[visualizza gita completa]
Bellissima e su roccia super! mi sono piaciuti tutti i tiri, ma in particolare 2°,4°, 7° e 8°. nessuna lunghezza banale. via abbastanza continua nel suo grado.
oggi alla Tour Termier si stava benone, soprattutto quando è uscito il sole (verso le 11).
noi siamo scesi a piedi, c'è ancora un po' di neve ma non dà problemi. dalla vetta, in 40 minuti eravamo di nuovo alla base delle vie, mentre chi scendeva in doppia era solo a metà della parete...
con davide

[visualizza gita completa con 5 foto]
Bellissima via su roccia molto lavorata e tagliente. Bello il tiro di 6b e incredibile l'uscita dell' ultimo tiro dove la "zanca" la fa da padrone (per fortuna...). Grande soddisfazione!!!
Ci abbiamo creduto e ci siamo scampati la lavata per miracolo. Fatta in cordata con Marmu a tiri alterni e in compagnia di Fla e Meli.


[visualizza gita completa]
Oggi "cordatone"coi bravissimi Icio&Piera..per me e Mark la 7^via sulla parete.. e certamente la più bella insieme a Feu sacrè, 2°,4° e ultimo tiro da antologia.

[visualizza gita completa con 8 foto]
Via molto impegnativa per i gradi indicati. Protetta molto bene, sempre su roccia fantastica, solida, nella parte alta addirittura tagliente!
Tutti i tiri, anche i due di V+, sono lunghi 40 - 45 mt e tutti molto sostenuti. Il grado occorre averlo in pieno per godersela. Non ci sono passi singoli, piuttosto tanta continuità. Via molto varia, soprattutto atletica su dulfer, muretti verticali a tacchette e diedri.
Spettacolare
Un plauso particolare a Dario e Gianluca che si sono alternati al comando, facendola tutta a vista. Io, in una giornata decisamente 'no' purtroppo ho fatto solo da zavorra tirando almeno un rinvio per ogni tiro...


[visualizza gita completa con 1 foto]
La via è splendida, un po' più impegnativa di ponant neuf, specie il secondo tiro che è poco azzerabile, a mio avviso 6a+ obbl. e valutazione generale td+. Il quarto tiro bellissimo.
La sosta del sesto tiro è a sx quindi il settimo parte in traverso a dx.
Il freddo non ci ha fatto godere pienamente specie sui primi tiri, con vento da nord-ovest anche se moderato meglio cambiare mèta.
La discesa a piedi è molto comoda anche in presenza di neve, anzi si scende meglio; occhio alle marmotte, hanno magnato il mio affezionato zaino!
Un saluto ai due di Pinerolo incontrati in cima.

[visualizza gita completa con 3 foto]
Per rispondere alla giusta osservazione di Ruvin ed evitare di confondere qualcun altro: il tiro duro di cui parlavo si raggiunge evitando di attraversare a destra nel penultimo tiro (nella foto il penultimo tiro inizia quando i puntini tornano ad essere rossi). Si raggiunge così un'altra sosta alla base dell'ostico muretto immediatamente a sinistra del tetto sommitale ben visibile anche da lontano (e pure sulla foto). Lo stesso tetto che la via giusta aggira a destra. Comunque avendo letto la relazione e visto la foto è in realtà quasi impossibile sbagliare via. Io sono un caso clinico.

[visualizza gita completa]
Confermo i giudizi di chi mi ha preceduto. Via stupenda, sicuramente più bella di "Ponant neuf" e al livello (per bellezza) di "feu Sacrè". Salita accompagnati da un vento freddo, che non ci ha abbandonato fino al rientro all'auto.Eccezionali il 2°, 4° e 8° tiro (tenendo conto che il primo tiro è di circa 50m).
Sull'ultimo tiro ho prestato attenzione per non andare fuori via, ma non ho visto (e nemmeno il mio socio) gli spit indicati da "fabiano".
Salita da non perdere.
Un saluto a Pierluigi e socio con cui avremmo condiviso volentieri un buon panachè!!



[visualizza gita completa]
Bella via, assai ingaggiosa, su roccia rugosissima, nonostante qualche tratto un po' più rotto; saltata la prima sosta (spit + maillon) si arriva tranquillamente alla seconda con un tiro di 50 m. Gas-gas l'ultimo tiro su forte esposizione. Discesa in doppia su Feu sacrè. Bellissima giornata ma freddo il mattino. Gran movimento oggi, su tutte le vie.

[visualizza gita completa con 1 foto]
Bella via su calcare con aderenza superlativa. I nuovissimi e abbondanti spit da 10 permettono una salita senza stress. A essere pignoli due o tre cenge tolgono un pizzico di continuità ed esposizione, ma la bellezza della maggior parte dei tiri compensa. Tre osservazioni per chi volesse farla: Il primo tiro, con sosta non collegata non è contemplato nella relazione, forse perchè concatenabile con il secondo. La roccia, buona nei tratti più sostenuti, è invece friabilissima sulle cenge o in tratti non "puliti" dal passaggio; occhio in particolare alla discesa in doppia: è facile tirarsi pietre in testa quando si recuperano le corde. Infine notate che l'ultimo tiro aggira a destra il grosso tetto sommitale, lo dico perchè sviato dai suggerimenti della cordata che ci precedeva, noi abbiamo optato per una linea spittata che sale il muro a sinistra dello stesso tetto. Questa linea è però parecchio più dura dell'uscita originale (7a+/7b a detta di chi ci seguiva e che poteva giudicare), e probabilmente anche meno bello se per arrivare in sosta si è costretti a mungere il 90% dei rinvii (questo ve lo posso confermare io) . Saluti alla cordata davanti (nonostante le info sbagliate!) a quella a destra, a quella dietro, e a Roberta, oggi stoicissima!

[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

difficoltà: 6b+ :: 6a+ obbl ::
esposizione arrampicata: Sud-Ovest
quota base arrampicata (m): 2800
sviluppo arrampicata (m): 280
dislivello avvicinamento (m): 150

Ultime gite di arrampicata

17/02/20 - Castelluzzo (Punta) Via del trapezio - davide bonansea
Dopo parecchie giornate passate in parete a pulire, disboscare e disgaggiare, siamo finalmente riusciti a finire e ripetere questa via che, nonostante l’aspetto non molto invitante della parete, ris [...]
16/02/20 - Ponte Brolla (Speroni di) Zombi vai dove vuoi - alef16
Bella e divertente via di placca. Secondo la guida Versante Sud tutti i sette tiri sono gradati 4c anche se in alcuni passaggi la via, a nostro parere, non è stata così banale. Discesa in corda doppia con tre calate con due mezze da 60m.
16/02/20 - Machaby (Corma di) Tike saab - ttttt
tutte le piastrine in loco. via tipica di machaby con un paio di passaggi particolari. il sesto tiro è bello e molto lungo.
15/02/20 - Precipizio degli Asteroidi Oceano irrazionale - gregped
15/02/20 - Oriana (Placche di) - Settore Sinistro Terraine d'Adventure - maigol
Prima volta per me a Oriana. Bella linea che solca una miracolosa striscia di roccia sana caratterizzata da curiose erosioni, grossi buchi, con arrampicata molto divertente. Temperature gradevoli anch [...]
15/02/20 - Pianarella (Bric) Gibbo - liviell
Bella via, tiri vari e roccia sempre ottima tranne una lama da maneggiare con cura al quinto tiro. L2-L4-L5 davvero belli. Alla partenza di L4 non fatevi spaventare dal primo fittone molto alto, basta [...]
15/02/20 - Muzzerone - Parete Striata Marinai Spit e Guai - faregiro
Tra le meno belle del settore sinistro della parete striata ma comunque assolutamente meritevole di una ripetizione anche per rendere onore al merito per il grande lavoro di richiodatura e pulizia. L [...]