Autaret (Testa dell'), cime Ovest e Centrale da San Bernolfo per il Passo di Collalunga

note su accesso stradale :: o.k. fino a San Bernolfo
Gita senza difficoltà su terreno asciutto;le difficoltà aumentano leggermente su terreno innevato.
Oggi in una limpida e calda giornata attraversati ancora persistenti,ampi,ma facili nevai(bastano ghette,bastoncini e scarponi)nella parte superiore del Vallone di Collalunga;sulla ampia cresta finale le zone innevate sono facilmente aggirabili.
Bel personale ritorno su questa vetta dopo tanti anni.
Pure oggi in uscita sociale col CAI Sezione Ligure(in tutto 16 partecipanti;direttori Piero,Roberto e chi scrive).
Come sempre buone gite a tutti!

Arrivo in vetta

[visualizza gita completa con 1 foto]
Salito dal vallone di Collalunga e dopo la cima ho divagato un po' a caso portandomi al colle di Seccia per scendere nel valloncello omonimo...sentieri no, segnalazioni no, ma tanti ometti ben posizionati nella pietraia che in ultimo fanno evitare i pericolosi salti finali. Tornato così dal vallone di Barbacana. Escursionisti abbastanza numerosi su tutte le cime del circondario.

[visualizza gita completa con 3 foto]
Bella gita per riprendere un pò il passo, sentiero sempre ben evidente fino in vetta , interessanti anche i diversi resti militari sparsi qua e la. Laghi molto magri purtroppo, speriamo arrivi presto la neve. Solo noi e un francese in vetta, alcuni verso la Collalunga gli altri ai laghi. Rifugi tutti chiusi.
Con Rosa in questa bella giornata autunnale.

[visualizza gita completa con 2 foto]
Oggi all’altro Autaret, escursione semplice dapprima su strada militare fino al colle poi bel sentiero a tornantini su petraia, ci si sposta lato francese con traverso lievemente esposto (corto) , infine su pratone si raggiungono le due cime. Panorama grandioso fino al mare, giornata fredda. Bella gita Interessante anche per le varie fortificazioni militari, diroccate

[visualizza gita completa con 4 foto]
Essendo partito alquanto tardi, causa mancata sveglia, decido di effettuare un bel giro esplorativo nel vallone di Collalunga, meta la Testa dell' Autaret.
Comoda la mulattiera e ben segnalato il percorso fino al passo di Collalunga, dai ruderi militari tenere la traccia a destra (qualche sporadico ometto) e in breve si sbuca alla selletta tra le due vette.Visto coppia di francesi e fatto conoscenza con un simpatico escursionista savonese.
Meteo alquanto variabile (ma le previsioni non davano sole pieno!?!?), al mattino sereno, nella parte centrale della giornata nuvoloso e coperto, sereno dalle 15 e 30 in poi, quindi il panorama dalla cima è stato quasi nullo, peccato.
Interessanti i resti delle fortificazioni militari lungo il percorso e la vista sui pittoreschi laghi di Collalunga.
Oggi con la compagnia di Buck...

[visualizza gita completa con 5 foto]
forte vento rafficato in vetta e nebbia in salita dal versate francese che ha chiuso tutta la vista a sud

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: regolare a San Bernolfo
Salita dominata dalle nuvole e dalla nebbia fino praticamente in cima, quando un'inattesa apertura ci ha regalato la visuale su tutto il vallone di salita e una discesa sotto un piacevole sole autunale.
Con Francy e Dario.


[visualizza gita completa]
Bella escursione, che stava per essere rovinata da una grandinata che ci ha preso all'inizio della cresta. Dopo aver preso un po' di grandine e mangiato al riparo della caserma circa 100 m a valle, siamo ripartiti approfittando della schiarita e siamo arrivati in vetta.
Al termine la traccia fa aggirare la punta dal lato destro (quello meno esposto) e quindi non ci sono grandi problemi di esposizione del percorso (seguendo la traccia non serve alcuna corda).

[visualizza gita completa]
partiti da S.Bernolfo al c.le della Guercia dal quale seguendo la cresta est nord-est siamo arrivati in cima. La cresta non è assolutamente escursionistica in quanto dopo un lungo tratto molto facile su pendii erbosi e vaghe tracce bisogna affrontare un breve tratto roccioso con alcuni torrioni e saliscendi su terreno esposto. Comoda e utilissima la corda che oggi però è rimasta in macchina. Discesa dalla normale per il p.sso di Collalunga.
Nebbie alternate a schiarite ma clima non freddo.
Con i due Mario,Sergio,Marino,Marco,Alberto e Lucio.

[visualizza gita completa con 5 foto]
…mah probabilmente abbiamo toppato nel valutare le previsione meteo.. (dovevamo recarci più a nord), ma delle conclamate schiarite non si è visto nulla, anzi abbiamo beccato pioggia dalle 16,30 in poi, nonostante fossimo partiti tardi proprio per godere delle aperture pomeridiane… Invece nebbia bassa e poca visibilità per tutta la gita…
Lasciato l’auto più in basso rispetto a S. Benolfo, ma da quello cha abbiamo potuto capire c’è un bel parcheggio dopo il paese (incongruenze con la cartina IGC).
Condizioni tardo autunnali: si pestava neve dopo il lago di S. Bernolfo (manto continuo) che aumentava fino ai 30 e addirittura 40 cm e più negli accumuli sotto la vetta. Prima parte veramente noiosa: la mulattiera non sale mai…, e avendo pressoché visibilità quasi nulla.. è stato abbastanza un esercizio di pazienza, mitigato solo dall’ambiente invernale. Arrivati al Lago di Collalunga sul pendio che conduce il Passo abbiamo trovato discreti e faticosi… accumuli di neve farinosa asciutta; dal Colle in poi la visibilità era pessima, quindi non sono sicuro se abbiamo raggiunto la cima Ovest, ma confrontando le varie relazioni di Gulliver,mi sembra di sì: comunque abbiamo tenuto il filo della cresta ovest dell’Autaret intercettando una mulattiera, sepolta dalla neve, finché abbiamo incontrato un restringimento e impennata dalla cresta che in caso di assenza di neve-ghiaccio è banale, con le condizioni di ieri era decisamente EE…, nulla di che, ma da prestare attenzione per una lieve esposizione sui canali dell’Autaret, e in breve dopo le roccette innevate siamo giunti a una cima con casermetta-bunker: l’altimetro dava la quota della Cima Ovest, ma la scarsissima visibilità non ha permesso di assicurarcene. Discesa veloce sotto una lieve bufera e ultima parte sotto la pioggia prima di S. Bernolfo con limite neve che si stava rapidamente alzando.
*** per l’ambiente invernale, e le roccette finali innevate (per amanti del genere) che hanno dato un po’ di sapore alla gita.


[visualizza gita completa]
Salita poco impegnativa e meritevole per i bei laghi che si incontrano! Per gli amanti della tranquillità e del silenzio se ne consiglia la salita nei giorni feriali. Il bel lago di San Bernolfo lo definirei la "Rimini della Valle Stura"..solo turisti!!!
Salito in ottima compagnia: Elia, Ila, Bea, Nora e Grufus! Peccato per il forte vento che ha innervosito un po' gli animi e ha peggiorato i dolori alla povera Nora (ne ha poi sempre una?!...scherzo ovviamente!).. Bello il panorama dalla vetta: si vedeva il mare! Ovviamente qualcuno si è lasciato andare con la fantasia, e con il binocolo ha visto transatlantici da crociera e petroliere! Forse lo spunto è stato dato dal muro di contenimento della casermetta sotto i laghi di Collalunga che ha la forma della prua di una nave?!


[visualizza gita completa con 1 foto]
bella escursione nel vallone di s. bernolfo.
cima panoramica (peccato per la nebbia) ed interessante anche per le opere militari del vallo alpino.
unico neo: le due maxi antenne che si vedono da collalunga...
carina anche la "prua di nave" presso la caserma.
bella giornata trascorsa con manu, maurizio, patrizia e aurelio


[visualizza gita completa]
Interessante escursione alla scoperta dei resti del Vallo Alpino.
Con Vincenzo M. del CAI Ligure


[visualizza gita completa]
Le quattro stelle per la qualità del "sentiero" (praticamente una carrareccia fin quasi al passo di Collalunga) e per la gradevolezza degli ambienti.
Se cercate la solitudine ...andate altrove, o provate in un giorno infrasettimanale


[visualizza gita completa]

Ci sono anche stati ...

  • 30/07/14 - Samu83
  • Caratteristica itinerario

    difficoltà: E :: [scala difficoltà]
    esposizione prevalente: Nord
    quota partenza (m): 1650
    quota vetta/quota massima (m): 2763
    dislivello salita totale (m): 1200

    Ultime gite di escursionismo

    16/06/19 - Magnodeno (Monte) da Erve per Cresta Giumenta e Cima del Fo - thebroz
    giro impegnativo della duratadi 5/6 ore, con tratti esposti soprattutto nei sentieri successivi al rifugio monza. Paesaggistica e bellezze naturali ripagano lo sforzo.
    16/06/19 - Santanel (Punta) da Piamprato - sergio55
    Gita Sociale del CAI di Leinì, 11 partecipanti, 7 in punta e 4 al lago. Meteo spaziale oggi dopo la grandinata di sabato sera cje ha lasciato ampie tracce su tutto il percorso con ghiaccio ancora pr [...]
    16/06/19 - Autaret (Testa dell'), cime Ovest e Centrale da San Bernolfo per il Passo di Collalunga - lo65
    Gita senza difficoltà su terreno asciutto;le difficoltà aumentano leggermente su terreno innevato. Oggi in una limpida e calda giornata attraversati ancora persistenti,ampi,ma facili nevai(bastano [...]
    16/06/19 - Bellavarda (Uja di) e Punta Marsè da Lities - Tom57
    Partito tardi e incontrato molti che scendevano. Il sentiero è in diversi punti attraversato da rigagnoli di torrenti, ma non danno fastidio. Il santuario di S. Domenico era aperto, ma non mi sono so [...]
    16/06/19 - Barma (Rifugio) da Pian Coumarial - luther
    Bella gita che si snoda su strada bianca nel tratto iniziale e poi per una splendida mulattiera lastricata che attraverso un paesagio suggestivo di laghi laghetti e valloncelli conduce sotto al colle [...]
    16/06/19 - Barbeston (Monte) da Veulla per il Colle di Valmeriana - gondolin
    Sentiero già completamente privo di neve. Prima escursione della stagione su ottimo sentiero. Giornata calda e cielo terso, con viste splendide dal monte Bianco al massiccio del Rosa
    16/06/19 - Giraudo Ettore e Margherita (Bivacco) da Ceresole Reale - inquota
    Saliti in 4 ore. Ancora neve sopra la bastionata. Una richiesta per il CAI Rivarolo: sarebbe opportuno appendere una pala all'esterno del bivacco. In caso di emergenza, oggi non sarebbe stato possibile entrarvi per cercare riparo.