Girard (Pointe) da l'Ecot

osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: si arriva più o meno a metà strada tra Ecot e le Douis
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: snowboard
Nei pressi del col Girard abbiamo ripiegato sul Perduto causa sopraggiungere della nebbia, condizioni di visibilità decisamente migliori sulla dx orografica del Source de l'Arc. Strade fradice, pioviggine e tempo chiuso prima della splendida schiarita verso le 8. Si arriva a circa metà strada tra Ecot e le Douis, presso un alpeggio. C'è un piccolo parcheggio ma occhio che lieve pendenza e fango potrebbero impantanare un'auto normale. Nuvole che hanno presto di nuovo invaso le creste di Forno A. Graie, stratificazioni alte e compatte nelle ore centrali. Neve già dall'auto, con interruzioni molto brevi nella lunga stradina e la prima parte del vallone, appena si inizia a salire innevamento continuo. Inizialmente neve abbastanza marcia poi ben portante, si può salire sia per il canale del torrente che per quello a fianco, appena più in alto la vista si apre prima verso il Dome Blanc quindi sulle Levanne. Passati nei pressi del lago, scomodo traverso a destra verso il Col Girard su neve marciotta in superficie, quindi temuto peggioramento meteo che ci fa deviare a sinistra. Il traverso sotto la Levanna Orientale è abbastanza noioso, conviene stare alti per non perdere dislivello e attraversando recenti scariche si arriva al colle con un'ultima rampa, neve pesante alternata a crosta sfondosa.
Discesa sulla destra orografica, abbastanza lenta e con poca pendenza. Meglio nella parte centrale per i vari canalini dove a ogni curva si muove parecchia granita, ultimi pendii molto divertenti su rossa estiva compatta.
Ottime condizioni nel vallone, se rigela decentemente, pendii ripidi che hanno scaricato, parete e N dell'Orientale con notevole innevamento. E peccato per la Girard ma bel giretto esplorativo. Salut!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
quota neve m :: 2800
Gita di notevole sviluppo che meriterebbe più stelle, ma in questo periodo l’avvicinamento a piedi per raggiungere il ghiacciaio e calzare gli sci, è veramente massacrante (1 ora e 45 di cui in parte su pietraia - normalmente 1 ora in quanto per effettuare la gita in condizioni sicure la strada che da Ecot raggiunge il fronte del ghiacciaio deve essere sgombra da neve). La parte alta è paesaggisticamente molto bella. Abbiamo incontrato la nebbia che ci ha rallentato il passo. Per fortuna il sereno ha, dopo poco, avuto il sopravvento. Il ghiacciaio non presenta crepacci, gli sci si abbandonano a pochi metri dalla vetta che si raggiunge a piedi normalmente calzando i ramponi e usando la picca per sicurezza nel caso in cui la cresta presenti neve dura. Discesi sul canale sull’estrema sinistra (nel senso di marcia ) sino al pianoro, che presenta buchi dovuti all’erosione dell’acqua. Seguito il corso dell’Arc sulla sin. idr. per un lungo tratto sino ad incontrare un ponte che si trova in linea ad alcune baite sulla sponda opposta, poco prima di incontrare il vallone che scende dal gh.io del Mulinet.

[visualizza gita completa]
attrezzatura :: scialpinistica
Dopo due tentativi infruttuosi negli anni precedenti, sempre dall'Ecot, per cause dovute al maltempo, ecco che quest'anno mi si presenta l'occasione buona per finalmente non lasciarmela piu' sfuggire. Nel concreto si e' rivelata una lunga gita, con tratti anche impegnativi, ma non di cosi' gran soddisfazione come invece mi sarei aspettato che fosse.

[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

tipo itinerario: ghiacciaio
difficoltà: BS :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Est
quota partenza (m): 2027
quota vetta/quota massima (m): 3259
dislivello totale (m): 1232

Ultime gite di sci alpinismo

21/04/19 - Basodino (Monte) da Riale - Ganesh
Si parte da riale ancora sci ai piedi.Abbiamo dormito, bevuto e molto mangiato al Maria Luisa, accogliente e confortevole.Gita lunga e impegnativa in alcuni punti. La crestina finale facile ma con cau [...]
21/04/19 - Pepino (Cima) da Limone 1400 - lucianeve
Saliti dal Vallone Cabanaira con neve continua tranne una decina di metri sulla strada di accesso. Oggi in cima vento fastidioso, ma niente nebbia. La discesa verso San Giovanni sarebbe stata spettaco [...]
21/04/19 - Scagnello (Passo) da Colere per il rifugio Albani - ing.faletti
Lingua di neve dopo le grate. Rampa finale su pista Italia senza neve. Tagliato a sx nel bosco con buona neve Sceso troppo presto e trovata ancora crosta fino a inizio bosco. Ore 10 all auto
21/04/19 - Terra Nera (Monte) da Rhuilles - riccardobubbio
portage fino alle grange poi neve dal bosco . buon rigelo notturno saliti senza rampant bella traccia evidente . in discesa crosta non portante per i primi 300 m poi firm stupendo .. scesi nel vallone [...]
21/04/19 - Fraiteve (Monte) da San Sicario - MBourcet213
Si parte ancora sci ai piedi dal fondo, giusto 5 minuti per arrivare alla lingua di neve della pista. Anche oggi freddo, in cima 0 gradi ma vento gelido. Parte alta lisciata dal vento molto dura, cen [...]
21/04/19 - Banchetta (Monte) da Sestriere Borgata - martre
Sgambata veloce tanto per fare qualcosa, 3 gradi alla partenza, da metà gita in su vento patagonico, neve parte alta molto dura, ottima da metà in giù...sempre una buona alternativa nelle giornate nuvolose
20/04/19 - Rutor (Testa del) da Bonne - gianluca.massimo
Gita in condizioni super. In salita si portano gli sci fino all'alpeggio a quota 1950. ( 15 minuti) con le temperature di oggi la neve ha mollato poco oltre i 2700 mt. Utili i rampant . A quota 3 [...]